Pubblicità
Berghain

Questa donna si è travestita da uomo per imbucarsi al sex party più famoso del Berghain

Allo Snax, una festa fetish per uomini gay, le donne non sono ammesse.

di Cliff Joannou
15 maggio 2019, 6:15am

Foto per gentile concessione di Svetlana.

Provate a fare il nome di “Svetlana” a una qualsiasi grande festa del circuito gay internazionale ed è probabile che, se la persona con cui state parlando non è stata a uno dei suoi famigerati after-party, la conosca almeno di nome. La socialite di origine siberiana si è fatta una reputazione organizzando sex party in tutto il mondo, di solito dopo qualche grande evento di clubbing, quando dieci, 20 o più ragazzi si impadroniscono di un appartamento in affitto e fanno sesso fino al giorno dopo.

Svetlana ha scoperto la sua fissazione per il sesso gay quando si è ritrovata in un club di Londra nel 2001, dopo che la coppia etero che avrebbe dovuto vedere l'aveva piantata in asso. Ha partecipato a eventi gay-fetish fondamentali come l’HustlaBall, ma c’è una festa che è sempre sfuggita alla sua portata: lo Snax al Berghain, l'evento per soli uomini che si tiene due volte l'anno nel club più famoso di Berlino. Fino ad ora.

VICE: Lo Snax è il sacro Graal dei sex club gay.
Svetlana: Ci volevo andare tantissimo, ma l'ingresso è chiaramente solo per uomini. Avevo persino aperto un gruppo Facebook sullo Snax, quando ero proprio disperata, e ho cercato di contattare gli organizzatori. [Ho amici che conoscono alcune persone che ci lavorano], ma mi avevano detto di lasciar perdere, che non sarei mai potuta entrare.

Parlami del tuo travestimento per sembrare un uomo.
Più o meno dieci giorni prima del party ho, ho pensato: ‘Devo travestirmi, sembrare un uomo.' Ho ordinato una parrucca e una barba di capelli veri per 150 euro. Uno dei ragazzi del gruppo di Facebook mi ha parlato di un negozio di Amsterdam specializzato in articoli per cambiare genere, da donna a uomo, da uomo a donna. Avevano dei piselli protesici. Solo che per farlo arrivare per posta ci sarebbe voluto troppo. Dopo sette ore, finalmente ho trovato qualcuno che di lì a poco avrebbe fatto il viaggio da Amsterdam.

Ora, non scherzando, il tizio si chiamava Jesus! Quindi Jesus avrebbe portato il mio pene a Berlino da Amsterdam per Pasqua!

Poi in farmacia ho comprato delle bende per avvolgermele intorno al petto. All'inizio mi facevano malissimo, ma dopo un quarto d’ora stavo bene. Non mi ero resa conto che ci sarebbero volute alcune settimane perché mi consegnassero anche la parrucca, dato che era fatta su misura. Ho iniziato a correre per negozi in cerca di qualcosa, ma niente sembrava adatto. Era tutto roba sintetica e da poco, per donne.

berghain snax get in
Svetlana e la sistemazione della barba.

Non puoi indossare una parrucca di plastica allo Snax.
No, infatti! Così ho comprato una maschera di pelle nera da mettere sul viso—speravo di potermela cavare così.

La notte della festa, io e i miei amici ci siamo ritrovati nell'appartamento che avevamo preso in affitto a Kreuzberg. Ci stavamo preparando e abbiamo messo la barba con la colla. Un amico me l'ha sistemata un po', ed era venuta bene. Ma ho pensato, 'Se mi chiedono di togliermi la maschera, sono fregata.’ Poi è arrivato un mio amico con i capelli tirati su col man bun, e ho pensato: "Al diavolo, posso fare lo stesso, [portare i capelli raccolti e non indossare una maschera]. Devo solo guardare i buttafuori dritto negli occhi, aprire lo zaino perché ci diano un’occhiata e andrà tutto bene.’

E indossare il pene finto, anche.
Sì, quello era attaccato sotto la biancheria.

Eri nervosa, in coda?
No, ero tranquilla. Fumavo, parlavo con altre persone, sforzandomi di fare la voce un po’ più bassa.

Nessuno si è accorto che eri una donna?
No, nessuno. Ho fatto la coda per circa 45 minuti, sono arrivata all’entrata e mi hanno fatto passare. Nessun problema.

snax berghain
Svetlana, in disguise.

Quando sei entrata, cosa hai pensato?
Ho superato l'ingresso e sono arrivata in questo enorme spazio vicino al guardaroba dove i ragazzi si stavano cambiando. Mi sono imbattuta in un amico russo, Igor, che mi ha fatto fare un giro del club. Ero piuttosto curiosa mentre passavamo per le dark room. La tensione, l'energia sessuale, era quello che mi aspettavo! La musica era dell’altro mondo—musica così non la trovi da nessun’altra parte.

Come descriveresti lo Snax a qualcuno che non c’è mai stato?
Ragazzi da tutto il mondo che vengono in questo club per scopare per 20 ore di seguito. Può piovere, fare freddo, possono stare in fila tre ore per entrare, e niente li fermerà.

Cosa ti piace del sesso tra uomini gay che non vedi nel sesso che fai tu?
L'energia, la tensione. Quando è una donna a fare sesso non sai mai per certo, quando è con un uomo, se le piace davvero. I ragazzi tra loro fanno quello che gli piace. E se non gli piace non lo fanno.

Quindi sei rimasta lì per qualche ora, finché i buttafuori non ti hanno chiesto di uscire perché avevano capito che eri una donna, giusto?
Ho detto ai miei amici, "Facciamo un giro." Solo che poi ho incontrato un altro amico, gli ho preso la mano e lui non riconoscendomi mi ha spinta via. Così l'ho guardato un po' storto come per dire, "Ma che cavolo fai, sono io!" E quando mi ha riconosciuta è impazzito, si è messo a chiamarmi per nome attirando l'attenzione di tutti quelli che stavano intorno.

Anche dei buttafuori?
Sì. Penso mi conoscessero per via del gruppo Facebook. Uno di loro mi ha presa a braccetto e mi ha detto che me ne sarei dovuta andare. Gli ho chiesto perché, e mi ha risposto che le donne non erano ammesse. Sono comunque stati gentilissimi. Mentre mi portava fuori mi ha chiesto, "Come sei entrata?" E io, "Come tutti gli altri." "E da quanto sei qui?" "Saranno tre ore." Poi sono arrivati tre tizi a controllare, e alla fine sono uscita. Ma trovarmi lì coi miei amici è stata un'esperienza irripetibile.

Segui Cliff su Twitter.

Guarda anche: