Foto

Queste incredibili foto non sono fotomontaggi

Lo street photographer Pau Buscató​ passa ore ogni giorno alla ricerca di sovrapposizioni assurde tra cose, persone e animali.
24.4.18

Il fallimento è parte integrante della fotografia dell'ex architetto Pau Buscató, nato a Barcellona e residente a Oslo. Le sue foto ritraggono persone, animali e oggetti sovrapposti in modi esilaranti. Sembrano dei fotomontaggi, o perlomeno delle foto posate, ma non è così. Gli ci vogliono centinaia di tentativi, a volte addirittura anni, per realizzare lo scatto perfetto. Il risultato è come una barzelletta bella. Quando cominci a capirne il senso, ridi.

Pubblicità

Buscató ha preso in mano la prima macchina fotografica nel 2010, e ha quasi subito deciso di abbandonare il lavoro per fare foto full time. Di solito passa per strada sette ore al giorno, nel corso delle quali scatta 400 foto. Se si trova a New York, in India, o comunque lontano da casa, i numeri raddoppiano. La chiama la tecnica del "gioco del mondo", perché per lui la vita è un gioco pieno di meraviglie.

L'idea gli viene dai giochi che faceva da piccolo con il fratello e la sorella in un paesino nell'entroterra di Ibiza. "Oggetti quotidiani e idee semplici ci tenevano occupati per ore," ha detto. "Quello che faccio ora non è tanto diverso, tranne che lo faccio da solo e con una macchina fotografica in mano. Ma comunque resta la sensazione di giocare, di gingillarmi con le cose che trovo."

"L'abitudine a quello che ci circonda può renderci ciechi—cercare di mantenere uno sguardo 'nuovo' e la mente aperta aiuta sempre," dice. Ed è una lezione che vale per chiunque si pensi intrappolato in un luogo, un lavoro o una situazione noiosi.

Buscató vende le sue foto tramite il suo sito, ed è membro del collettivo artistico Burn My Eye. Tiene anche dei corsi intensivi di street photography, che possono durare fino a 12 ore filate.

Qui sotto ci sono alcune delle sue foto preferite, che ha condiviso con noi, insieme alla storia di come ne ha scattate un paio.

"Questa è una sequenza di uccelli che ho scattato in Leicester Square. Nella foto si vedono degli uccelli disegnati, uno immaginario e uno vero. L'ho scattata nel giungo 2016, ma avevo già tentato di fare una cosa simile nello stesso luogo un anno prima. Nel 2015 avevo scattato qualche foto cercando di prendere anche un piccione vero tra quelli che volavano lì in giro—ce l'avevo anche fatta, ma poi il risultato mi sembrava noioso e ho lasciato perdere. Un anno dopo ero di nuovo a Londra per fare un po' di foto, e dopo quattro giorni in città ho notato che c'era ancora l'impalcatura con gli uccelli disegnati, ma non ci ho fatto troppo caso. Qualche ora dopo ci sono ripassato e ho scoperto un dettaglio che ha cambiato tutto: c'era un buco nel tessuto che sembrava un altro uccello. È allora che sono diventato ossessionato da quel 'quadro' e ho passato due giorni lì cercando di cavarne qualcosa. Ne ho provate di ogni, e dopo centinaia di tentativi falliti, ho scattato questa foto."

"Questa immagine è strana. L'ho trovata mentre cercavo un indirizzo su Google Street View."

"Questa l'ho scattata a Barcellona, e mostra una 'connessione' geometrica tra alcune strisce gialle sull'asfalto e il bastone di un uomo. Insieme creano una freccia che, all'altro estremo, esce dall'orecchio di un altro uomo. All'inizio ho notato la canna e ho cominciato a fotografarla. Ho seguito l'uomo per qualche metro finché si è fermato a uno stop. È lì che ho visto le righe gialle, quindi ho preso la macchina fotografica per vedere se c'era modo di connetterle, e mentre facevo questo gesto è comparso l'uomo sulla destra e ha completato il quadro da quel lato. Su alcuni dettagli sono stato fortunato, per esempio i loro abiti avevano gli stessi colori, o il movimento dell'uomo sulla sinistra, che bilancia l'immagine."

Guarda altre foto di Pau Buscató sul suo sito.

Segui Beckett Mufson su Twitter.