Free Britney Spears
Fan di Britney Spears a una protesta #FreeBritney

Abbiamo chiesto ai fan di Britney Spears perché hanno creato il movimento #FreeBritney

Da oltre 10 anni, Britney Spears è sottoposta a un processo di interdizione (conservatorship) che limita le sue libertà: i fan la vogliono liberare.

Da oltre 10 anni, Britney Spears è sottoposta a un processo di interdizione che limita il suo controllo sulle sue finanze, sulla sua carriera e la sua vita. Nonostante alcuni fan usino l’espressione “Free Britney” per esprimere contrarietà a questa cosa da sempre, nell’ultimo anno circa l’idea si è diffusa a livello globale e potrebbe comportare dei cambiamenti alla situazione della popstar.

Il grande momento per Free Britney è arrivato ad aprile scorso, quando un podcast intitolato Britney’s Gram ha condiviso un messaggio in segreteria da parte di un anonimo che sosteneva di essere un assistente legale che aveva lavorato sul caso di Britney. L’uomo sosteneva che i tutori costringevano Britney a sottoporsi a cure psichiatriche contro la sua volontà, accendendo la preoccupazione dei fan.

Pubblicità

Dall’uscita di quel podcast, Free Britney è diventato un vero e proprio movimento di protesta. L’hashtag #FreeBritney è stata più volte in cima alle tendenze dei social; una petizione su Change.org intitolata “Britney Spears: diritto al suo avvocato” ha raccolto oltre 250 mila firme; i fan hanno fatto pressione ai media perché parlassero del caso; celebrità come Cher, Miley Cyrus e Paris Hilton hanno espresso supporto; e, stando a quanto dichiarato dal padre di Britney, diversi membri della sua famiglia sono stati oggetto di persecuzione e minacce da parte dei sostenitori della campagna.

Free Britney Spears

Britney è interdetta dal 2008. La misura è stata introdotta dopo varie istanze di comportamenti preoccupanti che, grazie a una copertura mediatica a dir poco esaustiva, battute dei comici in TV e meme, conosciamo tutti molto bene (l’ombrello, la testa rapata, i ricoveri forzati, ecc.).

Pubblicità

L’interdizione ha messo suo padre, Jamie Spears, in controllo delle sue finanze, decisioni lavorative e di alcuni aspetti della sua vita quotidiana. Come riportava il New York Times nel 2016, “ogni banale acquisto [di Britney], da un caffè da Starbucks a una canzone su iTunes, è registrato su documenti legali come parte del piano per salvaguardare l’enorme fortuna che ha guadagnato ma di cui non ha controllo.” Le persone che le fanno da tutori sono cambiate un po’ di volte nel corso degli anni, ma le basi sono rimaste le stesse: Britney non controlla diversi aspetti chiave della sua vita.

Free Britney Spears

Tuttavia, Britney si sta impegnando per cambiare le cose. In alcuni documenti legali recuperati dal LA Times, il suo avvocato scrive che Britney “si oppone fortemente” a che suo padre rimanga l’unico tutore dei suoi affari e che l’interdizione “deve essere cambiata sostanzialmente per riflettere i grandi cambiamenti nel suo stile di vita attuale e i suoi desideri dichiarati.”

Oltre alla risposta online contraria all’interdizione, ci sono state alcune manifestazioni Free Britney anche fuori da internet, perlopiù a Los Angeles.

“Sono venuto qui oggi per dare il mio sostegno a Britney,” mi ha detto il fan Dustin Strand a una manifestazione fuori dal tribunale Stanley Mosk a Downtown LA. “Non abbiamo intenzione di restare in silenzio e permettere a queste persone di approfittarsi di te e siamo qui per assicurarci che tu ottenga la libertà che ti spetta.”

Pubblicità
Free Britney Spears

Un’altra fan, Leanne Simmons, mi ha detto che è la quantità di denaro che Britney genera a farle pensare che le persone che le stanno attorno non abbiano a cuore i suoi interessi. “Vale un sacco di soldi, e continua a esibirsi e a lavorare e a fare questi soldi,” ha detto, in riferimento ai vari concerti, ospitate in TV e uscite musicali in cui Britney è stata coinvolta dall’inizio dell’interdizione. “E lei non vede un centesimo. Non ha alcun controllo, davvero, sulle sue finanze.”

Britney non ha quasi mai parlato dell’argomento fino a poco tempo fa. Il suo commento più approfondito compariva nel documentario del 2008 For the Record.

“Non c’è entusiasmo, non c’è passione,” diceva della sua vita. “Ho dei giorni sì e dei giorni no… Anche quando vai in prigione sai che a un certo punto uscirai. Ma questa situazione non finirà mai. È come Ricomincio da capo tutti i giorni.”

Free Britney Spears

Leanne Simmons, supporter del movimento #FreeBritney

Sulla scia della crescente preoccupazione per le sue condizioni, Britney ha rassicurato i fan con un post su Instagram. “Sto cercando di prendermi un momento per me, ma tutte queste cose lo rendono difficile. […] la mia situazione è unica, ma giuro che sto facendo quel che è meglio per me in questo momento,” ha scritto in aprile. Ma alcuni fan non la bevono. “Non ha controllo sulla sua vita,” ha detto Strand. “Come fa a postare un video senza che loro ci mettano le mani? Questo è quello che penso quando Britney dice che sta bene.”

Pubblicità

Come più o meno chiunque abiti su questo pianeta oggigiorno, alcuni dei supporter della causa Free Britney si sono immersi nelle acque limacciose del complottismo.

Free Britney Spears

“Ultimamente carica questi video bizzarri su TikTok e Instagram,” mi ha detto un fan di Britney chiamato Clinton Cargile durante una manifestazione Free Britney. “Ce n’è uno in cui ha una rosa e un libro aperto sotto che dice Nicholas Nickleby, che è un libro di Charles Dickens su un giovane uomo a cui muore il padre e deve diventare economicamente responsabile per tutta la sua famiglia e poi si trasferiscono in città e lui va a lavorare per un uomo chiamato Squeers che accoglie bambini ripudiati dalle famiglie, prende i soldi dei genitori e si riempie le tasche mentre abusa di loro, li affama e li sfrutta. Quindi penso che stia lanciando richieste d’aiuto.”

Altri fan mi hanno detto che secondo loro Britney una volta ha mandato un messaggio in codice tramite il colore del suo outfit e che segue apposta 116 profili su Instagram perché 116 è 911 (il numero per le emergenze in USA) al contrario. Un uomo mi ha detto che la situazione attuale di Britney è stata predetta nella Cabala ebraica.

Pubblicità

Ma alcuni fan rifiutano le teorie del complotto. “Non mi interessano,” dice Elizabeth Denan, una fan che ha viaggiato da Philadelphia a LA per protestare. “Preferisco concentrarmi sui fatti e sul problema principale.”

Free Britney Spears

Britney sembra essere una persona estremamente riservata e, nel corso della sua vita da celebrità, si è lamentata spesso delle intrusioni nella sua vita privata. È comprensibile quando si pensa che tutto quello che la riguarda è stato oggetto di discussione pubblica, dalla verginità, al suo aspetto fisico, alle sue doti come madre.

La pressione di essere sempre sotto osservazione del pubblico e il bisogno di privacy sembrano anche essere tematiche costanti della sua musica: “Lei è così fortunata, è una star, ma lei piange, piange, piange nel suo cuore solitario” ("Lucky"); “Non mi serve il permesso per prendere le mie decisioni, perché non vogliono lasciarmi vivere” ("My Prerogative"); “Non importa se salgo sul palco o mi nascondo alle Filippine, continueranno sempre a mettere foto del mio didietro sulle riviste” ("Piece of Me").

Free Britney Spears

Una protesta #FreeBritney pre-COVID.

Mi chiedevo se tra i Free Britney ci fosse anche preoccupazione che il movimento potesse avere l’effetto contrario. Comunque una persona si senta mentalmente, doversi preoccupare di mandare inavvertitamente dei messaggi se si decide di indossare un certo colore, leggere centinaia di commenti sotto ogni post Instagram che l’accusano di essere un clone, o vedere gruppi di manifestanti con dei cartelli che chiedono che suo padre e i suoi soci in affari vengano mandati in prigione, potrebbe non essere molto piacevole.

Pubblicità
Free Britney Spears

Simmons ha detto di condividere alcuni di questi dubbi. “Mi preoccupo di certi commenti e dell’effetto che possono fare su chi li legge,” ha detto. “Se fossi Britney e leggessi alcune delle cose che la gente scrive, credo mi farebbe un po’ male. E non penso che sia una cosa buona per nessuno.”

“Non sono personalmente coinvolta nella [interdizione di Britney], nessuno di noi lo è,” ha aggiunto. “Alla fine della fiera, voglio quello che vuole Britney. Se lei desidera privacy, voglio che ce l’abbia.”

Free Britney Spears

Una protesta #FreeBritney prima dell'inizio della pandemia di coronavirus.

Free Britney Spears
Free Britney Spears

Free Britney Spears
Free Britney Spears

Segui Noisey su Instagram, YouTube e Facebook.