Abbiamo parlato con chi ‘seppellisce’ i propri cari nello spazio
Immagine: Celestis

Abbiamo parlato con chi ‘seppellisce’ i propri cari nello spazio

E ci ha raccontato di sentirsi più connesso con il mondo un po' come gli astronauti che guardano la Terra dall'orbita.
13.4.18

Dopo che Earl e Patty Mills hanno perso il loro figlio Robert all'età di 26 anni, hanno iniziato a cercare un modo speciale per onorare la sua personalità, le sue aspirazioni e la passione per l'esplorazione spaziale. Così, hanno scelto di inviare alcuni grammi di resti cremati di Robert su un volo commemorativo offerto da Celestis, un'azienda pioniere nel business delle sepolture spaziali. Si tratta letteralmente un'esperienza "fuori dal mondo" e ha significato tantissimo per la famiglia di Robert.

Pubblicità

Se la vostra dovesse scegliere di spedire parti dei vostri resti nello spazio all'interno di queste capsule, vi ritrovereste in buona compagnia. Lo scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke, l'astronauta Bill Pogue, il promotore della colonizzazione spaziale umana Gerard K. O'Neill e il creatore di Star Trek Gene Roddenberry e sua moglie, l'attrice Majel Barrett Roddenberry — tutti loro hanno usufruito dei servizi di ”sepolture spaziali” offerte da Celestis o lo faranno su voli futuri. Nonostante i tentativi da parte di altre aziende, resta tutt'ora la prima e unica azienda privata ad aver lanciato con successo voli spaziali commemorativo. La famiglia e gli amici dei defunti con cui ho parlato mi hanno raccontato la loro sensazione di euforia mentre guardavano il razzo trasportare le ceneri dei loro cari in cielo.

Volando come carico utile secondario su diversi veicoli commerciali, Celestis offre diverse opzioni (o "esperienze", come li chiama la società) che vanno da "Earth Rise", un volo suborbitale che riporta la capsula sulla Terra per poco più di 1.000 euro, a Voyager, che dovrebbe spedire una capsula nello spazio profondo, fino a mandarla in orbita intorno al Sole, per poco più di 10.000 euro. (Secondo la società, il primo volo di questo tipo sarà disponibile nel 2019).

Earl e Patty Mills durante il lancio. Immagine: Earl e Patty Mills

I partecipanti alle commemorazioni ricevono un CD che contiene i dati sul servizio che precede il lancio e un certificato di volo che attesta che la persona amata ha raggiunto lo spazio. In futuro, Celestis ha anche in programma di spedire nello spazio campioni di DNA di persone viventi.

La ragione migliore per fare spedire i vostri resti nello spazio potrebbe essere l'esperienza di coloro che assistono al lancio, simile a quella raccontata da Earl e Patty Mills. Incontrandosi come estranei provenienti da qualsiasi luogo o ceto sociale, le persone condividono le loro storie durante la cerimonia che precede il volo per poi riunirsi e assistere al lancio. Così, proprio come i loro cari volano sulla stessa navicella spaziale, i cari trovano un terreno comune mentre il razzo si solleva da Terra.

Pubblicità

”Abbiamo conosciuto persone simili a noi e altre che erano molto diverse,” mi ha raccontato Patty. ”Al nostro primo volo, abbiamo incontrato una donna che fa l'avvocato e il suo compagno vestito con una giacca di pelle con gli spuntoni. Non ci aspettavamo di avere molto in comune con loro, ma abbiamo scoperto che avevano perso loro figlio e abbiamo legato subito.”

David Livingston, fondatore e conduttore di The Space Show, ha spedito parte delle ceneri di sua madre su tre diversi voli e ne ha in programma un quarto destinato a raggiungere l'orbita lunare o ad atterrare sulla sua superficie. Finora sono state sepolte sulla Luna solo le ceneri di una persona: l'astronomo e geologo Eugene Shoemaker. (In questo caso, la NASA ha fornito il viaggio verso la Luna e Celestis la capsula.)

Livingston mi ha detto che le sensazione positive al lancio sono quasi tangibili e le ha paragonate con l'Overview Effect, una sensazione di connessione con il mondo sperimentata dagli astronauti quando si guarda la Terra dall'orbita o dalla Luna.

”Si sperimenta una specie di Overview Effect quando il razzo si solleva da Terra, non come se ci trovassimo lassù a guardare la Terra dall'orbita, ma in un senso di unità e coesione tra i partecipanti provenienti da tanti background e culture diverse,” mi ha spiegato Livingston.

Leggi Anche: Quando gli astronauti incontrano la metafisica

Livingston ha ricordato come i membri di un club di motociclisti avessero partecipato a uno degli stessi lanci a cui era presente anche lui e come sul momento dubitava che ci avrebbe interagito molto. Una volta che il razzo è decollato, però, tutti hanno avvertito un forte legame, forgiato dalla comune esperienza di avere aiutato un amico defunto o un membro della famiglia a realizzare un sogno di tutta la vita. (Celestis da allora è diventata sponsor di The Space Show.)

È stato il riferimento di Livingston all'Overview Effect, definizione che ho coniato e fenomeno che ho studiato a fondo, che mi ha convinto ad approfondire l'offerta di Celestis. Fondata nel 1994 dall'attivista spaziale Charles Chafer, Celestis ha effettuato 14 lanci e prevede di organizzarne due o tre all'anno.

Pubblicità

A metà degli anni Ottanta, Chafer ha lavorato con l'ex astronauta del programma Mercury, Donald "Deke" Slayton, quando il business dei voli spaziali era ancora agli inizi. ”Due ingegneri aerospaziali e un direttore di un'impresa funebre hanno tentato la fortuna con un'azienda chiamata 'Celestis',” mi ha raccontato Chafer. ”Ho ottenuto il loro permesso di riutilizzarne il nome. Volevo creare un'azienda spaziale che avesse già una domanda per il prodotto che offriva, ed è così che è rinata Celestis.

Il giorno del lancio. Immagine: Celestis

Anche se oggi Celestis è l'unica società privata che offre voli spaziali commemorativi completi, ci sono altri che cercano di entrare nel business delle sepolture spaziali, tra cui Elysium Space e Orbital Memorials.

Quando ho chiesto a Chafer di commentare le esperienze raccontate dalla famiglia Mills e da Livingston, mi ha detto: ”Credo che abbiano ragione. Sulla rampa di lancio, si crea una meravigliosa sensazione di comunanza e vicinanza che è molto gratificante. Non è per nulla come un funerale. È davvero una festa molto gioiosa.”

In realtà, le missioni multiple sembrano la norma e per diversi motivi. Earl e Patty Mills hanno prenotato tre voli, un secondo volo in modo che entrambe le loro figlie possano vedere le capsule contenenti le ceneri di Robert viaggiare nello spazio e un terzo "solo per divertimento". La famiglia dice che ora hanno un instaurato un rapporto speciale con Robert e la sua scomparsa.

Pubblicità

L'avvento dei voli spaziali commemorativi coincide con la recente ondata di attività non governative riguardanti lo spazio. Così, lo spazio è diventato più personale, privato e sacro.

Per anni, ci sono state molte persone come Robert, che volevano volare nello spazio, ma non ne hanno mai avuto la possibilità.

Ora Celestis offre una serie di alternative e chiunque, come Robert, può diventare quello che Earl Mills chiama un "Ashtronaut".

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.

Seguici su Facebook e Twitter.