Pubblicità
droghe

C'è una mappa che monitora i decessi per overdose in Italia

Si chiama GeOverdose, e indica il numero di vittime, le droghe che le hanno provocate e il contesto.

di Flavia Guidi
28 marzo 2018, 4:00am

Grab via GeOverdose.

Nel 2017 in Italia sarebbero morte di overdose 194 persone. Nel 2018, a oggi, 48. A riferirlo è GeOverdose.com, un sito che traccia le morti per overdose (ma anche i ricoveri e i decessi sospetti) in Italia, le posiziona su una mappa e fornisce dettagli sulle sostanze responsabili, il sesso, la provenienza e l'età media delle vittime.

I dati, spiegano le FAQ del sito, vengono raccolti a partire dagli "eventi acuti pubblicati in rete dovuti ad assunzione di dosi eccessive di droghe ed alcol," e per il 2018 si basano su una scansione quotidiana dei motori di ricerca.

Osservando la mappa si scopre che le città con più decessi per overdose nel 2017 sono state Venezia, Milano, Bologna, Arezzo e Torino, e che in generale la mortalità è più bassa nel Sud Italia; che la stragrande maggioranza dei decessi è riconducibile all’eroina (quasi l'80 percento); che circa il 90 percento delle vittime sono stati uomini e quasi tutti cittadini italiani.

Il sito, creato dai medici Salvatore Giancane ed Ernesto de Bernis, è un progetto del Gruppo di Interesse “Riduzione del Danno” della Società Italiana Tossicodipendenze e deriva dalla volontà di fornire un quadro aggiornato sulla situazione ad esperti del settore e non, e di favorire l’informazione per “attivare una risposta adeguata in termine di prevenzione”.

Come si legge su GeOverdose stesso, i numeri sulle morti di overdose in Italia non sono mai stati così “tranquillizzanti”. Ciononostante, i segnali di ripresa del mercato dell’eroina sono numerosi e rendono iniziative di questo genere particolarmente importanti.

Sull'eroina in Italia, leggi anche: