Pubblicità
Motherboard

Se hackeri il network di Apple cancella le tue cartelle chiamate "Hacky Hack Hack"

La polizia australiana ha tracciato un ragazzino dopo che la Apple aveva rilevato l'intrusione allertato l'FBI.

di Lorenzo Franceschi-Bicchierai
17 agosto 2018, 10:32am

Un ragazzo australiano è stato arrestato e denunciato per aver hackerato il network interno di Apple e aver scaricato dei dati privati.

Il ragazzo, il cui nome non è stato rilevato dalle autorità o dai media australiani, è apparso in tribunale a Melbourne questo giovedì. Secondo The Age, ha effettuato l'accesso al network interno di Apple diverse volte nel corso di un anno.

Non è chiaro se i dati a cui ha avuto accesso fossero particolarmente sensibile. La Apple ha beccato il ragazzo e allertato l'FBI, che ha lavorato con l'Australian Federal Police (AFP) per tracciare l'hacker. Le autorità hanno sequestrato due laptop, un telefono e un hard drive. Hanno scoperto una cartella su uno dei suoi computer chiamata "Hacky Hack Hack" secondo i report.

La Apple e l'AFP non hanno risposto alla mia richiesta di commento.

Questo arresto arriva mesi dopo che qualcuno aveva postato un codice sorgente di iPhone altamente sensibile su GitHub. In quel caso, il leaker originale era uno stagista che aveva condiviso il codice sorgente per iBoot, un componente chiave di iOS che carica il sistema operativo quando il telefono si accende.

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.