Noisey

Foto dal backstage del concerto di Sfera, J Balvin, Gué ed Elettra Lamborghini

Il Mamacita Festival ha catturato un momento storico nella musica urban italiana; noi c'eravamo.

di Federico Sardo; foto di Enrico Rassu
25 giugno 2019, 10:33am

Sfera Ebbasta, Drefgold

Come raccontare l’atmosfera di un backstage come quello di Mamacita? Le foto di Enrico Rassu lo fanno molto bene, catturando i sorrisi tra colleghi e l’aria rilassata, quella da amici contenti di vedersi, mentre in qualche modo si stava scrivendo un capitolo importante della musica urban in Italia.

Storicamente, dalle nostri parti, siamo sempre andati a traino. Le hit italiane sono spesso state scopiazzature fuori tempo massimo di quello che in America era andato di moda qualche anno prima, le collaborazioni con artisti stranieri quasi sempre accordi prettamente commerciali, quasi mai realizzati con artisti di prima fascia, e quasi mai nel fiore della loro carriera.

Ora le cose stanno cambiando, ed è sotto gli occhi di tutti. La serata di Mamacita, come le foto di questo backstage, ne sono una dimostrazione esplicita.

elettra lamborghini mamacita festival
Elettra Lamborghini

Esattamente un anno fa J Balvin era l’artista più ascoltato al mondo su Spotify, alla fine del 2018 si è classificato quarto in assoluto—il primo Drake, il secondo Post Malone, la numero tre Cardi B: tutti artisti che hanno collaborato, che collaborano o che fanno parte dello stesso mondo.

Per la prima volta nella storia della nostra musica, noi non li stiamo soltanto guardando dalla periferia dell’impero, ma è perfettamente naturale e sensato che un concerto di J Balvin sia aperto da tre fra gli artisti di punta di BHMG: Gué Pequeno che della musica urban in Italia è l’imperatore, Elettra Lamborghini che ha macinato successo in tutto il mondo (e in particolare in tutto il mondo latino), e Sfera che J Balvin conosce e frequenta, e che sale sul palco con lui durante il concerto—e, diciamolo, un po’ tutti pensiamo che dopo "Machika" la collaborazione avrà un seguito.

sfera ebbasta j balvin
J Balvin e Sfera Ebbasta

Del resto è stata proprio quella impressionante macchina da hit di Rockstar (l’album più venduto in Italia nel 2018, non tra gli italiani ma in assoluto) a segnare un incontestabile cambio di passo con il featuring di Quavo dei Migos: forse la collaborazione più clamorosa tra un rapper italiano e quello che è effettivamente uno degli assoluti numeri uno al mondo di quel genere, e che lo è precisamente in quel momento, non che lo è stato dieci anni prima.

Vedere mescolarsi pilastri del rap italiano come Tormento che, nel retropalco, guardava il concerto di Sfera cantando i pezzi, Max Brigante che a questa roba ci ha creduto anche quando non ci credeva nessuno, Shablo che da anni lavora incessantemente più o meno dietro le quinte perché possano accadere cose come questa, nomi nuovi come Lazza e Capo Plaza, artisti internazionali come El Micha (che di Gué è praticamente un fratello) e J Balvin con il suo staff, come se fossero tutti amici, fa pensare che forse per la prima volta non siamo la periferia dell’impero, ma che stiamo vivendo invece in un mondo dove le cose succedono in contemporanea e, soprattutto con assoluta naturalezza. Una naturalezza che è figlia, in primis, di una credibilità conquistata con impegno.

gue pequeno el micha sfera ebbasta
Gué Pequeno, El Micha, Sfera Ebbasta

I nomi di Mamacita non sono gli unici protagonisti di questa rivoluzione: citiamo per esempio Charlie Charles che sta dietro a molte delle cose di cui abbiamo parlato fino a qui, o Mahmood che, pur non essendo salito su quel palco, sta vivendo un momento di successo clamoroso e internazionale che perfettamente si può inserire in questo tipo di narrazione (e non a caso è prodotto anche da Charlie e collabora con Gué Pequeno).

Di fronte a tutto questo, non si può non prendere atto di un momento importante e senza precedenti nella storia della musica urban in Italia. Poi si possono sempre trovare motivi per criticare a tutti i costi, oppure si può decidere di goderselo, a voi la scelta. Noi a Mamacita ci siamo indubbiamente divertiti.

elettra lamborghini mamacita festival
j balvin mamacita festival
J Balvin
elettra lamborghini mamacita festival
Elettra Lamborghini
gue pequeno mamacita festival
Gué Pequeno
capoplaza el micha mamacita festival
El Micha, Capo Plaza
elettra lamborghini mamacita festival
Elettra Lamborghini
lazza mamacita festival
Lazza
gue pequeno mamacita festival
Gué Pequeno
max brigante mamacita festival
Max Brigante
capoplaza mamacita festival
Capo Plaza
tormento sfera ebbasta mamacita festival
Tormento, Sfera Ebbasta
sfera ebbasta j balvin mamacita festival
Sfera Ebbasta, J Balvin
sfera ebbasta mamacita festival
Sfera Ebbasta
j balvin mamacita festival
J Balvin

Enrico Rassu è su Instagram. Anche Federico.

Segui Noisey su Instagram, Twitter e Facebook.