Cultura

Vincenzo Pipino, il 'ladro gentiluomo' più famoso d'Italia

Ha rubato quintali d'oro e molte opere d'arte—ed è finito varie volte in carcere—ma dice di averlo fatto per dare tutto ai poveri e senza mai aver usato violenza.
12 agosto 2020, 10:19am

“Rubare ai ricchi ricchi non è un peccato,” dice Vincenzo Pipino, definito 'ladro gentiluomo’ di Venezia e diventato celebre per i furti di quintali d’oro, centinaia di carati di brillanti e pietre preziose, ma anche per la sua filosofia del “prendere ai ricchi per dare ai poveri.”

Ora in pensione e dopo vari arresti, ci ha raccontato la sua storia: quando a otto anni si è trovato per strada, quando il Canaletto ha “rubato lui” e come ha capito che “il denaro è del diavolo, e rubare una sfida tra me e l’impossibile.”

Su Pipino, leggi anche la nostra intervista: