FYI.

This story is over 5 years old.

Questi video di missili intelligenti sono davvero surreali

No, non è un videogioco anni Novanta.
30 ottobre 2014, 11:44am

La lenta avanzata in bianco e nero della telecamera verso un obiettivo sgranato in lontananza fa venire i brividi. Il sistema di puntamento è in sovrimpressione al centro dello schermo: sta agganciando il bersaglio. Si sentono delle voci di alcuni soldati. Altri ansimano mentre provano in prima persona cosa significhi essere una bomba in picchiata.

"Oh yeah!" esclama un'altra voce mentre il video sfuma velocemente in un disturbo da segnale interrotto: il missile ha colpito.

Quello che avete appena visto non è un brutale rendering 2-D di un videogioco degli anni '90, ma la discesa apparentemente lenta e inesorabile di un missile AGM-130 aria-terra su un radar Fan Song iracheno nel 1999.

In un altro video simile, sotto, il missile intelligente aggancia il bersaglio in campo aperto. Al momento dell'impatto si può vedere un soldato iracheno che cerca riparo, mentre il segnale si interrompe.

In quel periodo la US Air Force aveva iniziato una campagna di bombardamenti contro le piattaforme di lancio irachene di missili terra-aria, che minacciavano gli aerei americani mentre tentavano di delineare una no-fly zone nei cieli dell'Iraq Occidentale. Il Fan Song sovietico guidava il sistema missilistico iracheno, ed erano tutti obiettivi prioritari per gli aerei americani.

Lanciato da un caccia F-15 Strike Eagle, l'AGM 130 era munito di telecamere sulla testata del missile, che trasmettevano il segnale a un centro di comando, il quale guidava il missile attraverso un sistema di puntamento a infrarossi.

Il filmato è un reperto storico degli anni '90 piuttosto ansiogeno, specialmente mentre lo spettatore attende che il missile colpisca. Viene risparmiata la cruenta esplosione della bomba, perché il protagonista del filmato non è l'obiettivo, ma il missile.

Non mancano echi della prima Guerra del Golfo, che ogni tanto veniva soprannominata "la guerra videogioco" per le famose immagini andate in onda sulla CNN dei missili laser guidati in discesa sugli obiettivi iracheni. La gioia e l'ingenua felicità dell'operatore è tanto distaccata quanto quella di un giocatore di Call of Duty che ha appena finito di far fuori dei terroristi.

In più, i video fanno parte di una lunga cronologia di reperti visivi sui bombardamenti in Iraq che, ultimamente, hanno inondato l'immaginario popolare. Basta pensare a WikiLeaks e al tetro filmato dell'elicottero, o le infinite esplosioni che coinvolgono sia soldati che militanti.

La tradizione viene portata avanti: con i recenti bombardamenti sullo Stato Islamico e i report dei droni svolazzanti in giro per l'Iraq il futuro del materiale video dei filmati dei missili intelligenti potrebbe essere ancora diverso.

Per ora puoi vedere com'è un bombardamento aereo visto da terra, oppure fare un salto nel passato con l'orrore degli AGM 130.