sesso

Cinque cose che il porno ti spinge a credere faccia chiunque

C'è una sola regola: chiedere sempre all'altra persona se è d'accordo.
21 marzo 2017, 9:44am

L'avrete letto decine di volte, ma è la pura e semplice realtà: al giorno d'oggi, la conoscenza di adolescenti e giovani adulti in materia di sesso deriva in buona parte dal porno. O ancor peggio, da partner che hanno a loro volta imparato dal porno. Niente educazione sessuale, niente di niente.

Per come la vedo io, la situazione non era così critica quando le pornostar somigliavano ancora a persone reali e il sesso era ordinario. Oggi però l'industria del porno ha radicalmente cambiato aspetto: le scene sono molto più aggressive e tendono a non avere nessuna correlazione con quanto accade tra le lenzuola della gente, come ben argomenta l'educatrice sessuale Cindy Gallop nel TED talk Make Love, Not Porn.

Quello della rappresentazione irreale del sesso nei porno è un punto su cui, purtroppo, devo soffermarmi più a lungo di quanto vorrei. Per più di un decennio ho insegnato fisiologia della sessualità umana all'università, ho scritto un libro sul tema del piacere e dell'appagamento sessuale e ho collaborato con organizzazioni come la Kinsey Institution.

Di conseguenza, ho parlato con molte persone e raccolto moltissime espiernze positive o negative legate al sesso. E moltissime altre volte mi sono trovata a fare raffronti col porno. Perché determinati elementi che l'industria pornografica vorrebbe spacciare per mainstream non lo sono poi così tanto. Eccone alcuni.

EIACULARE IN FACCIA AL PARTNER

Eiaculare su una zona del corpo del proprio partner che non sia la vagina o l'ano potrebbe sembrare quasi banale, ma c'è una grande differenza tra farlo sul ventre e farlo sulla faccia; lo sperma potrebbe finire negli occhi, causando bruciori e fastidi per le successive 24 ore. Certo, c'è a chi piace, ma i sondaggi indicano chiaramente che i detrattori di questa pratica sono decisamente più numerosi dei suoi estimatori. Quindi, salvo qualcuno vi dica "vienimi in faccia" vi consiglio di dirottare il vostro liquido seminale altrove.

SESSO HARDCORE

Non importa quante volte abbiate visto 50 Sfumature di Grigio insieme alla vostra dolce metà, non è così che funziona nella vita reale, dove le pratiche sessuali violente o dolorose dovrebbero essere fuori questione salvo diversa indicazione da parte del proprio partner. Indicazione che deve necessariamente essere esplicita. Quindi non strozzate, non prendete a pugni, non soffocate, non costringete l'altro a fellatio particolarmente invasive, non siate eccessivamente violenti o aggressivi se non avete ricevuto specifiche istruzioni in quella direzione. Mi capita di sentire racconti di sesso hardcore non consensuale, e fanno paura—e con paura intendo dire che chi l'ha subito ha davvero temuto per la sua vita.

La pratica dell'asfissia erotica, ad esempio, non dovrebbe essere replicata da non professionisti perché potrebbe rivelarsi terrificante con un partner non esperto o di cui non ci si fida completamente. Certo, ad alcuni piace il sesso violento, ma è un'attività che deve essere preceduta da una chiacchierata in cui le persone coinvolte si sentono libere di dire cosa vogliono fare e cosa no. Ancora più importante: siate assolutamente chiari su come comunicare al partner che ha superato il limite (vedi alla voce: parola di sicurezza).

PRATICHE ANALI

Sebbene negli ultimi anni abbiamo assistito a uno sdoganamento delle pratiche anali, per molti provare il sesso anale continua a essere un tabù, figuriamoci farlo con regolarità. Spesso mi capita di sentire persone che, indipendentemente dal genere o orientamento sessuale, hanno avuto esperienze per nulla piacevoli perché il partner ha inserito il pene, le dita o un sex toy nella cavità anale dei malcapitati senza prima comunicare le sue intenzioni.

Quindi mi rivolgo a voi donne etero: se avete letto che gli uomini impazziscono quando gli si stimola la prostata [_o non vedono l'ora di ricevere un_ Rusty Trombone] per favore, non date per scontato che quanto letto corrisponda alla verità del vostro partner. Chiedete chiaramente prima di prendere l'iniziativa.

Magari, mentre vi state allegramente dicendo quanto soddisfacente sia la vostra vita sessuale e di come potreste ulteriormente migliorarla, buttate lì l'idea. Se la cosa interessa l'altra persona, ve lo dirà. Se invece non dà segni di apprezzamento, evitate di provarci comunque. E questo non vale solo per le signore.

TOGLIERE IL PRESERVATIVO

Se, come la maggior parte delle persone, volete evitare gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili, togliere il preservativo durante il sesso non è la scelta giusta. Se avete deciso di usare questo metodo contraccettivo, usatelo fino alla fine. E se per qualche motivo volete toglierlo—magari è scomodo, o magari ci è finito dentro un pelo—allora toglietelo, ma non continuate a fare sesso. Ci sono altri modi per proseguire, tipo masturbarsi a vicenda.

STRUMENTI DI CONTENZIONE

A molti piace essere legati con cravatte, sciarpe, corde e manette, ma spesso piacere e paura sono due facce della stessa medaglia. Se siete più forti del vostro partner, lasciarvi intrappolare i polsi sopra la testa durante una fellatio potrebbe essere eccitante. Ma se siete più deboli, o legati con qualcosa da cui non potete facilmente liberarvi—come manette e corde—essere immobilizzati senza consenso può rivelarsi poco piacevole.

Se volete provarci, cercate un compromesso valido per entrambi. Forse al vostro partner piace essere legato, ma solo con una sciarpa e solo se promettete di fermarvi quando vi viene chiesto. O forse vuole essere immobilizzato con qualcosa di più robusto di una sciarpa, perché trova eccitante potersi fidare ciecamente della persona che ha davanti. Ma se non ne parlate, non potete sapere qual è il confine.