FYI.

This story is over 5 years old.

Canada

Qualcuno ha usato un drone per consegnare una pistola in una prigione canadese

Non è la prima volta che viene violata la sicurezza di una prigione del Quebec. Lo scorso anno, un elicottero è atterrato nel cortile di un carcere, aiutando tre detenuti ad evadere.
Justin Ling
Montreal, CA
15.12.15
A jail in Australia/Image via Flickr Creative Commons

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato

Le autorità canadesi hanno sorpreso un carcerato in possesso di una pistola, che gli è stata recapitata il giorno precedente utilizzando un drone. È successo domenica, in una prigione del Quebec.

Secondo quanto riportato dal giornale La Presse, qualcuno ha usato un drone per portare a termine la consegna illegale alla prigione di Rivière-des-Prairies, situata sul confine orientale dell'isola di Montreal.

Pubblicità

Alcune fonti, che hanno voluto rimanere anonime, hanno detto a La Presse che il drone ha fatto cadere una pistola nel settore S-2 - quello in cui sono detenuti i mafiosi e i membri delle gang di motociclisti - e che le autorità della prigione non hanno scoperto il fatto fino al giorno successivo.

Domenica le guardie delle prigioni vicine sono state allertate per aiutare nelle ricerche della pistola, e tutti i dipendenti hanno dovuto indossare i giubbotti antiproiettile durante la perquisizione. Tutti i detenuti del settore sono stati rinchiusi nelle loro celle.

Il carcere di Rivière-des-Prairies ospita alcuni dei condannati più noti del paese: qui sono detenuti molti presunti capi-mafia o leader di gang arrestati lo scorso mese durante un'imponente operazione di polizia.

È richiuso nel carcere anche Luka Magnotta, catturato a Berlino dopo aver pubblicato online un video in cui fa a pezzi un corpo. Il killer aveva poi spedito alcune parti del corpo sventrato a due partiti politici canadesi, altre a due scuole elementari, in uno dei casi di cronaca più chiacchierati degli ultimi anni.

La prigione è la più violenta di tutta la regione, in parte a causa dei criminali che ospita, ma anche a causa del sovraffollamento.

Leggi anche: Tra la polizia italiana e i droni potrebbe nascere presto una grande storia d'amore

Parlando al National Post, gli architetti che hanno progettato la prigione hanno dichiarato che è il carcere è "un ambiente caldo e amichevole, che amalgama i principi di sicurezza, efficienza e rispetto dei detenuti."

Pubblicità

Una richiesta di intervista inviata al sindacato delle guardie carcerarie non ha ricevuto alcuna risposta.

Non è la prima volta che negli ultimi anni viene violata la sicurezza di una prigione del Quebec. Nel 2014, un elicottero è atterrato nel cortile di un carcere vicino a Quebec City. Tre detenuti sono evasi con l'elicottero, riuscendo a sfuggire alla polizia per due settimane prima di essere finalmente catturati in un condominio esclusivo nel vecchio porto di Montreal.

Dopo l'evasione, il governo del Quebec ha istituito no-fly zone su tutte le prigioni della regione.

Ci sono già stati alcuni episodi in cui i droni sono stati usati per consegnare degli oggetti di contrabbando. Ad agosto, per esempio, un drone depositò un telefono cellulare e del tabacco nel cortile di una prigione federale nei dintorni di Kingston.


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook

Segui Justin Ling su Twitter: @justin_ling

Foto da Flickr Creative Commons dell'utente OZinOH