L'autorità della borsa USA ha accusato Elon Musk di frode, e c'entra l'erba

La SEC chiede che a Musk venga proibito di guidare qualunque altra azienda le cui azioni sono commerciate pubblicamente.
Immagine: YouTube

Ne pomeriggio di ieri la SEC (Securities and Exchange Commission, l'autorità della borsa) americanaha accusato Elon Musk di frode per aver improvvisamente annunciato su Twitter a inizio agosto l'intenzione di privatizzare i titoli in borsa di Tesla e dichiarando che aveva già garantito i finanziamenti necessari per farlo.

Il 7 agosto scorso, infatti, Elon Musk ha pubblicato un tweet in cui ha dichiarato di essere intenzionato ad acquistare le azioni di Tesla per 420 dollari l'una con una serie di investimenti che ha inizialmente assicurato e successivamente smentito, di fatto facendo dietro front nella proposta. Secondo la SEC, "Le dichiarazioni pubbliche false e confuse di Elon Musk e le sue omissioni hanno causato confusione significativa e grossi problemi nel mercato per le azioni di Tesla e hanno causato danni agli investitori."

Pubblicità

L'accusa della SEC, inoltre, richiede che Musk paghi una multa e che "gli venga proibito di avere un ruolo di autorità o di direzione per qualunque azienda che gestisca delle azioni," di fatto proibendogli di guidare Tesla.

Musk, ha dichiarato successivamente che "Questa azione ingiustificata da parte della SEC mi lascia profondamente triste e deluso," spiega, "Ho sempre lavorato nell'interesse della verità, della trasparenza e degli investitori e l'integrità è il valore più importante della mia vita e i fatti dimostreranno che io non l'ho mai compromessa in nessun modo."

Le azioni di Tesla, a partire da agosto, sono progressivamente calate. Inoltre, la baruffa scandalistica tra Elon Musk, la rapper Azaelia Banks e la musicista Grimes, la sua ragazza, ha fatto emergere delle conversazioni tra le ultime due secondo cui Elon Musk avrebbe arrotondato a 420 dollari il valore per azione di Tesla per far piacere alla sua ragazza con una strizzata di occhio al 4/20, meme tipico del mondo della marijuana.

Al momento i procedimenti sono ancora in fase di definizione, ma l'accusa della SEC e le sue richieste potrebbero mettere a serio rischio la possibilità di Musk di condurre una qualsiasi altra azienda le cui azioni sono pubbliche in futuro.

Segui Federico su Twitter: @nejrottif