Il salumiere anticamorra costretto a chiudere dopo un’intervista a "Chi l’ha visto?"

Ciro Scarciello aveva parlato in tv della pressione dei clan su Forcella. Ma in poche settimane è stato prima minacciato, poi usato come simbolo antimafia, e infine dimenticato.
1.8.17

Le strade sono strette al limite della praticabilità. Nei vicoli che circondano la stazione centrale di Napoli si riesce a passare solo a piedi o col motorino.

Forcella è una zona popolare nota per il mercato rionale della Duchesca, una sorta di buco nero dove puoi trovare di tutto—dalle borse contraffatte all'oggettistica casalinga.

Gli ambulanti sono una cifra distintiva. Arrivano di primo mattino, aprono le bancarelle. I più precari stendono un lenzuolo a terra e adagiano sopra borse, cinture, portafogli. Tutte "perfette imitazioni dell'originale," si legge su un cartello scritto a penna.

Qualcuno dice che questa zona di Napoli è ormai un suq. Altri quasi non ricordano Forcella senza bancarelle e merce abusiva. "Sarebbe come guardare la cartolina senza il Vesuvio," dice un parcheggiatore della zona.

Continua a leggere su VICE News: Il salumiere anticamorra costretto a chiudere dopo un'intervista a "Chi l'ha visto?"