Recensione: Travis Scott x Quavo - Huncho Jack, Jack Huncho

Magari quello dei due giganti della trap è un disco con pochi contenuti, ma è anche libero e liquido come l'epoca in cui viviamo.
03 gennaio 2018, 4:06pm

Quando mi è stato chiesto di recensire questo disco subito dopo Capodanno ero contento, perché pensavo che mi avrebbe fatto ripigliare. E invece no, ha peggiorato la situazione: scivola letargico come se si fosse sotto una eterna cappa di fumo e panze piene di panettone, l’autotune viene usato come colate di zucchero su un pandoro, tutto mi dà un’idea di decadenza totale, quasi autocompiaciuta.

Parlare delle melodie vocali non ha poi senso, basta settare la magica macchinetta che modifica la voce su una certa tonalità e fa tutto da sola, viene quasi da dire che dovrebbe percepire i diritti d’autore pure lei. D'istinto mi fa incazzare, ma se nei Settanta c’era il vocoder, ora ci becchiamo quel che passa il convento.

Le basi sono roba di genere, ma veramente fiche, la cosa migliore del lotto; mescolano campionamenti, incastri suonati e sinteticità totale, ma sempre sedute su una strana nuvola mezza acida e stagnante. Alcune recensioni mi sono sembrate severe nel sottolineare la poca ispirazione nei testi, dagli argomenti ridondanti e musicalmente poco incisivi – tutto giusto, ok, ma non credo sia questo il punto. Il punto è che è MEGLIO COSÌ. Attacca il microfono, di' quello che ti esce dalla testa e sticazzi. Per questo “Black and Chinese” sarà un po’ il mio brano del 2018.

Mi pare che il disco sia subito schizzato al numero 3 di Billboard, dico male? E questo nonostante si tratti di un cazzeggio cotto e magnato di due star che probabilmente pensano che ogni stronzata che fanno sia un capolavoro. Beh, vi dirò, a volte questa cosa rivela delle personalità megalomani, a volte invece si tratta della pura libertà di esprimersi senza filtri. Questo ci riguarda tutti, fa parte dell’era di Instagram. Siamo liquidi, volendo citare John Foxx.

Per questo mi sento di dire che sto album, sì, mi piace – anche se a lungo andare mi farà sicuramente due palle così. Ma siamo ancora nel periodo natalizio e le palle sotto l’albero ci stanno bene.

Huncho Jack, Jack Huncho è uscito il 22 dicembre per Quality Control.

Ascolta Huncho Jack, Jack Huncho su Spotify:

Segui Noisey su Instagram e Facebook.