FYI.

This story is over 5 years old.

La fabbrica di gelato alimentata a gelato

BIOPAQ®AFR Biodigester è un macchinario che trasforma gli scarti di produzione del gelato in energia elettrica.
Immagine: Ben & Jerry's

Nell'ultimo anno e mezzo Ben & Jerry ha affermato di aver prodotto, nella sua sede olandese, dei gelati con un macchinario alimentato a gelati. L'azienda dei cremosi da cono sostiene di aver progettato una tecnologia a biogas che converte gli scarti eliminati durante il processo di produzione dei gelati in energia che aiuta ad alimentare i macchinari. Per rimanere in tema con il gusto più famoso del marchio, “Cherry Garcia”, il meccanismo è stato chiamato il “Chunckinator.” [Un po' come dire il "tranciatore."]

L'anno scorso Ben & Jerry ha affermato di aver prodotto più di 7 milioni e mezzo di litri di gelato grazie al macchinario, il cui nome ufficiale è BIOPAQ®AFR Biodigester. Questa macchina prodigiosa userebbe un reattore a fluttuazione anaerobica che rompe le particelle di latte, crema, sciroppo e frutta in eccesso in recipienti pieni di microbi.

Gli scarti verrebbero convertiti in biogas, usato a sua volta per produrre elettricità. Anche gli scarti di acqua dell'industria vengono fatti confluire in queste cisterne. Secondo la compagnia, è questa la novità: “l'innovazione è nell'uso delle acque di scarico contenenti grassi e oli, che vengono fatte confluire in un reattore compatto assieme a particelle degradabili—mentre nei sistemi convenzionali questo è possibile solo attraverso un elevato numero di processi,” affermano.

Se funziona così bene come la compagnia afferma—non mi trovo in Olanda per esaminare di persona i macchinari, e la richiesta di commenti da parte dell'ingegnere capo del progetto non è ancora stata esaudita—la macchina potrebbe far ridurre in modo significativo i costi per l'energia, e dovrebbe essere esaminata e presa in considerazione da altre aziende che producono cibo.

La costruzione dell'azienda è iniziata nella città olandese di Hellendoorn, precedentemente famosa per il suo parco divertimenti. Ora pare che il Chunkinator sia completamente operativo, e la città sarà la prima al mondo in cui il gelato genera gelato.