Pubblicità
Motherboard Homepage

Un hack televisivo ha causato la crisi diplomatica in Medio Oriente?

Dei presunti hacker sono penetrati in una stazione televisiva per trasmettere e twittare fake news, provocando così un grosso incidente diplomatico.

di Lorenzo Franceschi-Bicchierai
06 giugno 2017, 4:13pm

Questo lunedì, l'Arabia Saudita, l'Egitto e altri tre stati arabi hanno bruscamente reciso le loro relazioni diplomatiche con il Qatar, isolando virtualmente il piccolo e ricco paese e scatenando una crisi diplomatica non indifferente per il Medio Oriente.

Le tensioni tra questi stati arabi e il Qatar sono crescenti ormai da anni a causa della presunta vicinanza del Qatar ai gruppi terroristi islamici. Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso, che ci si creda o no, potrebbe essere stata fornita da degli hacker e dalle fake news.

Il 23 maggio, la news agency di proprietà governativa Qatar News Agency (QNA) ha trasmesso un servizio sul leader del paese, lo Sceicco Tamim bin Hamad Al Thani, e su un suo discorso durante una cerimonia di consegna di diplomi militari. In pratica, il servizio mostrava una serie di frasi dello Sceicco che definiva le relazioni del Qatar con Iran e Israele come 'forti' e 'buone', secondo il The Washington Post. Nello stesso tempo, QNA ha cominciato a pubblicare citazioni simili su Twitter.

Qui si possono vedere due diversi tweet. Quello a sinistra è un vero tweet di QNA, inviato da ciò che sembra essere una app customizzata chiamata QNAnewstweets, mentre quello sulla destra è un tweet falso postato da alcuni presunti hacker, secondo un ricercatore in ambito security della zone e secondo l'analista John Arterbury.

Le frasi su Israele e le buone parole per l'Iran — entrambi nemici storici dei sauditi — potrebbero essere state viste come uno schieramento del Qatar contro i suoi alleati nel Golfo.

Continua a leggere su Motherboard: Un hack televisivo ha causato la crisi diplomatica in Medio Oriente?