MIT

Le futuristiche maschere della morte stampate in 3D ad altissima definizione

Al MIT non ci si annoia mai.
02 dicembre 2016, 9:46am
Tutte le immagini: courtesy di Yoram Reshef

Create con una tecnologia di stampa 3D ad altissima definizione, una serie di "maschere della morte," chiamate Vespers, esplorano i confini complessi tra la vita e la morte. Vespers è un'idea di Neri Oxman e del Mediated Matter Group del MIT Media Lab, in collaborazione con l'azienda di stampa 3D Stratasys. Questa è la seconda serie della loro New Ancient Collection, e la serie è parte della mostra Fear and Love del museo del design di Londra che partirà nell'aprile 2017.

Pensato come una rivelazione dell'eredità culturale e una contemplazione della perpetuazione della vita in prospettiva sia culturale che biologica, la collezione include 15 maschere ed è divisa in tre sottocategorie: Passato, Presente e Futuro.

006.jpg

Al momento, Presente è l'unica sottocategoria disponibile. Basata su un progetto precedente, dal titolo Lazarus, la serie è formata da modeling di materiali volumetrici ad alta risoluzione. Disegnata per mescolare le strutture presenti in natura, Presente _impiega il graduale sviluppo del ruolo di una maschera della morte come un "cimelio culturale simbolico" nel _Passato e comeuna "interfaccia funzionale biologica" nel Futuro. "Va oltre la superficie esterna e il volume interno della maschera, interpretando al contempo il viaggio dell'anima," ha spiegato Neri Oxman.

lol.jpg

Passato e Futuro verranno rilasciati a breve. La prima sarà ispirata alle maschere antiche, indagando la vita attraverso le lenti della morte. Incastonata con minerali naturali come bismuto, argento e oro, le cinque maschere useranno le combinazioni di colori che si trovano comunemente nelle pratiche religiose di diversi periodi e regioni. La terza serie esplora un nuovo ciclo di vita e la nozione di continuazione. "Prive di espressioni culturali e quasi incolori, queste maschere sono paradossalmente le più vive tra le tre serie," dice Neri Oxman a proposito di Futuro. Ruotando attorno alla morte e alla rinascita, la serie "guiderà dei microorganismi viventi attraverso piccole caratteristiche spaziali dentro l'artefatto della morte," dice Oxman.

011.jpg

Per produrre le maschere, Oman e il suo team hanno processato dei dati per generare dei modelli 3D e poi stamparli ad alta risoluzione con Objet500 la Connex3 Color Multi-Material di Stratasys. "Il nostro progetto ci ha spinti a inventare dei tool di design computazionale e nuove tecnologie," ha spiegato Oxman. "In quel senso, la relazione tra le nostre ambizioni progettuali e le tecnologie che le rendono possibili è stato, be', 'non-platonico'. Cerchiamo opportunità nel design dove la tecnica definisce un'espressione, ma anche dove l'espressione definisce una tecnica."

002.jpg
005.jpg
0010.jpg
003.jpg

Per saperne si più su Vespers, andate qui.