La prima città della Florida che userà al 100% energie rinnovabili

La localizzazione di St. Petersburg sulla costa occidentale della Florida rende i suoi residenti ogni giorno più consapevoli degli impatti causati dai cambiamenti climatici.
19.12.16

St. Petersburg, in Florida, si è impegnata a convertire il 100 percento delle sue fonti di energia alle rinnovabili—si tratta della prima città del Sunshine State che vuole interrompere del tutto la sua dipendenza dai combustibili fossili.

Il consiglio comunale di St. Petersburg ha votato all'unanimità la decisione di dedicare 800.000 dollari del milione di dollari ricevuto come parte del suo accordo con la società energetica BP nell'ambito del progetto Deepwater Horizon del 2010, per progettare di un piano logistico, stilare un report sull'impatto ambientale e calcolare il costo di convertire tutta la città alle energie rinnovabili.

Pubblicità

300.000 dollari dei fondi saranno utilizzati per una partnership vota a valutare come il cambiamento climatico eserciti un impatto sui residenti più vulnerabili della zona, attraverso fenomeni come l'innalzamento del marino e lo svilupparsi di uragani più devastanti.

Purtroppo, non è stata ancora fissata nessuna data per l'adozione di questo piano, ma il prossimo passo sarà quello di decidere una timeline operativa, hanno spiegato gli organizzatori.

"Working towards 100 [percent] clean energy and zero waste will help ensure that St. Pete remains a city of opportunity where the sun shines on all who come to live, work and play," St. Petersburg Mayor Rick Kriseman said in a statement. The city is home to just over 250,000 people, as of a 2014 city report.

"Puntare al 100 per cento di energia pulita e a una produzione di rifiuti nulla contribuirà a garantire che St. Pete resti una città ricca di opportunità dove il sole splende su chiunque decida di venirci a vivere, lavorare o di visitarla," ha dichiarato il sindaco di St. Petersburg, Rick Kriseman. Il numero di abitanti della città è di poco superiore alle 250.000 persone, secondo un report del 2014.

Se la regione di Tampa Bay è nota per il suo basso impatto ambientale (è tra le poche negli Stati Uniti con impianti di desalinizzazione per diversificare l'approvvigionamento di acqua), Pinellas County, invece, ha votato Repubblicano nelle elezioni presidenziali, mentre St. Petersburg ha scelto i Democratici. Il leader dello Stato, il governatore repubblicano Rick Scott, è un negazionista del cambiamento climatico che trascura la regolamentazione ambientale in favore delle opportunità di business.

Pubblicità

While the Tampa Bay region is known as an environmentally friendly area (it's among a handful of regions in the U.S. that have built desalination plants to diversify their water supply), Pinellas County as a whole voted Republican in the presidential election, while St. Petersburg voted Democrat. At the same time, the state's leader, Republican Governor Rick Scott, is a climate change denier and and consistently cut environmental regulation in favor of business opportunities.

"C'era la chiara necessità che una città prendesse l'iniziativa"

Questo voto arriva anche sulla scia di un emendamento riguardante lo sfruttamento dell'energia solare bocciato a novembre—gli ambientalisti avrebbero messo il controllo del leasing del solare interamente nelle mani delle compagnie elettriche della Florida (rendendo l'installazione degli impianti potenzialmente più costosa.)

Emily Gorman, un membro del gruppo ambientale nazionale Sierra Club e manager della campagna di sensibilizzazione ambientale "Ready for 100 St. Pete" per promuovere l'adozione di energie rinnovabili nella città, ha raccontato via telefono a Motherboard che questa decisione è una vittoria per la salute ambientale della regione, anche se la parte di lavoro più importante da svolgere è appena incominciata.

I prossimi passi saranno il calcolo del costo totale delle varie strategie attuabili, tra cui la creazione di una stazione centralizzata per generare l'energia come una solar farm, o l'installazione di pannelli solari su tutte le case, oltre a valutare l'impatto di questi piani sulle comunità vulnerabili.

Pubblicità

Dopodiché verrà svolto un audit completo di tutto il consumo energetico della città, comprese le abitazioni, le imprese e gli edifici pubblici, per valutare come aumentarne l'efficienza. Le infrastrutture verranno anche adattate in modo da essere più efficienti, con materiali isolanti, pannelli solari e elettrodomestici a risparmio energetico.

Gorman ha spiegato che la posizione di St. Petersburg sulla costa occidentale della Florida rende i suoi residenti consapevoli degli impatti causati dai cambiamenti climatici ogni giorno.

Alcune città in Florida hanno già sperimentato problemi con inondazione di acqua marina nelle loro vie durante alcuni periodi di alta marea. L'intrusione di acqua salata nelle zone di acque salmastri e dolci ne hanno minacciato la vita acquatica.

"C'era una chiara necessità che una città prendesse l'iniziativa," ha dichiarato Gorman. "Noi, in quanto città costiera ci troviamo in prima linea nell'affrontare le conseguenze del cambiamento climatico."

St. Petersburg è la ventesima città degli Stati Uniti ad impegnarsi per la transizione al 100 per cento dell'energia rinnovabile. Tra le altre 19 troviamo: Aspen in Colorado; Santa Monica in California; San Francisco; Georgetown in Texas e Nassau nello Stato di New York.