Pubblicità
Music by VICE

Foto di rave illegali a Londra

Scattare foto ai rave è vietato, ma questa fotografa se n’è fregata e ha condiviso con noi il suo archivio di immagini dalle migliori feste londinesi.

di Nana Baah; traduzione di Giacomo Stefanini
30 luglio 2019, 11:08am

Sergio e Soul. Tutte le foto sono di Claire McIntyre.

Se ti è mai capitato di farti fare una foto a un rave, saprai che si viene sempre malissimo. La t-shirt è lucida di sudore, gli occhi guardano in tre direzioni diverse e la mandibola è aggrappata all'arco sopracciliare. È quel tipo di cosa che dovrebbe esistere soltanto per 24 ore in una Instagram Story solo per gli "amici più stretti". Ti sei divertito, ma, mi spiace, facevi schifo.

Eppure, in qualche modo, la fotografa Claire McIntyre è riuscita a far sembrare anche i rave più sudati e claustrofobici stranamente belli. Nel corso degli ultimi due anni, Claire ha raccolto testimonianze delle sue serate a due rave di Londra est. Qui ha trovato un po' tutti, dagli studenti di arte con la puzza sotto il naso a una mamma di tre figli che usa le feste come rifugio dove dedicare un po' di tempo a se stessa. Claire dice di considerare questo archivio "una cosa da mostrare ai miei bambini un giorno".

Le ho telefonato per parlare di come le barriere di classe si annullano ai rave e del perché molti li preferiscono alle normali serate nei club.

VICE: Ciao Claire. Come hai iniziato a fotografare i rave illegali?
Claire McIntyre: Ho iniziato fotografando la scena dei club techno. Di solito non è permesso fare foto in quei posti, è vietato usare telefoni e fotocamere, così mi portavo una piccola macchinetta analogica. Nessuno la notava perché nessuno sapeva cosa fosse. A forza di fare foto così ho conosciuto un po' di gente che organizzava warehouse party e ho iniziato a fotografare anche loro.

Come facevi a non farti sgamare usando il flash al buio?
Non faccio le tipiche immagini da dancefloor. Piuttosto chiedo alla gente "Hey, possiamo andare nel corridoio?" A volte mi ignorano e continuano a ballare, altre volte mi seguono in una zona più tranquilla.

ClaireMcIntyre Illegal Raves
Gente che si fa i palloncini al Bow. 2019

Parlami dei rave. Come vengono organizzati?
Di solito sono organizzati da collettivi. Sono persone che hanno lavori normali, ma nel tempo libero mettono in piedi queste cose con le proprie forze soltanto per amore della musica e della cultura. A volte ci chiedono di aiutarli a trovare un capannone o un posto da affittare, ma a volte la polizia li caccia.

Come fanno a evitare la polizia e comunque pubblicizzare l'evento?
Viene tutto coordinato tramite eventi su Facebook e messaggi. Non si sa mai quale sia la location in anticipo. Verso le 10 della sera stessa comunicano il codice postale, o mandano una mappa con le indicazioni.

Coke-boys-Waves

Coke-boys-Waves-2

Chi si trova di solito ai rave di Londra est?
È una fascia molto varia della popolazione, cosa che trovo molto interessante. Ho fatto festa con tipici giovani di Londra est, ma anche con avvocati e un pediatra con cui mi becco molto spesso. È uno spettro variegato di persone: puoi trovare rifugiati e in certi casi anche parlamentari; il tipo di persone che mi dicono che non dovrebbero essere lì. È totalmente aperto a chiunque.

E come funziona?
Per me è davvero affascinante, perché ci sono persone in cui non ti imbatti nella vita di tutti i giorni, e distrugge completamente le barriere tra classi. Penso che siano piccole gemme che sono davvero importanti per Londra, una città ancora molto segregata in base alle classi.

Crew-walking-from-Point-to-Hackny-Wick-boat-after-party

E queste feste sono sempre a base di techno?
Sì, una è un po' più "heavy" – quello che ti aspetti da una festa techno. Ma nell'altra c'è più roba sperimentale e non molto pulita; può diventare difficile mantenere la concentrazione. È tipo ket house – ketamine house. C'è una droga diversa per ogni party, ma è sempre elettronica.

Perché pensi che la gente preferisca i rave ai soliti club?
Non c'è la security all'ingresso quindi devi solo pagare 10 o 15 sterline e sei dentro. Per quanto riguarda le droghe e cose del genere, è tutto permesso quindi non devi andare in bagno per consumarle in segreto. Tutti sono disposti a condividere. Ma non sono qui per promuovere il consumo di droghe [ride].

Però sembra un posto più sicuro per consumare droghe.
Già, è quello che sto cercando di dire. Ognuno è pronto ad aiutare gli altri e nessuno va in paranoia perché la security potrebbe buttarti fuori. Ci sono solo alcune persone pagate per controllare che nessuno rubi i soldi destinati ai DJ.

1564997333879-2PRetty-lady

Qual è stata la più bella location che hai visto?
Di solito fanno piuttosto schifo, a essere sincera – sono solo dei capannoni. Però sono stata a un rave su una barca a Hackney Wick un paio di volte, quello è carino. Lo organizza una coppia anziana che ha deciso di lasciar usare la propria barca per le feste.

Quali sono le persone migliori che hai conosciuto e fotografato alle feste?
C'è un vecchio tizio italiano che sostiene di essere un mafioso. Nella foto indossa un abito grigio e una bombetta. E un'altra donna, madre di tre figli, che è super tranquilla e vedo a tutte le feste. È strano perché fa una vita super normale, ma ne vive un'altra di notte. È un posto davvero sicuro e la gente è molto rispettosa – l'unica cosa è che probabilmente vedi più droghe di quante ne vedresti durante una serata normale.

@nanasbaah / @clairemmcintyre

Una versione di questo articolo è stata pubblicata su VICE UK.

Tagged:
Noisey
rave culture
foto rave
rave londra