FYI.

This story is over 5 years old.

Motherboard Homepage

L'interazione con gli oggetti digitali cambia la nostra percezione del mondo?

La designer e ricercatrice Yasaman Sheri ci ha parlato del futuro della sensorialità sintetica.
Giulia Trincardi
Milan, IT

Nel mondo in cui viviamo, il progresso tecnologico è una giostra che gira velocissima, e molte delle domande più pressanti che ci poniamo non riguardano tanto (o non solo) quale sarà il prossimo strumento che avremo a disposizione, ma che tipo di conseguenze avrà a livello sociale e culturale, come impatterà la nostra percezione del mondo e quali tipi di difetti potrebbe ereditare da chi lo produce, ovvero l'essere umano.

Pubblicità

Il design è il settore di ricerca che più di tutti cerca di rispondere a queste domande, riflettendo sulla natura stessa dell'oggetto in senso lato, dai processi che riguardano la produzione e messa in commercio di un abito, alle implicazioni politiche di un'intelligenza artificiale, al modo in cui confezioniamo il cibo o costruiamo le ambientazioni di un'esperienza in realtà virtuale. Alla base di ogni oggetto c'è la sua progettazione e, insieme a essa, la necessità di porsi moltissime domande.

Continua a leggere su Motherboard: L'interazione con gli oggetti digitali cambia la nostra percezione del mondo?