FYI.

This story is over 5 years old.

Di cosa diavolo parla 'The OA', la nuova serie di Netflix?

Il trailer appena pubblicato non fa che aumentare il mistero.

Lunedì sera, Netflix ha pubblicato il trailer della sua nuova serie The OA, ed è sembrata davvero misteriosa. Da Netflix è descritta come un "racconto sconvolgente sull'identità, l'interazione umana e i confini tra la vita e la morte."

La protagonista, Prairie Johnson, interpretata dall'attrice e scrittrice Brit Marling, è una donna sulla ventina di cui si sono perse le tracce per sette anni. È nata cieca e ci sono pochi dettagli sulla sua sparizione. Nel trailer, torna a casa e ritrova la sua famiglia, poi pone la mano sul viso della madre e le chiede "Mamma?" Si capisce anche, comunque, che ha acquisito la vista.

Anche se il trailer non aiuta molto gli spettatori a mettere insieme i pezzi della trama di The OA, Netflix ha aggiunto qualche indizio su Instagram. Le singole immagini non dicono molto, ma una dozzina di foto messe insieme dipingono un quadro più vasto. Sembra che il personaggio di Prairie sia stato posseduto, o abbia avuto in qualche modo a che fare con il soprannaturale. Anche se si rifiuta di parlare all'FBI o ai suoi genitori dell'accaduto, Prairie ne condivide i dettagli con alcuni liceali e con un insegnante di matematica. Forse racconta loro la sua storia perché ha bisogno di aiuto per un'impresa più grande.

Stranamente, Netflix ha pubblicato il trailer della serie solo quattro giorni prima del lancio. Il team di realizzatori include Marling e Zal Batmanglij, regista e sceneggiatore, che avevano già lavorato a The East, un thriller sull'attivismo e l'ecologismo underground. Considerati i pochi dettagli, sarà davvero bello vedere la premiere degli otto episodi della serie questo venerdì, 16 dicembre.