Foto di Francesco Faraci.

Cinque canzoni che ci ricordano casa

Booku Ndal è una brocca da cui si beve tutti insieme. È questo il nome che abbiamo scelto per il nostro trio rap.

|
mag 29 2017, 6:59am

Foto di Francesco Faraci.

Questo articolo è parte della nostra serie I nuovi vicini, in cui giovani rifugiati stabilitisi in vari paesi d'Europa contribuiscono alla produzione editoriale di VICE attraverso le loro storie. Per saperne di più, leggi la lettera dell'editore.

–––

I BOOKU NDAL sono un trio rap. Mbay Fall, King Size e Mpj City hanno formato il gruppo nel 2016, dopo essersi conosciuti all'interno dell'Associazione Asante di Palermo.

Booku Ndal è una brocca da cui si beve tutti insieme. Abbiamo scelto questo nome perché ci piace questa idea di comunità. Siamo diventati amici ascoltando musica insieme, e da lì abbiamo cominciato a fare qualsiasi cosa insieme. Poi a Mbay Fall è venuta l'idea di fare musica come una crew, ci abbiamo provato e dopo la nostra prima esibizione di fronte a un pubblico vero ci siamo detti: "Perché non farlo seriamente?"

Ad oggi abbiamo scritto tre pezzi. I testi li scriviamo in quattro lingue diverse: mandinka, fula, wolof e italiano. In attesa di potervi far sentire un nostro pezzo, qui sotto trovate una playlist delle nostre canzoni preferite—quelle che ci portiamo da casa e che non abbiamo mai smesso di ascoltare.

ST Gambian Dream fr Jalimadi NNA
Scelta da Sarjo, aka King Size, che ha 17 anni e viene dal Gambia.

Ho scelto questa canzone perché parla del rapporto fra madre e figlio. S.T. parla di quanto sua madre sia importante nella sua vita e di tutte le difficoltà che ha dovuto affrontare, da quando lui era un bambino sino ad oggi. La missione che deve prefissarsi un uomo nella vita è quella di aiutare la propria madre, di darle una vita migliore di quella che lei ha dovuto sopportare crescendoti.

Io adoro mia madre, la amo. E ogni volta che ascolto questa canzone penso a lei. Ho anche incontrato personalmente l'artista, ci siamo conosciuti prima che io partissi per l'Italia.

Kash Bizi Gambian Flow (Street Video)
Scelta da Momar, aka Mbay Fall, che ha 17 anni e viene dal Senegal.

Questa è senza dubbio la mia canzone preferita. Anche perché io facevo parte della Bizi Gang (nel video ci sono anche io), e quindi mi ricorda anche tutti i miei amici della Gang. Ci divertivamo davvero un sacco a scrivere e cantare i nostri pezzi. Così quando ascolto questo mi ricordo loro, il mio paese e quei tempi. E mi sento bene.

Big mo sa ma yaye boy
Scelta da Ismaila, aka MPJ City, che 17 anni e viene dal Senegal.

Ovviamente anche io ho scelto questa canzone perché è una di quelle che più mi ricorda le giornate passate con il mio gruppo di amici, in Senegal. Ma credo che sia molto importante perché racconta di quanto sia complicato sopravvivere per una famiglia in cui muore il padre, lasciando così la madre da sola con i figli.

Sai, sopravvivere in questo modo non è facile, soprattutto in un paese povero. Per fortuna nella mia vita non mi è capitata una cosa come questa [ perdere il padre], eppure ascoltare questo pezzo mi fa sempre riflettere molto.

SCELTI DAI BOOKU NDAL

X-Press Reer

Gli X-Press sono un gruppo famoso in Senegal. Abbiamo scelto questa canzone perché parla di quanto sia facile commettere degli errori da giovani. Errori che poi però rischiano di condizionarti l'intera vita. Quindi la canzone parla anche del rimpianto per aver fatto errori poi irrimediabili.

Proprio per questo motivo è importante ascoltare tutte quelle persone che provano a fermarti prima che tu faccia delle stupidaggini. Purtroppo però quando si è giovani si pensa che quelle persone siano solo dei rompiscatole. È solo col tempo che capisci che i veri amici erano quelli capaci di dirti "NO".

Chris Brown - Next To You ft. Justin Bieber

In teoria questa canzone è scritta per una ragazza. Noi però la consideriamo un po' come la nostra canzone: siamo un gruppo, lo saremo sempre. Per questo quando la canzone dice "Niente potrà mai mettersi tra noi/sarò lì accanto a te/proprio accanto a te," è come se lo dicessimo l'uno all'altro.

Resteremo sempre uniti, e affronteremo tutto quello che ci capiterà, insieme. Come dice la canzone.

Firma la petizione dell'UNHCR per chiedere ai governi di garantire un futuro solido a tutti i rifugiati.

E vai qui per fare una donazione ad Asante, una onlus che assiste i giovani stranieri non accompagnati in Sicilia.

Per vedere altre foto di Francesco Faraci, vai sul suo sito.

Altro da VICE
Vice Channels