FYI.

This story is over 5 years old.

L'industria del porno contro GitHhub

I sistemi anti-piracy non sembrano fare differenza tra "cock" e "code."
8.1.15

​Le aziende di produzione di porno sono coinvolte in un duro scontro sul copyright ai danni di alcuni siti di torrenting con URL che contengono specifiche parole chiave—come "thrust" o "glob-watcher". E GitHub, un sito molto popolare per programmatori che permette a professionisti e dilettanti di collaborare per creare software open-source, si è ritrovato coinvolto in questa operazione.

TorrentFreak ha riportato che  alcune notifiche sulla violazione del copyright, inviate a Google da parte di compagnie che rappresentano l'industria del porno, hanno fatto sì che decine di URL GitHub venissero rimossi ingiustamente dai risultati di ricerca.

Pubblicità

Tra gli URL ritenuti offensivi c'erano pagine di supporto di GitHub, interi archivi di codici e profili di utenti. Tomasz Janczuk, ex impiegato Microsoft, si è ritrovato una parte del suo archivio GitHub rimosso dai risultati di ricerca di Google dopo una lamentela del 20 dicembre inoltrata da Takedown Piracy LLC, una compagnia che rappresenta Adam & Eve, una società di produzione di film porno.

Secondo quanto afferma Janczuk, la rimozione di pagine GitHub dai risultati di Google potrebbe danneggiare la comunità di software open source, riducendo la sua visibilità online.

"La rimozione di contenuti di GitHub o la riduzione della sua visibilità potrebbe avere un impatto grave sulle compagnie e sugli individui che partecipano al modello open source," mi ha detto Janczuk in una mail, "dal momento che l'alta visibilità dei contenuti del software open source è una parte fondamentale delle strategie di marketing."

L'URL di Janczuk, "https://github.com/tja nczuk/edge," pare fosse troppo simile a The Edge, un film a luci rosse del 2001 prodotto dalla Adam & Eve.

Le case di produzione di porno non sono le sole ad agire in questo modo: un numero di richieste che facevano riferimento a parole chiave sono state inviate nel 2014 anche da Total Wipes Music Group, una società anti-pirateria che rappresenta alcune etichette minori, che avevano come bersaglio delle pagine GitHub, alcune delle quali sono state rimosse.​

Pubblicità

Le richieste inviate da società anti-pirateria per conto di alcuni produttori di porno hanno puntato principalmente siti di torrenting, e GitHub si è ritrovato coinvolto: un rappresentante della compagnia ci ha detto che è accaduto perché GitHub viene costantemente segnalato nei loro sistemi poiché sono stati scoperti archivi contenenti link a siti di torrent. Gli URL legittimi si sono trovati in mezzo a questa operazione. Secondo la compagnia, questo problema di software è stato corretto.

Total Wipes, da parte sua, si lamenta dei siti senza fare distinzioni, basandosi soltanto sulle parole chiave, arrivando a colpire anche istituzioni come il MoMA o Wikihow.

Non è la prima volta che GitHub riceve richieste di rimozione di contenuti coperti da copyright, e la compagnia ha un archivio dove si tiene nota di ogni notifica di rimozione ricevuta negli ultimi quattro anni.

Decine di richieste di rimozione DMCA ricevute da GitHub sono state inviate da compagnie come Sony e Instagram, ma nessuna da quelle società in questo momento sta bombardando Google con richieste di rimozione.

Il motivo più probabile per cui questo accade è che la policy DMCA di GitHub richiede che gli utenti vengano avvisati delle lamentele inviate contro di loro e sia dato loro il tempo di risolvere il problema. Google, tuttavia, ha a che fare con un numero enorme di richieste di rimozione DMCA, ne ha ricevute 345 milioni solo nel 2014.

Pubblicità

Nonostante Google affermi di affrontare singolarmente ogni richiesta e di "fare del suo meglio" per avvisare gli utenti delle richieste di rimozione, gli utenti di GitHub con cui ho parlato non erano stati avvisati delle lamentele contro i propri contenuti.

"Non ne avevo la minima idea, è questa la cosa più scioccante," ha detto Nicky Case, sviluppatore di Nothing to Hide, un gioco indie open source bersaglio di Total Wipes per il fatto di contenere la parola "hide" nel suo URL di GitHub. La pagina di Nothing to Hide, tuttavia, non è stata rimossa dai risultati di Google.

"Se il mio archivio GitHub fosse stato meno famoso probabilmente non mi sarebbe andata così bene," ha continuato Case. "Ma rimane un fatto pericoloso per molti altri programmatori e artisti—io sono stato fortunato."

Senza essere a conoscenza di una richiesta di rimozione DMCA da parte di Google un individuo non può sapere di dover inviare una contro-notifica, ovvero il primo passo della pratica per far sì che i propri contenuti tornino tra i risultati di ricerca di Google.

Né Google né Github hanno risposto alla richiesta di Motherboard di commentare la vicenda, aggiorneremo l'articolo quando ci risponderanno.