La torta taiwanese all'ananas è l'unica torta che valga la pena mangiare

Le torte taiwanesi di ananas possiedono il segreto della prosperità già dal nome; infatti l'ananas rappresenta lusso e ospitalità, ed è simbolo di fortuna.
17.10.18
SunnyHills: torte di ananas taiwanesi

Benvenuti a #NotAnAd, dove parliamo entusiasticamente di prodotti da cui siamo ossessionati nel mondo del cibo.

Le torte taiwanesi di ananas possiedono il segreto della prosperità già dal nome. Nel dialetto hokkien di Taiwan la parola per ananas, ong lai, è pronunciata allo stesso modo della frase “la prosperità è arrivata.” Per questo motivo a Taiwan l'ananas rappresenta lusso e ospitalità, ed è un famoso simbolo feng shui di ricchezza, fortuna e prosperità. A volte chi ha appena acquistato una casa fa rotolare un'ananas dentro la propria abitazione per portare buona fortuna e lusso. E ovunque vengono consumate voracemente, spesso sotto forma di torta taiwanese di ananas.

Una torta tradizionale di ananas non ha niente a che fare con l'appiccicosa, dolcissima upside down ananas cake americana. È un dolce 'rustico', che consiste di farina, burro, uova, zucchero e ovviamente la ricompensa finale della marmellata di ananas caramellato all'interno. Tradizionalmente le torte venivano portate come doni nuziali, ma adesso vengono servite con il tè agli ospiti, che le mangiano direttamente dalla confezione, di solito in un paio di morsi, senza posate.

La torta di SunnyHills è migliore della maggior parte delle altre perché usa davvero l'ananas, al contrario di molti marchi taiwanesi, che la 'tagliano' con massicce quantità del più economico melone invernale. Conosciuto anche come "zucca di cera" (un gioco di parole, disgraziatamente appropriato, sul suo sapore), il melone invernale è un frutto grande, abbastanza insipido, che assorbe il sapore di qualsiasi cosa con cui venga cotto. È la Prius del mondo della frutta - funzionale ed efficiente, ma in nessun modo appetibile. È il segno di una torta di ananas di bassa qualità.

Pubblicità

L'ananas di SunnyHills - varietà Cayenne No. 2 - cresce nelle colline intorno alla Bagua Mountain, che riceve sole tutto l'anno. Fa tutto parte degli sforzi di SunnyHills di promuovere l'agricoltura taiwanese e rivitalizzare la produzione nazionale di ananas. Gli agricoltori sono ben pagati rispetto agli standard del settore, e i posti di lavoro offerti nei laboratori di pasticceria hanno rivitalizzato l'economia dell'area.

Per chi l'assaggia la prima volta, la torta di ananas di SunnyHills è una rivelazione. È fatta 100% da ananas caramellato, burro neozelandese, uova biologiche di loro produzione e farina giapponese. Il sapore varia da stagione a stagione, dal momento che l'ananas è locale, e diventa più dolce in estate a causa dell'intensità del sole. Devi anche mangiarle in stagione - vengono vendute confezionate, ma sono preparate senza conservanti, e non durano più di un mese.

All'università ho rotto con un fidanzato perché aveva regalato ai miei genitori le torte sbagliate. So che sembra un po' esagerato, ma quanto davvero mi amava se tutto quello che aveva portato a casa dal suo viaggio di un mese a Taiwan erano delle rinsecchite torte di ananas da supermercato? In quanto disciplinati bambini taiwanesi, entrambi cresciuti in famiglie tradizionali, davo per scontato che condividesse gli stessi valori del mianzi. Non c'è una diretta traduzione di mianzi, ma è in qualche modo simile a “mantenere le apparenze” e “salvarsi la faccia.” Questo significa che avrebbe dovuto sforzarsi per fare bella impressione sulla mia famiglia e comprare le più lussuose, burrose e morbide torte di ananas da portare loro. Le torte di ananas SunnyHills avrebbero mostrato quanto ci teneva a me.

Una volta, mentre mi crogiolavo in un depresso jet lag dopo un viaggio a Taiwan, ho divorato quattro scatole in una sola volta - ognuna conteneva 20 torte di ananas a forma di lingotto. Avevo visitato i miei cugini, che sembravano vivere allegramente le vite perfette che i loro genitori si erano immaginati per loro, la qual cosa è solo servita a farmi percepire più acutamente il mio essere outsider. In quanto cresciuta in una cultura ossessionata dal mianzi, non ho sempre sentito il piacere di vivere una vita puramente per il piacere di viverla. Ma quando mi sono svegliata la mattina, con il mio gatto che aggrediva la pila di involucri di plastica, mi sono tirata fuori dal mio stanco, auto-consolatorio senso di colpa e ho sentito una profonda gratitudine per non stare vivendo una vita tagliata con lo stampo di biscotto. Dopotutto, non preferivo essere l'ananas in una stanza di mele?

Questo articolo è originariamente apparso su Munchies US.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram .

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.