FYI.

This story is over 5 years old.

Rap

Sempre più ragazzi francesi si sballano con lo sciroppo per la tosse

I ragazzi francesi consumano sempre più sciroppi per la tosse ottenuti con e senza obbligo di ricetta. L'uso ricreativo di queste medicine, dice l'agenzia, può avere conseguenze devastanti e causare overdose fatali.
16.3.16
Immagine di Dylan Cantwell/Flickr

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato

I giovani francesi consumano sempre più sciroppo per la tosse – e non per curare l'influenza.

Giovedì, l'Agenzia Nazionale Per La Medicina e La Sicurezza dei Prodotti Medicinali (ANSM) ha avvertito medici e farmacisti sull'aumento dell'abuso di sciroppo per la tosse da parte dei giovani del paese.

Secondo la ANSM, i ragazzi francesi sarebbero sempre più drogati di sciroppi per la tosse ottenuti con e senza obbligo di ricetta. L'uso ricreativo di queste medicine, dice l'agenzia, può avere conseguenze devastanti e causare overdose fatali.

Pubblicità

Gli sciroppi per la tosse che contengono codeina – un oppiaceo che viene usato come analgesico e inibitore della tosse – sarebbero gli ingredienti chiave della "purple drank", un mix che andava di moda negli Stati Uniti negli anni 90.

Conosciuto anche come "sizzurp", "lean" o "Dirty Sprite", il beverone viola è un cocktail di soda, sciroppo per la tosse e antistaminico H1 – che aiuta a contrastare gli effetti collaterali della droga. Prende il nome dal colore della maggior parte degli sciroppi per la tosse in commercio.

I francesi che hanno fatto uso della purple drank e ne hanno descritto gli effetti sul web hanno detto che la bevanda renderebbe "disinibiti e rilassati."

Nel rapporto, l'ANSM ha scritto che le prime testimonianze di abuso di sciroppo per la tosse sono emerse in Francia nel 2013. La popolarità della purple drank è "cresciuta in maniera significativa" da allora, si avverte.

Secondo l'agenzia, un numero sempre maggiore di farmacisti riportano "richieste sospette" di sciroppo per la tosse. L'ANSM ha anche segnalato diversi casi di "dipendenza o abuso che hanno portato a ricoveri ospedalieri."

Uomini e donne ne abusano allo stesso modo, e la maggioranza dei fruitori sono adolescenti o giovani adulti. Il più giovane registrato dall'ANSM aveva 12 anni.

Secondo l'agenzia, i sintomi includono "difficoltà a rimanere svegli (sonnolenza), difficoltà comportamentali (agitazione, confusione, delirio), e anche convulsioni."

Leggi anche: Abbiamo parlato con gli esperti di Energy Control di droghe 'legali' e deep web

Uno dei rapporti precedenti di ANSM avevano collegato l'uso di purple drank con depressione del sistema nervoso centrale, convulsioni, depressione o apnea respiratoria.

Per prevenire l'abuso di codeina da parte delle generazioni più giovani di francesi, l'ANSM ha sollecitato farmacisti e dottori a assicurarsi che i pazienti non abbiano una storia medica di dipendenza e abuso di droghe, prima di prescrivere sciroppi per la tosse.

Pubblicità

Mentre alcune rock band degli anni '70 e '80 erano famose per aver esaltato le "virtù" degli sciroppi per la tosse, la bevanda viola è stata diffusa dal leggendario DJ Screw, un artista hip hop di Houston, pioniere del genere musicale chopped and screwed degli anni 90. La tecnica, che consiste nel rallentare i dischi, doveva somigliare a come suona la musica quando si è sballati di purple drank.

DJ Screw è stato trovato morto nel suo studio di registrazione il 16 novembre 2000, apparentemente per overdose di codeina. DJ Screw è stato un artista influente, e un certo numero di musicisti hip hop hanno seguito le sue orme sia in ambito musicale, sia facendo uso della purple drank.

Future – un rapper di Atlanta – ha pubblicato diversi mixtape intitolati "Dirty Sprite."

Anche Danny Brown, un rapper di Detroit, era conosciuto per farne uso regolare. Ma nel 2014, Brown ha smesso con il "lean" e ha cominciato a rilasciare interviste sugli effetti dell'abuso di codeina.

Dalla morte di DJ Screw nel 2000, due altri rapper sono morti per abuso di codeina – il 33enne Pimp C, nel 2007, e il 26enne A$AP Yams, un membro del gruppo A$AP Rocky, deceduto nel gennaio del 2015.

Leggi anche: Fermare la flakka è sempre più difficile — e potrebbe creare droghe ancora peggiori


Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook

Immagine via Flickr.