FYI.

This story is over 5 years old.

Il making of di questo ponte sospeso vi farà sentire le vertigini

Se sali su questo ponte svizzero ti trovi a 42 piani dal suolo e l’unica cosa sotto i tuoi piedi è del larice tagliato con maestria.
28.5.15

Chi tra voi soffre di vertigini si consideri avvisato già da qui.

Alcuni ingegneri in Svizzera hanno da poco portato a termine i cantieri del ponte sospeso più lungo della nazione, che unisce le comunità di Sementina e di Monte Carasso, vicino al confine con l'Italia. È interessante notare che il ponte Carasc non è stato un progetto civico, ma un impegno da parte della Fondazione Curzútt. Curzútt è un adorabile paesino storico fatto di pietre e posto sul Monte Carasso, e la Fondazione ha costruito il ponte per favorire il turismo in quell'area.

In ogni caso, la nuova costruzione attira forse più gli amanti del brivido che gli appassionati di storia. Lungo 270 metri e sospeso da terra a 130 metri, il ponte ha un aspetto solido, e gli ingegneri che l'hanno costruito hanno l'aria di chi sa quello che fa—ma nessuna di queste cose rassicura davvero quando ti trovi a circa 42 piani dal suolo e l'unica cosa sotto i tuoi piedi è del larice tagliato con maestria.

Grazie a una squadra di 28 operai che ha lavorato per otto mesi, il ponte è stato costruito con l'aiuto di elicotteri HeliSwiss, che hanno dato una mano alla squadra di costruzione a stendere per la vallata i sei cavi portanti in acciaio, ognuno dei quali è spesso 36 millimetri. I cavi sono stati fissati alle fondamenta in cemento e stretti per bene, dopodiché gli operai hanno cominciato a posare la passerella di legno—un procedimento durante il quale questi uomini erano perennemente circondati da un panorama strizza-budella.

Il sito del turismo dell'area promette un viaggio "senza pericoli," e il fascino caratteristico delle vallate è sicuramente invitante. Basta sforzarsi e non guardare di sotto.