Che cosa ci lascia questo Sanremo 2017

FYI.

This story is over 5 years old.

Che cosa ci lascia questo Sanremo 2017

Telecamere in faccia, Maria che batte le mani a caso, Loredana Berté che fa la fioraia, la coreografia di Gabbani: un festival che non scorderemo tanto facilmente.

Gaetano ha un blog in cui parla di cose. Tra queste c'è la grande musica italiana, e la grande musica italiana trova a Sanremo la sua realizzazione più vera e terrificante. L'edizione 2017 ce la racconta lui, e questo è l'episodio conclusivo. 

La settimana santa del Festivàl di Sanremo si è ormai conclusa e io e la mia giuria popolare possiamo riprendere a condurre una vita scandita da ritmi umani. Il sanremone Conti ter, con la partecipazione della Maria nazionale, si è distinto per gli ascolti record da oltre dieci anni, per una conduzione priva di sbavature, per canzoni mediamente brutte (come è uso) e per numerosi momenti della rubrica C'è Sanremo per te. Francesco Gabbani, nuova proposta dell'anno scorso, ha trionfato nella finale di sabato sera con la sua canzone "Occidentali's Karma", condividendo il podio con Fiorellona unta dal Signore e col migrante Ermal Meta. Podio che ha messo d'accordo in maniera unanime tutta la mia giuria popolare. Avremmo gradito sullo stesso anche Paola Turci e Michele Bravi, ma purtroppo sul piedistallo non c'era spazio per tutti.

Pubblicità

Ripercorriamo ora le ultime due serate del festivàl, con alcuni momenti degni di nota che per dovere di cronaca sono tenuto a riportare.

FACCE DA SANREMO

A inizio semifinale Carlo e Maria hanno fatto una gag di cui nessuno nell'etere ha capito il senso. Maria ha indossato dei denti da Carnevale finti, non fosse perché quando parla, solitamente, si capisce tutto molto bene.

MARIA CHE BATTE

Sin dalla prima serata abbiamo notato una smania compulsiva della signora De Filippi di battere le mani senza motivo apparente. L'unica spiegazione che siamo riusciti a darci è che senza il suo gelato e la sua consueta cartellina la regina è nuda.

LA MOGLIE DI

A un certo punto arriva l'ennesimo parente di qualcuno di famoso, pratica reiterata in queste cinque serate. Si palesa così la moglie di Eros Ramazzotti, ma qualcuno nella giuria popolare esclama "Per me la moglie di Eros è solo Michelle Hunziker". Questa stangona asserisce di aver abbandonato la sua carriera di modella per fare la mamma, sbattendoci in faccia la sua sicurezza economica che le ha permesso di fare questo passo. Che siamo anche brutti non ce lo vuoi dire?

ORIGINALI TROVATE DEI SELFIE

Nessuno quest'anno lo aveva ancora fatto, nemmeno quel filosofo di Totti. E nessuno di noi ne sentiva la mancanza. Fino a quando non arriva Antonella Clerici, vestita da matrimonio del boss delle cerimonie, per regalarci un momento di alta televisione; ma soprattutto per mostrarci la cover del telefono in cui c'è lei che conduce il Festivàl del 2010. Una frecciatina? O un'anticipazione?

Pubblicità

IL GIROTONDO

Nell'unico momento di comicità vera di tutta la kermesse, la bravissima Virginia Raffaele che veste i panni di un'intramontabile Sandra Milo, è capace di far fare qualcosa a CarloeMaria che resterà nella storia della tv.

LACRIME DI COCCODRILLO

Cara Bianca Atzei, è inutile che tu ti faccia scrivere le canzoni da Kekko dei Modà e poi mentre la canti per la terza volta (essendo già stata miracolata col ripescaggio) ti metti a piangere!

Oppure non è perché hai visto Alba Parietti in platea che ci provava col tuo Max Biaggi?

REAZIONI COMPOSTE

Venerdì sera vengono eliminati Ron, Giusy Ferreri, Al Bano (che era già andato a dormire) e Gigi D'Alessio. In molti hanno parlato della fine di un'epoca. Io dico solo che le loro canzoni facevano cacare. Sta di fatto che il signor D'Alessio ha preso talmente bene la notizia che, raggiunta la sua fine compagna e il suo staff, ha pubblicato questo video:

L'ORA D'ARIA BERTÉ

Nel videomessaggio di in bocca al lupo per la sua pupilla di Amici, Loredana nazionale fa un'apparizione dal fioraio sotto casa, che ha preso in gestione da qualche giorno per rilanciare la sua carriera.

PRESA DIRETTA

La canzone di Bernabei non era tra le più amate, se non dalle sue fan. E anche Bernabei stesso è, come direbbe qualcuno, solo un personaggetto. Tant'è che anche quel sant'uomo del cameraman ha provato a porre fine a quella pubblica sofferenza. Così:

GIURIA DI QUALITÀ

Tutti hanno molto apprezzato la presenza di Greta Menchi, seguitissima youtuber ventenne, nella giuria di qualità. La sua presenza è paragonabile solo a quella di Simona Ventura nella giuria di X-Factor. Nel caso della giovane Menchi, unica competenza musicale: assomigliare a Demi Lovato.

Pubblicità

Insomma anche questo Sanremo ci lascerà tantissime belle cose che i nostri nipoti guarderanno con sdegno e orrore fra qualche anno.

Nel bene o nel male il festivalone è lo specchio del nostro Paese, ammettiamolo. Nel 2017 l'Italia, provata da tragedie collettive e crisi economiche varie, dà il giusto merito a esempi positivi e il palco di Sanremo-libro Cuore lo sa.

Nel 2017 la co-conduzione paritaria Carlo&Maria dà speranza alla parità di genere, l'omosessualità è calata nella quotidianità, la disabilità non viene celata. Nell'Italia del 2017 essere "parente di" è ancora molto importante (vedi le ospitate della moglie di Eros Ramazzotti, la compagna di Vincent Cassel, la figlia e la nipote di Delon e Belmondo). Nel 2017 in Italia se sei donna e ti esponi in pubblico, sei ancora criticata per i tuoi chili di troppo, per il tuo spacco esagerato, o per i tuoi zigomi rifatti.

Per quanto riguarda le canzoni, qualcuno ha parlato di fine di un'era Sanremese. Io non ne sono troppo sicuro. Credo che l'Italia del 2017 abbia preferito una canzone allegra e a tratti nonsense, a dispetto delle tante lagne tragiche di amori finiti. I più giovani in gara vengono fatti fuori per primi (le due coppie di anonimi), poi i più vecchi (Ron, Albano, D'Alessio), poi tutti i residui dei talent. E infine la ex Nuova Proposta (percorso sacrosanto ai fini di Sanremo) Gabbani scalza anche la signora della canzone Mannoia, forse troppo religiosa per un'Italia del 2017 sempre più laica.
In ogni caso lo sappiamo bene chi ha portato a casa la vittoria in questo 67° Festival della canzone italiana: tra i giovani ha vinto Lele, fuoriuscito da Amici e che ora ci dovremo sorbire per anni insieme a Emma, Amoroso e compagnia cantante.
Maria c'è sempre. Dietro e davanti le quinte.

Segui Gaetano su Twitter: @gaepanz
Segui Noisey su Facebook e Twitter.