cenone natale
Illustrazione di Juta.
natale

30 frasi che non dovresti mai e poi mai pronunciare alle cene di Natale

Una lista di frasi e argomenti da non utilizzare durante la cena di Natale per evitare rotture di palle e figure in famiglia.
Niccolò Carradori
Florence, IT
Juta
illustrazioni di Juta
24.12.17

Le vacanze di Natale non sono altro che conversazioni di circostanza con parenti spesso semisconosciuti interrotte unicamente dalla massiccia introduzione di cibo. Il cugino di tuo padre che continua a vantarsi di essere stato uno dei portantini del gommone su cui stava appollaiato Beppe Grillo durante il primo V-Day, e che tenta di spiegarti le teorie economiche di Paolo Barnard. La nonna che vuole salvarti dal veganismo. La seconda moglie dello zio che vuole sapere "che lavoro fai, di preciso."

Pubblicità

Poi, ovviamente, ci sono le conversazioni inutili e dannose a cui diamo vita noi, o le battute che facciamo per sembrare simpatici a parenti che in realtà ci vedono unicamente come una sonda che drena reddito. Ecco, è ora di fermarci. Perché continuare a fare figure di merda e complicare la nostra immagine davanti alla famiglia a ogni festività non è poi una così grande idea.

Ecco altre 30 cattive idee, ovvero frasi che non dovremmo mai e poi mai pronunciare alla cena di Natale.

- "Merry Christian! Eheh."

- "La Profezia di Celestino è un libro new age del cazzo."

- "Non so ancora se l'anno prossimo tornerò a casa per Natale."

- "ESGHEREEEEE!"

- "In questo paese c'è ancora gente che guarda i programmi di Barbara D'Urso."

- "Le materie umanistiche ti insegnano a pensare, zio."

- "Michi, fai vedere alla mamma quel video che mi hai mandato l'altro giorno su WhatsApp. Eheh!"

- "Comunque se torna [politico X] questo paese è veramente finito."

- "Papà, anche la cosa che hai appena postato su Facebook è una bufala."

- "Per ora sto benissimo così. Dopo vediamo." [Riferito alla questione cibo]

- "Per ora sto benissimo così. Dopo vediamo." [Riferito alla questione celibato]

- "Per ora va benissimo così. Dopo vediamo." [Riferito alla questione lavoro precario]

- "Fammi il nome di qualche trentenne che è riuscito ad accedere a un mutuo."

- "Mamma, qui dentro c'è carne?"

- "Una coppia aperta. Siamo liberi di vedere altre persone, insomma."

Pubblicità

- "Oscar Giannino ce la poteva fare."

- "Secondo me la riflessologia plantare è una cazzata."

- "Secondo me Tisanoreica è una cazzata."

- "Alla fine ci sta l'idea del tablet per la nonna. Posso farle vedere io come si usa."

- "Che fine ha fatto Ricky Memphis?"

- "Basta con questa storia della droga nel bicchiere. Secondo te la droga te la regalano?"

- "Oh… ma Gigio Dollar-umma?"

- "A volte penso che vorrei essere figlio unico."

- "Mamma, qui dentro c'è del formaggio?"

- [Al cugino] "Ti ricordi quella volta che da piccoli abbiamo dato al criceto le pastiglie del nonno?"

- "Non hai davvero mai sentito parlare di 2 Girls 1 Cup?"

- [Alla sorella] "No ma quella storia del criceto era una cazzata, è morto di vecchiaia. Giuro."

- "Non è proprio teatro-danza. È più una specie di installazione umana, o se vuoi un'esperienza sensoriale con l'argilla. Abbiamo affittato questa piccola casa del popolo. Uno spettacolo molto materico. Molto attuale. Ma vuoi i biglietti…"

- "Siamo ancora schiavi di D'Alema in Italia."

- "E ANCHE QUESTO NATALE SE LO SEMO LEVATO DA E PALLE!"

Segui Niccolò su Twitter