Guarda l’intervista più strana che sia mai stata fatta a Manuel Agnelli

In questa intervista di quasi vent’anni fa Manuel Agnelli ed Emidio Clementi dei Massimo Volume parlano di champagne (e mestruazioni), letteratura, cucina e pornofilia.

MTV Kitchen è stato un programma di MTV Italia in cui il VJ Andrea Pezzi, che oggi ha abbandonato i media e fa l'imprenditore startupper (qua un video in cui parla dell'interessante tema dell'innovazione), invitava gente famosa a cucinare qualcosa mentre si chiacchierava del più e del meno. Una volta capitò che la suddetta gente fossero Manuel Agnelli degli Afterhours ed Emidio Clementi dei Massimo Volume.

Pubblicità

Agnelli e Clementi sono super amici, ma tipo che c'è stata quella volta che sono andati in India insieme e Agnelli stava provando a insegnare il kung fu a clementi sulle rive del Gange quando sono stati assaliti da un branco di macachi e hanno provato a rifugiarsi in camera, ma c'era la fidanzata di Clementi con la diarrea chiusa al cesso che non gli poteva aprire e la situazione è stata risolta dal figlio dell'albergatore di otto anni che ha preso un bastone e ha menato il branco di scimmie. Quindi un sacco amici, ecco. Il caso volle che avevano entrambi un libro in uscita da promuovere—rispettivamente, la raccolta di racconti Il meraviglioso tubetto e il romanzo Il tempo di prima. Quale migliore occasione per cucinare un bel curry di verdure chiacchierando del più e del meno?

Quello che è venuto fuori, e YouTube ha preservato per noi, è un'intervista splendida in cui il confine tra cazzeggio e serietà è decisamente labile. Agnelli e Clementi non erano ancora partiti per il viaggio da cui poi sarebbe uscita la loro collaborazione The Bombay Tapes, di cui parlano durante l'intervista. Per restare sul tema, si è deciso di preparare un curry di verdure. Pezzi è affiancato da un altro presentatore, Mauro Gurlino, il cui ruolo nella trasmissione è "sosia di Johnny Marr che suona l'acustica". Ho riassunto qua sotto per voi i punti salienti.

—1:13: Pezzi comincia parlando di Frank Zappa, perché Agnelli ha presentato la sua autobiografia. Giustamente, Clementi si rifiuta subito di adeguarsi al gusto comune: "Frank Zappa non piace, a me. Non mi piace troppo l'ironia nella musica".
—3:40: Pezzi, per determinare il livello di amicizia tra i suoi due ospiti, gli chiede se si farebbero le rispettive fidanzate. Agnelli risponde sicuro: "Io con la sua sì… Sara, io con te sì". Clementi resta zitto e comincia a cucinare.
—7:10, Pezzi che dice a Clementi se sa cos'è "il correlativo oggettivo" e fa la gag "Massimo Volume, sembra nome e cognome", interrompe la domanda per leggere un tatuaggio di Mimì, che intanto ha cominciato a cucinare dopo essersi lamentato che la verdura "è un po' marcia", e scappa impaurito quando lui gli fa vedere la lama. A citazione letta, Clementi suggella così lo scambio di fronte a un Vecchi un po' smarrito: "Céline. Louis-Ferdinand Céline. La tua tesi di laurea". Clementi sta palesemente tentando di terrorizzare Pezzi, e ci sta riuscendo.

Pubblicità

Qua il momento esatto in cui Clementi sottomette Pezzi che, sconfitto, guarda verso il basso.

—9:10, Pezzi ad Agnelli: "NEL TUO LIBRO SI PARLA DI MASTURBAZIONE!", e poi declama: "Un bel dì mi presi a masturbarmi davanti a uno specchio".
—10:57, continua l'imbarazzo tra Pezzi e Clementi: "Posso chiamarti Emì? Emì!" Clementi lo corregge: "Mimì!" Pezzi, sgomento: "Ma tu prima mi hai detto Emì!" Clementi affonda: "Ti ho detto Mimì, ma hai capito Emì". Reazione di Pezzi:

"Emì non è male…"

—15:16, Agnelli sentenzia: "È un po' vecchiotta, l'arte concettuale". Pezzi gli sta facendo un paragone tra la musica impacchettata e The Blair Witch Project, e lui continua a pungere: "Serve a salvaguardare un po' la qualità di certi prodotti che di fatto fanno schifo… ma sono giustificati dal progetto, dall'idea, eccetera".
—16:16, Clementi preleva la padella con cui Agnelli sta giocherellando—completamente disinteressato alla preparazione del curry—con un "Sennò non mangiamo niente".

"Te l'ho versato, eh, però", si giustifica Agnelli.

—17:02, Agnelli su Zappa: "Naturalmente io racconto le scene più grezze, più rock and roll, perché questo è il mio ruolo nella vita".
—17:54 Mentre Agnelli parla di cosa sono per Frank Zappa le groupie, "quelle a cui piacciono i membri del gruppo", appare un Clementi birichino: "Non sputare sul piatto dove mangi…"
—18:07 Agnelli racconta un aneddoto di Frank Zappa per cui una volta avrebbe infilato una bottiglia di champagne nella vulva di una groupie mentre questa aveva le mestruazioni. Pezzi parte con la battutona "È venuta una specie di Bellini!"
—18:50 Pezzi: "Grazie a Saturnino, che saluto, uno dei più grandi pornofili della storia del rock!" E Agnelli: "Dopo di me".

Pubblicità

La faccia di Manuel Agnelli sul "Dopo di me", bella soddisfatta.

—27:00, Scatta una discussione sugli artisti che, secondo Frank Zappa, dovrebbero prendere le posizioni di potere. Clementi che si chiede "Nella nostra piccola Italietta chi ci avremmo?" Agnelli parte col dissing: "Baglioni presidente della repubblica, sinceramente no… fa anche rima". E anche "Ligabue non ha mai smesso di fare politica". Mimì esprime invece il suo apprezzamento per i politici della Prima Repubblica: "Spadolini mi dà sicurezza".
—30:15, Clementi decide di far cacare di nuovo sotto Pezzi prendendo il coltello in mano e dicendo, su Agnelli: "Ha fatto una battutaccia su di me, devo sfregiarlo".
—31:15 Clementi si interroga sul perché il curry sia una pianta ma in realtà acquistare Curry significa comprare una congèrie (cioè un misto) di spezie. Pezzi, confuso, azzarda: "un curry tagliato, come la cocaina".
—37:10 Agnelli si scaglia contro i ghostwriter: "Voglio scagliare una pietra, posso? Il 90% dei musicisti che ha fatto un libro aveva uno scrittore al fianco che gli ha scritto il libro… noi no." Cita Ligabue e il Jova, e Pezzi difende il Jova un po' imbarazzato. Povero Liga, che non ha nessuno che lo difende. :(

Il tutto si conclude con Pezzi che fa auto-promozione mettendo in bocca a un gorilla di pelouche l'URL del suo sito, guardando in camera soddisfatto. L'unico vero dispiacere lasciato da quest'intervista è il fatto che il curry completo non ci viene mostrato, se non per qualche inquadratura delle verdure mentre cuociono. Proponiamo quindi ufficialmente a Mimì e Manuel di venire a trovarci in redazione e parlare con Munchies per dare finalmente giustizia alle loro capacità culinarie.

Segui Noisey su Instagram, YouTube e Facebook