Pubblicità
Tech by VICE

Gli utenti di VRChat hanno assistito impotenti alla crisi epilettica di un giocatore

"Non potevamo fare nulla."

di Emanuel Maiberg
23 gennaio 2018, 10:24am

Una delle strane e inaspettate conseguenze del fatto che molte più persone ora posseggano dispositivi di realtà virtuale è che i giocatori rischiano di vedere altri utenti soffrire per emergenze mediche serie nel mondo digitale, senza poter fare nulla per aiutarli.

Lo YouTuber Rogue Shadow VR sostiene di essersi trovato proprio in una situazione del genere insieme ad altri compagni la settimana scorsa, mentre erano loggati sulla app di realtà virtuale VRChat.

Come spiega Rogue nel suo video, lui e gli altri utenti di VRChat stavano ridendo e scherzando in uno degli ambienti virtuali della app, quando, all'improvviso, uno degli avatar nella stanza, un robot nero e rosso, è caduto a terra e ha cominciato a contorcersi. All'inizio, non era chiaro se si trattasse di un bug o di uno scherzo, cosa che gli utenti di VRChat amano fare.

Nel giro di poco, però, era chiaro a tutti che qualcosa non andava. L'utente non rispondeva alle domande degli altri partecipanti, continuava ad agitarsi e si sentiva che faceva fatica a respirare. Nel video, Rogue ha detto che questa persona, con cui ha parlato dopo l'incidente, usava una specie di tecnologia di tracking per tutto il corpo, ed è per questo che era possibile per gli altri vedere il suo corpo riverso a terra.

"Non potevamo fare nulla," ha detto Rogue nel suo video. "Non sapevamo neanche in che parte del pianeta vivesse, l'unica cosa che potevamo fare era guardare."

La reazione degli utenti nella stanza non è stata quella che si aspetterebbero in tanti. Come abbiamo raccontato recentemente, VRChat — un po' come molti angoli della rete — è un posto interessante ma anche potenzialmente del cazzo, dove gli utenti si molestano e urlano meme razzisti incoerenti uno all'altro. È assolutamente possibile che il video di Rogue sia fatto a tavolino (l'ho contattato per un commento e aggiornerò la storia se mi risponde) o che la persona che sembra essere preda di una crisi epilettica stia solo facendo uno scherzo agli altri. Ma la reazione generale è stata di compassione.

Una manciata di utenti hanno pensato che fosse divertente e hanno continuato a scherzare, ma la maggior parte degli astanti sembrava seriamente preoccupata per la salute di questa persona. Gli chiedono se si sente bene, chiedono ai giocati con avatar sgargianti di allontanarsi e quando la persona riesce finalmente a rispondere, gli danno un buon consiglio: chiama aiuto immediatamente e fai una pausa.

Stando a Rogue, la persona che ha avuto la crisi epilettica gli ha raccontato che si trattava di una crisi di tipo tonico-clonico, che causa convulsioni e perdita di coscienza, ma non è chiaro cosa la provochi. Stando alla no-profit Epilepsy Foundation, "Per circa il 3 percento delle persone che soffrono di epilessia, l'essere esposti a luci intermittenti a determinate intensità o a certi pattern visivi può scatenare attacchi."

Se sei affetto da questa condizione, nota come epilessia fotosensibile, entrare in VRChat con addosso un Oculus Rift sembra un rischio. La realtà virtuale è un'esperienza visivamente travolgente e disorientante nelle migliori delle condizioni, e gli utenti di VRChat possono creare ambienti e avatar a proprio piacimento, per cui non sai mai cosa potresti vedere.