Pubblicità
Tech by VICE

Perché una perdita di elio ha disabilitato tutti gli iPhone in un ospedale

Il bizzarro incidente si è consumato durante l'installazione di una macchina per la risonanza magnetica — Si sono stupiti tutti, tranne Apple.

di Daniel Oberhaus
02 novembre 2018, 10:50am

Immagine: Shutterstock

All'inizio di questo mese, un tecnico di un ospedale ha fatto una scoperta decisamente interessante che riguarda gli iPhone e gli Apple Watch subito dopo che una macchina per TAC appena installata aveva apparentemente disabilitato tutti gli iPhone della struttura.

Come spiegato un post nella subreddit r/sysadmin, Eric Woolridge, un sistemista del Morris Hospital, in Illinois, è stato inondato di chiamate l'8 ottobre dopo che diversi iPhone posseduti dagli impiegati dell'ospedale hanno smesso di funzionare senza alcuna apparente ragione. Al tempo, l'ospedale stava installando una nuova macchina per TAC, che viene usata per effettuare scansioni ad alta risoluzione del cervello.

Le macchine per TAC funzionano producendo un campo magnetico molto forte, quindi inizialmente Woolridge aveva pensate che i telefoni fossero stati disabilitati dall'impulso magnetico della macchina. C'era solo un problema: un impulso elettromagnetico avrebbe disabilitato tutti i dispositivi, non soltanto gli iPhone. Quando Woolridge ha fatto un giro della struttura, inoltre, ha scoperto che il problema era isolato ad appena 40 telefoni Apple, tablet e Apple Watch. I telefoni Android funzionavano bene, come il resto dell'equipaggiamento informatico della struttura.

Secondo Woolridge, la maggior parte dei dispositivi Apple nella struttura "sembravano completamente morti." Molti di questi dispositivi non davano segnali di vita nemmeno sotto carica, avevano problemi a connettersi alla rete cellulare — ma non al wifi.

Come ha scoperto in seguito Woolridge, installare una macchina per TAC richiede che il magnete gigante della macchina venga super-raffreddato attraverso la bollitura di elio liquido. Questo elio evaporato di solito viene pompato fuori dalla struttura attraverso una ventola, ma questa ventola soffriva di una perdita e dunque stava perdendo elio nel resto della struttura. In tutto, si tratta circa di 120 litri di elio (o 90.000 metri cubici di elio nel suo stato gassoso) che sono stati pompati fuori dalla stanza per le TAC, e un quantitativo non specificato è stato disperso nel resto dell'ospedale.

Woolridge ha fatto qualche test in autonomia per capire se l'elio potesse davvero spegnere un iPhone. Ha piazzato un iPhone 8+ in una busta sigillata e ha aggiunto dell'elio. In un video (ora rimosso) del test Woolrdige fa partire il cronometro sul telefono. Il cronometro aumenta progressivamente velocità nel corso del video fino a quando l'iPhone si blocca attorno all'ottavo minuto. A quanto pare l'elio stava interagendo con l'orologio dell'iPhone.

Come spiegato in un post sul blog dell'organizzazione per il diritto alla riparazione iFixit, gli atomi di elio possono fare un gran casino se sfiorano i chip di silicio MEMS. I MEMS sono sistemi microelettromeccanici che vengono utilizzati per i giroscopi e per gli accelerometri nei telefoni, gli atomi di elio sono abbastanza piccoli per infastidire il modo in cui questi sistemi funzionano. Ciononostante, sia i telefoni Apple che quelli Android usano il silicio MEMS per i loro dispositivi, quindi perché soltanto gli iPhone sono stati colpiti da questo problema?

La risposta, a quanto pare, è che recentemente Apple ha deciso di sostituire gli orologi tradizionali al quarzo che usava nei suoi telefoni con degli orologi che sono fatti anche con il silicio MEMS. Visto che gli orologi sono lo strumento più importante in qualunque computer e sono necessari al funzionamento della CPU, il loro malfunzionamento causato dagli atomi di elio è stato sufficiente a far crashare il telefono.

In questo caso, la perdita di elio dalla macchina per TAC si è infiltrata negli iPhone come "piccoli granelli di sabbia" e ha fatto si che gli orologi MEMS andassero in confusione. Non si tratta di una novità per Apple, che dice chiaramente che "esporre gli iPhone ad ambiente con alte concentrazioni di composti chimici industriali, inclusi gas in evaporazione come l'elio, potrebbe danneggiare o interferire con il funzionamento del telefono," si legge nel manuale del dispositivo.

iFixit ha pubblicato una spiegazione dettagliata dell'intero fenomeno.