Zeal and Ardor ricrea i canti degli schiavi in versione black metal

E lo fa per una scommessa accettata su 4Chan. Oggi abbiamo l'anteprima del video della sua "Devil Is Fine".
15.12.16

Qualche tempo fa Manuel Gagneux, un ragazzo svizzero-americano di New York, stava procedendo normalmente con la sua giornata quando ha deciso di fare un post su 4chan━cioè l'imageboard più famosa di sempre, quella che ha fatto venire fuori Anonymous e le maschere di Guy Fawkes per darvi un'idea━in cui chiedeva suggerimenti per scrivere nuova musica. Qualcuno gli rispose chiedendogli di creare "black metal" e "musica da negri." Gagneux, al posto di mandare affanculo il tizio che ha avuto la buona idea di esporlo a un po' di razzismo gratuito, ha preso la cosa sul serio. Il risultato è il suo progetto Zeal and Ardor, che ha pubblicato a febbraio un ottimo album d'esordio, Devil Is Fine. C'è da dire che viene molto difficile pensare a qualcosa a cui paragonarlo: sembra effettivamente di sentire una chain gang di quelle che lavoravano nei campi di cotone dei neonati Stati Uniti inneggiare al Diavolo. Ed è una cosa molto bella. Oggi abbiamo in anteprima il video ufficiale della titletrack di Devil Is Fine, una sorta di blues tonante che nasconde un paradossale spiritual satanico. Non c'è molto black metal, se lo pensate esclusivamente come qualcosa di simile ai Mayhem o ai Darkthrone di turno; ma l'atmosfera solenne e le chitarre con il tremolo richiamano esattamente quel campo sonoro. Trovate il tutto qua sotto.

Segui Noisey su Facebook e Twitter.