Un medico parla dei modi in cui si può morire per overdose

Dagli stimolanti agli oppioidi fino all'alcol, morire di overdose non vuol dire sempre la stessa cosa. E Sam Gutman, medico del pronto soccorso, ci ha spiegato in che senso.

|
10 ottobre 2016, 4:28am

Dal documentario di VICE sui giovani consumatori inglesi di spice.

La prima cosa che mi ha spiegato Sam Gutman quando gli ho chiesto di parlarmi di overdose è che il termine "overdose" è di per sé fuorviante.

"'Overdose' implica che ci sia una dose terapeutica, che funziona, e che tu abbia preso più di quella dose—ma quando parliamo di droghe non esiste una dose terapeutica," mi ha detto Gutman, un medico del pronto soccorso canadese e fondatore del Rockdoc Consulting, agenzia che si occupa di riduzione del danno soprattutto nell'ambito dei festival musicali.

"Le droghe sono tutte dannose, pericolose e potenzialmente letali."

Ancora più pericoloso è il fatto che raramente sono pure, mi ha detto, e che tutti rispondono in modo diverso alle varie componenti chimiche. In più, chi va in overdose spesso ha in corpo un mix di sostanze.

Detto questo, le diverse famiglie di droghe causano sintomi specifici, in caso di overdose. Abbiamo chiesto a Gutman di spiegarci questi sintomi e come possono portare alla morte.

ALCOL

Il fegato riesce a metabolizzare l'alcol alla velocità di circa un drink all'ora, ma la maggior parte di noi trangugia ben più in fretta.

Non c'è bisogno di dire che se bevi troppo in fretta ti viene da vomitare, ma questo è, in realtà, un segnale che ti stai intossicando, ha detto Gutman.

"È quando vomiti che qualcuno ti dirà che 'Hai bevuto troppo.' Perché non ti stai più divertendo e non sei più allegro e disinibito, e cominci a sentirti nauseato e sul punto di perdere i sensi."

A questo punto, il tuo corpo ha perso la capacità di eliminare le tossine dell'alcol, mi ha spiegato.

"Diventa un problema quando mette a repentaglio la salute, per esempio se vomiti e aspiri mentre stai vomitando, e allora il vomito ti entra nei polmoni. È un po' la famosa morte da rockstar, ti soffochi con il tuo vomito."

Anche se può sembrare un cliché, Gutman mi ha detto che soffocare nel proprio vomito è veramente il maggior rischio che si corre in caso di intossicazione da alcol, insieme alle lesioni che possono derivare dalla guida, dalle cadute e altri incidenti.

OPPIOIDI (EROINA, CODEINA, FENTANYL, OSSICODONE)

Ci sono recettori per gli oppioidi in tutto il corpo, mi ha spiegato Gutman, e ogni organo è influenzato in modo diverso da questa classe di droghe. In caso di overdose, il problema maggiore è la depressione respiratoria.

"Ti rallenta il ritmo respiratorio fino al punto in cui non arriva più ossigeno al cervello... Non c'è abbastanza ossigeno che arriva al sangue e non c'è abbastanza ossigeno che di conseguenza arriva ai vari organi."

Ed è allora che si muore di arresto respiratorio.

Per quanto riguarda l'eroina, l'overdose è molto più comune tra i consumatori che si iniettano la sostanza, perché in questo caso non viene filtrata—va dritta nel flusso sanguigno, e di solito in una dose molto più massiccia di quando la fumi.

Per disinnescare gli effetti di un'overdose di oppioidi, Gutman mi ha detto che la prima cosa da fare è la respirazione bocca a bocca, per far tornare al lavoro i polmoni, e poi somministrare un antidoto come il naloxone, che blocca i recettori di oppioidi del corpo.

Gli effetti del fentanyl, che è 100 volte più potente della morfina, sono più difficili da contrastare, ha aggiunto Gutman.

"A quel punto hai bisogno di almeno dieci volte tanto naloxone per annientare gli effetti," mi ha detto. "E la vittima potrebbe ricadere nell'arresto respiratorio, perché gli effetti del fentanyl durano più di quelli del naloxone."

STIMOLANTI (COCAINA, CRACK, SPEED, CRYSTAL METH)

Gli stimolanti aumentano la pressione del sangue e il ritmo cardiaco, perciò, e immagino non sia una sorpresa, causano arresto cardiaco.

"Gli stimolanti fanno sì che al muscolo cardiaco non arrivi abbastanza ossigeno, e allora il rischio è di avere un attacco di cuore," mi ha detto Gutman. Il cuore può anche smettere di battere, o battere in modo irregolare.

Un altro segnale dell'overdose da stimolanti sono le lesioni che derivano dall'iperstimolazione del cervello o dal surriscaldamento eccessivo del corpo.

E poi c'è la vecchia psicosi.

"Ovvero quelli che sono—be', psicotici: corrono in giro, vedono cose, diventano aggressivi o hanno allucinazioni, si buttano da un ponte perché pensano di saper volare."

Quando gli ho chiesto se gli stimolanti sono più pericolosi delle altre sostanze, Gutman non si è fatto pregare.

"La cocaina è il peggio, per quanto mi riguarda," ha risposto. "Perché la gente ha un falso senso di sicurezza sulla cocaina, perché è in giro da sempre ed è 'normale', ma può causare lesioni, attacchi di cuore, dolore al petto, e puoi diventare psicotico e paranoico." E può anche essere una cattivissima consigliera, perché mischiarla con l'alcol può farti fare decisioni poco intelligenti.

MDMA

Tecnicamente l'MDMA è un allucinogeno stimolante, ma in generale "non puoi avere idea di quello che stai assumendo."

"Raramente quella che compri in giro è pura," mi ha detto Gutman. "Molto spesso è tagliata con altri stimolanti o sostanze varie, alcune delle quali sono molto dannose perché aumentano la temperatura corporea e causano lesioni."

Uno dei modi più terribili di morire di MDMA è bere troppa acqua, secondo Gutman.

La droga induce una sete terribile, e questo, combinato con l'idea comune che quando sei fatto di MDMA sia importante continuare a idratarsi, può portare a quella che si chiama ipnoatremia—ovvero, il sangue è troppo diluito.

"A quel punto il cervello annega, e rischi di morire," ha detto.

"Il cervello è nel cranio, e il cranio ha un volume fisso. Se il cervello comincia a gonfiarsi, comincia a schiacciare sulla base e letteralmente... danneggi lo stelo cerebrale e muori."

Puoi anche morire per ipertermia.

ALLUCINOGENI (LSD, FUNGHI)

Un'overdose da allucinogeni significa psicosi, allucinazioni e paranoia. Anche se non sono mortali, possono essere "terribili," dice Gutman.

"A volte gli effetti sono di lunga durata, ben oltre la durata effettiva del trip. Puoi rimanere sotto gli effetti per molto, molto tempo."

ALTRO (KETAMINA, GHB)

Come l'alcol, entrambe queste droghe possono farti svenire e soffocare nel tuo vomito.

Il K-hole, la condizione per cui ti senti dissociato dal tuo corpo, di solito non causa la morte anche se "potrebbe essere segnante in modo permanente, da un punto di vista psicologico," spieha Gutman.

Gutman aggiunge che il problema con GHB è che è imprevedibile e in termini di dosaggio, il confine tra la botta e il momento in cui diventa pericoloso è molto labile. "Potresti essere molto in botta un minuto e il momento dopo in coma. Poi semiconscio, poi di nuovo in coma."

I consumatori passano dal coma alla veglia in modo imprevedibile, nel corso di un tempo variabile tra le tre e le 12 ore dopo l'assunzione.

Gutman mi ha detto che, ai festival in cui la sua compagnia presta i suoi servizi medici, ci sono squadre apposite che circolano tra gli spettatori e controllano che le persone addormentate non siano, in realtà, intossicate.

"Li svegliano, proprio, per essere certi che possano svegliarsi. Perché non c'è modo di saperlo altrimenti."

MARIJUANA

No, l'erba non ha ancora ucciso nessuno di overdose.

Segui Manisha Krishnan su Twitter

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia: