Guarda i mini-sottomarini che Elon Musk ha costruito per salvare i bambini thailandesi

Dal 23 giugno un gruppo di ragazzini è bloccato nelle grotte di Tham Luang Nang Non, in Thailandia. Elon Musk vuole dare una mano, costruendo sottomarini su misura con le tubature dei razzi Falcon.

|
09 luglio 2018, 12:28pm

Screenshot via: Twitter

Dal 23 giugno scorso 13 membri di una squadra di calcio giovanile thailandese sono intrappolati nelle grotte di Tham Luang Nang Non, nella Thailandia occidentale. La situazione è molto complessa, visto che dopo l'iniziale entrata le grotte sono state allagate e il salvataggio della squadra sta richiedendo il dispiegamento di intere squadre di sommozzatori esperti.

Mezzo mondo sta tenendo il fiato sospeso per il destino dei rimanenti 7 + 1 (il coach) membri della squadra, e ovviamente Elon Musk ha voluto dire la sua anche questa volta proponendo qualche giorno fa di dare una mano nel salvataggio, in accordo con il governo thailandese.

48 ore fa l'idea di Musk era di costruire dei "piccoli sottomarini a misura di ragazzino usando le tubature per il trasferimento dell'ossigeno liquido dei razzi Falcon come involucro," poco più di 24 ore dopo è diventata realtà, con dei prototipi entrati in fase di test in alcune piscine pubbliche di Los Angeles.

L'idea è quella di accogliere i ragazzini, a braccia incrociate, all'interno del sottomarino per permettere ai sommozzatori di trasportare in maniera più sicura e meno complessa i membri della squadra all'esterno del sistema di grotte nel corso delle 11 ore necessarie a uscirne. Al momento il processo di salvataggio sta procedendo a vele spiegate, ma l'arrivo di piogge torrenziali nell'area sta rallentando il tutto.

Resta da chiedersi se i sottomarini di Musk arriveranno effettivamente in Thailandia prima del concludersi dei salvataggi, o se per l'ennesima volta il CEO di quelle che sembrano essere le aziende preferite da tutti sia riuscito a spiantare uno stunt pubblicitario degno dei libri di scuola.

Segui Federico su Twitter: @nejrottif