FYI.

This story is over 5 years old.

Uno dei materiali più resistenti del mondo sembra un corallo

È fatto digrafene stampato in 3D, e potrebbe essere l'ideale per costruire oggetti nello spazio.

Le presse idrauliche non servono

solo a distruggere Lego e Barbie

e

far esplodere denti finti

. Servono anche alla scienza reale—Anche se c'è da dire che anche gli oggetti esplosivi fanno parte della scienza.

Gli ingegneri del MIT hanno progettato una configurazione geometrica che può sopportare alte pressioni con il 5 percento della densità dell'acciaio, ma 10 volte la forza. Hanno creato questa sostanza rosa confetto comprimendo piccoli fiocchi di grafene e stampandoli in 3D con una forma simile a un corallo, aumentando al massimo l'area della superficie e riducendone la densità.

I materiali a due dimensioni, spessi soltanto un atomo—e il grafene, in particolare—di solito sono decisamente resistenti e conduttivi. Ma i loro esperimenti hanno rilevato che non importa da che materiale fosse composta la struttura, l'importante era la forma a corallo. Ritoccare lo spessore del materiale ho restituito risultati piuttosto interessanti: mura più spesse scoppiavano improvissamente quando sottoposte a pressione, ma le mura più piccola permettevano ai pori di collassare lentamente, garantendo la forma più a lungo.

Si immaginano questo materiale per la costruzione di ponti leggeri, per le insolazioni e le infrastrutture, ma le sue applicazioni non sono esclusive alla Terra. Uno dei ricercatori, Zhao Qin, ha spiegato a Fast Company di prevedere un utilizzo possibile nell'ingegneria spaziale. La sua incredibile forza potrebbe renderlo un materiale fondamentale nelle colonie su altri pianeti.

Prima che cominci ad apparire sui muri della vostra casa marziana, guardate come esplodo sotto la pressa.