FYI.

This story is over 5 years old.

Guardate l'opera di Walt Whitman trasformarsi in un cartone animato psichedelico

Poesia e percezione sensoriale si mescolano nell’animazione di Sophie Koko Gate, realizzata per il corso online sulle neuroscienze di Harvard.
21.10.15

Esperimento tratto da una fase di progetto precedente. Immagine per gentile concessione dell'artista

Animazione, poesia e neuroscienze si mescolano nell’ultima opera dell’animatrice Sophie Koko Gate, realizzata per il corso online Fundamentals of Neuroscience offerto da Harvard. Poetry of Perception Part 1 è un estratto di “Song of Myself” di Walt Whitman declamato dolcemente e accompagnato da un insolita colonna sonora.

“L’animazione è un’introduzione per il [corso ad Harvard],” ha spiegato Gate a The Creators Project. “Il corso tratta i sensi umani, ogni settimana si concentra su un senso diverso e c’è un’animazione corrispondente che introduce l’argomento. Ho idea che [le animazioni] siano pensate per ammorbidire le tematiche più difficili.” Il corso include i video di lezioni su argomenti come Neuroscience of Art, e altre animazioni elaborate su poesie di Emily Dickinson, su lezioni di Neuromodulation, e altro ancora. L’uso di uno stile di animazione bizzarro come quello di Gate consente di introdurre tematiche scientifiche complesse a un pubblico online più artistico e sperimentale.

Screen Shot 2015-10-16 at 1.10.00 PM.png

Screengrab dell'autrice

Screen Shot 2015-10-16 at 1.10.54 PM.png

Guardate l’animazione completa qui sotto:

Part 1/8: Poetry of Perception dal canale MCB80x Neuroscience su Vimeo.

Potete seguire il corso offerto da Harvard qui e scoprire di più sul lavoro di Sophie Koko Gate sul suo sito.

Leggete la versione originale di questo articolo con l’intervista a Gate su The Creators Project US.