Tutte le persone che potrebbero diventare il nuovo leader della sinistra

Ora che Renzi e il Partito Democratico sembrano sul viale del tramonto, chi guiderà la sinistra italiana?

|
16 marzo 2018, 5:00am

Carlo Calenda, Paolo Gentiloni e Ghali. Immagini via: Facebook / FacebookYouTube.

La disfatta del centrosinistra alle ultime elezioni è stato come osservare un incidente stradale al rallentatore, con la differenza che sapevamo cosa sarebbe successo ancor prima di metterci in macchina e con la maratona Mentana al posto dell'urto.

Dopo aver ottenuto il peggior risultato della storia del centrosinistra, il Partito Democratico si trova nella situazione di dover ammettere la sconfitta, cambiare qualcosa e ripartire. Maurizio Martina è diventato una sorta di reggente temporaneo mentre uno stuolo di pretendenti si prepara a disputarsi l'eredità di Renzi (che nel frattempo si è dimesso da segretario) come i diadochi alla morte di Alessandro Magno.

Da questa lotta potrebbe uscire il nuovo leader della sinistra italiana. Ecco una piccola e non esaustiva lista di personaggi papabili.

PAOLO GENTILONI

Paolo Gentiloni è il più indicato ad assumersi quest'onere per diversi motivi, che abbracciano il suo presente di figura istituzionale in grado di tranquillizzare un po' tutti e il suo passato di agitatore rivoluzionario (non a caso si sente invocare un "golpe Gentiloni" per superare lo stallo politico in nome della governabilità).

Gentiloni potrebbe essere il nome giusto da cui ripartire se il centrosinistra decidesse di fare la pazzia e appoggiare un qualche tipo di governo di larghe intese per "responsabilità" contro i populisti. A quel punto tutta la gente che sta scrivendo status ironici sul futuro Ministero della Verità tirerebbe un sospiro di sollievo per qualche anno, giusto in tempo per vedere il PD prendere gli stessi voti di Free Flights to Italy alle elezioni successive.

Possibilità che diventi il nuovo leader della sinistra italiana: 4/10

CARLO CALENDA

Carlo Calenda ha preso la tessera del PD la settimana scorsa, negli stessi giorni in cui io scrivevo una mail al partito molto minoritario che ho votato chiedendo come tesserarsi. Questo mi ha portato naturalmente a empatizzare con lui (e a venire salvato come "Calenda" nelle rubriche dei miei amici).

Con la sinistra Calenda c'entra relativamente poco, ma usa Twitter e sapere usare Twitter ti rende il nuovo Barack Obama. Il motivo per cui potrebbe diventare (o non diventare) il nuovo leader della sinistra italiana è che somiglia spaventosamente a Renzi per profilo e idee politiche, quindi dipenderà solo da cosa deciderà di fare il PD della sua vita e dei pochi voti che gli restano.

Se a sorpresa il PD decidesse di aver sbagliato tutto e di dover cambiare, scegliere uno come Calenda non avrebbe senso. L'unica possibilità per vederlo alla segreteria è che il PD scelga di fare come Seymour Skinner in quella famosa scena dei Simpson, dicendo: "no, sono gli elettori che sbagliano."

Possibilità che diventi il nuovo leader della sinistra italiana: 3/10

FABIO BORINI

Fabio Borini potrebbe diventare il prossimo leader della sinistra italiana? Io penso di sì. Dopotutto copre bene qualsiasi ruolo. Dopotutto ha già giocato persino terzino e non ha fatto completamente schifo. La domanda non è "perché?," ma "perché no?"

Se Borini venisse eletto segretario del PD non farebbe una piega e festeggerebbe mordendosi il palmo della mano. Se Borini venisse eletto segretario del PD andrebbe da Mattarella, lo chiamerebbe "mister" e gli direbbe che è pronto ad appoggiare un governo del M5S, che è pronto anche a fare il terzino pur di scendere in campo. Temo che questa sua irruenza potrebbe avere conseguenze negative per il partito sul lungo periodo, però sul breve giocherebbe a suo favore. Dopotutto, l'irruenza è stata uno dei motivi del successo di Renzi.

Possibilità che diventi il nuovo leader della sinistra italiana: 10/10

MARCO RIZZO

Il recente successo del film Lui è tornato (nonché dei partiti para-fascisti) è la prova inconfutabile della fascinazione degli italiani per gli uomini forti con lo sguardo severo e una scarsità di capelli mascherata da una dignitosa rasatura totale—e chi meglio di Marco Rizzo per cavalcare il trend? Aggiungeteci che non è solo di sinistra, è proprio comunista. Mi sembra la persona giusta per riportare il PD ai fasti del passato, a quando si chiamava PCI e stava sopra il 30 percento fisso.

Provate a immaginare un congresso dal PD da cui uscisse eletto come segretario Marco Rizzo. Primo atto della sua segreteria: convertire i circoli Arci in linee di produzione di carri armati T-34.

Possibilità che diventi il nuovo leader della sinistra italiana: 7/10

DARIO FRANCESCHINI

Franceschini è l'unica persona in questa lista a cui il mio cervello non riesce immediatamente ad associare un volto, non importa quanto a lungo guardi una sua foto. Franceschini è uno di quei nomi di cui conosci solo il significante e non il significato, un po' come Richard Ginori—lo sentivo sempre nominare dai rapper italiani, e solo dopo anni ho scoperto che non era una persona ma un'azienda che produce porcellane e sanitari da bagno. Se Franceschini dovesse diventare segretario PD succederebbe la stessa cosa.

Detto questo, auspico un governo di scopo a guida Franceschini per realizzare la Biblioteca Nazionale dell'Inedito e raggiungere così la piena occupazione (perché a quel punto tutti gli italiani disoccupati con un romanzo nel cassetto diventerebbero scrittori anche per l'INPS).

Possibilità che diventi il nuovo leader della sinistra italiana: 2/10

GHALI

Da ragazzino ho conosciuto personalmente Ghali e sono convinto che potrebbe essere un ottimo leader della sinistra italiana. Ne è convinto anche Roberto Saviano.

Tanto per cominciare Ghali è giovane ma per davvero, non come Renzi che ce l'hanno venduto come giovane quando in realtà aveva tipo 40 anni. Lui si che sarebbe un bel ricambio generazionale. E ha delle idee politiche piuttosto vaghe (che non è un male! il M5S ha preso il 30 percento dicendo "votateci e vi daremo, tipo, dei soldi") ma senza dubbio di "sinistra." E queste idee politiche sono abilmente sintetizzate in una canzone trap orecchiabile il cui video ha 47 milioni di views su YouTube. Il PD alle elezioni ha preso 6 milioni di voti. Se ho fatto bene i calcoli, con Ghali segretario può puntare al 75 percento.

Possibilità che diventi il nuovo leader della sinistra italiana: 100000/10

Segui Mattia su Twitter