Pubblicità
fascismi

CasaPound ha protestato contro le palme a Milano ma non gli è andata molto bene

:(((((((((((((((((((((((

di Vincenzo Marino
20 febbraio 2017, 11:00am

Foto di Vincenzo Marino/VICE News

Attorno alle 18.20 di sabato scorso, 18 febbraio, una dozzina di militanti di CasaPound Milano (CPI) si sono ritrovati in piazza Duomo per manifestare contro l'installazione delle famigerate palme.

Nascosti dietro una maschera tricolore e disposti su due o tre file, hanno sventolato bandiere ed esposto lo striscione "No all'africanizzazione di piazza Duomo."

Dal megafono, il capo picchetto ha esposto i motivi della loro esibizione—il no a una pianta tipicamente non milanese—e intonato il coro "Le palme in piazza Duomo non le voglio."

La contestazione non è durata che pochi minuti, sorvegliata da membri delle forze dell'ordine in borghese.

Attorno, qualche curioso—sorpreso da un atto che CPI stessa ha definito "provocatorio"—ha assistito all'esibizione facendo delle foto e registrando dei video.

Foto di Vincenzo Marino/VICE News

Secondo quanto raccolto da VICE News, sul posto in quei minuti, dei ragazzini hanno continuato a motteggiare il gruppo per tutto il tempo della dimostrazione, rispondendo alle parole di CPI con frasi come "Ridicoli!" e "Animali! Io le palme le voglio!"

Attorno alle 18.25 CPI ha poi abbandonato la piazza: al loro posto, per terra, una manciata di coriandoli.

Da qualche giorno la scelta di inserire palme e banani nel contesto della principale piazza cittadina ha destato la perplessità di molti milanesi.

Nei giorni scorsi, Camillo Langone de Il Foglio era arrivato a dire che" una cultura che accetta un palmizio in piazza Duomo a Milano è chiaramente in decomposizione" e che l'islamizzazione del paese sembra ormai irreversibile.

L'argomento è stato citato nei giorni scorsi anche dal leader della Lega Nord Matteo Salvini, secondo cui i "clandestini adesso si sentiranno a casa."

Le piante, la cui installazione è un'idea di Starbucks su bando del Comune di Milano, sono state anche oggetto di un atto vandalico la notte seguente.

Tra sabato e domenica, infatti, degli ignoti hanno dato fuoco—senza provocare danni—a una delle decine di palme già piantumate.

La sezione milanese di CPI ha voluto probabilmente intercettare il favore di qualche milanese contrario all'installazione delle palme, trovando però—come registrato da VICE News e dai commenti sulla pagina Facebook del gruppo—ben poco sostegno.

Leggi anche: L'estrema destra romana sta applicando il modello di Alba Dorata nelle periferie


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook

Tagged:
VICE News
Política
milano
Italia
Casapound
neofascisti
palme