FYI.

This story is over 5 years old.

Attualità

Il tour digitale di una galleria d'arte illegale

L'artista francese Nicolas Sassoon vi invita in un atelier a effetti speciali.
16.1.15
Images courtesy the artist, via

Nicolas Sassoon, artista digitale francese residente a Vancouver, membro del Computers Club, e co-fondatore di w-a-l-l-p-a-p-e-r-s.net, ha appena rilasciato la seconda edizione del suo progetto in corso su uno studio digitale, Pandora.

Intitolato Second Studio Visit, il lavoro è un ritratto digitale di uno studio immaginario. Mentre il primo capitolo offriva un ambiente pieno di versioni GIF delle sue opere, il secondo ritrae un mondo di finzione in cui il suo studio ospita una coltivazione illecita. Ospitata su Opening Times, una piattaforma online no-profit per le arti digitali, Second Studio Visit esplora la dicotomia tra mondo reale e virtuale attraverso semplici grafiche e animazioni luminose. “Questa serie è un’opportunità per proiettare scenari inventati nel mio ambiente reale, cosa piuttosto nuova per me. Il mio lavoro di solito non fa riferimento ad un luogo esatto, può essere specifico sul sito in quanto installazione, ma tende ad essere auto-referenziale,” ha spiegato Sassoon a The Creators Project. “Questa nuova direzione mi permette di articolare il mio ambiente con alcuni degli elementi di fantasia contenuti nel mio lavoro.”

Utilizzare il browser come una tela e le GIF come un tramite ha permesso a Sassoon di poter generare e sperimentare nuove narrative. Quando ha discusso delle GIF, l’artista ha dichiarato semplicemente che il formato gli lascia “iniettare qualità performative dentro ad immagini, e infondere queste ultime di una sorta di forma di vita.” Dentro l’esclusiva esperienza isometrica, l’osservatore è invitato a scrollare, scoprire ed esplorare la moltitudine di dettagli meticolosi trovati nell’ampio ambiente animato. “Ci sono questioni di scala inerenti all’esperienza di lavoro su schermo online che trovo molto importanti. Un’immagine che si estende oltre lo schermo coinvolge lo spettatore in un’esplorazione, ed esprime una temporalità diversa e un senso di monumentalità,” ha proseguito Sassoon.

Interrogato riguardo il significato della seconda iterazione, Sassoon ha prima spiegato che la visione è puramente immaginaria, in quanto opposta alla prima visita allo studio, che ritraeva uno scenario “vicino alla realtà”, in cui l’artista dipingeva lo studio e le sue opere più candidamente. Per questo secondo lavoro, “Ho fatto ricerche su cosa sia comunemente usato per creare una serra per marijuana casalinga e ho provato a rappresentarla “realisticamente” in un’animazione. Coltivare la Cannabis è piuttosto comune nella Columbia Britannica, un sacco di persone vivono grazie ad essa, legalmente e illegalmente. Mi era già passato per la mente in precedenza che sarebbe potuta essere un’alternativa al sostentamento di una pratica artistica, dunque la GIF è solo manifestazione di quel pensiero.”

Screenshot da Studio Visit

Interrogato riguardo il significato della seconda iterazione, Sassoon ha prima spiegato che la visione è puramente immaginaria, in quanto opposta alla prima visita allo studio, che ritraeva uno scenario “vicino alla realtà”, in cui l’artista dipingeva lo studio e le sue opere più candidamente. Per questo secondo lavoro, “Ho fatto ricerche su cosa sia comunemente usato per creare una serra per marijuana casalinga e ho provato a rappresentarla “realisticamente” in un’animazione. Coltivare la Cannabis è piuttosto comune nella Columbia Britannica, un sacco di persone vivono grazie ad essa, legalmente e illegalmente. Mi era già passato per la mente in precedenza che sarebbe potuta essere un’alternativa al sostentamento di una pratica artistica, dunque la GIF è solo manifestazione di quel pensiero.”

Vai su Pandora per esporare Second Studio Visit di Sassoon.