Pubblicità
Siria

“Sto solo aspettando di morire” - I messaggi di addio dei siriani ad Aleppo

Mentre il governo siriano stringeva la morsa sugli ultimi scampoli di Aleppo ancora in mano ai ribelli, gli abitanti di queste zone della città si sono preparati al peggio e in tanti hanno scritto messaggi di addio.

di Erica K. Landau
13 dicembre 2016, 11:30am

Lunedì, mentre il governo siriano stringeva la morsa sugli ultimi scampoli di Aleppo ancora in mano ai ribelli, gli abitanti di queste zone della città si sono preparati al peggio. In tanti hanno scritto messaggi di addio poi pubblicati su Twitter e Facebook. In sottofondo ad alcuni dei video che li accompagnano si sentono le esplosioni e il rombo dell'aviazione—il suono delle forze di regime in avvicinamento sempre più rapido.

"Sono qui che aspetto di morire o di essere catturato dal regime di Assad... Pregate per me e non dimenticatevi di noi," ha scritto il fotografo Ameen al-Halabi su Facebook.

Il giornalista americano Bilad Abdul Kareem, uno dei pochissimi inviati ancora presenti ad Aleppo Est, ha registrato un videomessaggio in cui invita i paesi musulmani che hanno tradito Aleppo a fare qualcosa.

"La battaglia ad Aleppo Est è prossima alla fine. [I ribelli] non hanno più molto tempo a disposizione. E non hanno scelta: o la resa, o la morte." Reuters attribuisce questa dichiarazione al tenente dell'esercito Zaid al-Saleh, a capo del comitato di sicurezza governativo di Aleppo.

Dall'inizio della guerra civile, milioni di siriani hanno lasciato il paese—e più di 10.000 sarebbero quelli scappati nelle ultime 24 ore. Secondo il Wall Street Journal, che cita fonti dell'opposizione, ad Aleppo Est ne resterebbero ancora 100mila.


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook