FYI.

This story is over 5 years old.

Noisey

Quella volta che Dave Grohl ha detto ai Gemelli DiVersi che facevano schifo

Per qualche motivo nel 2002 Dave Grohl, ospite di Giorgia Surina a TRL, si è trovato a dover esprimere un parere su un’esibizione dei Gemelli DiVersi.

È il novembre del 1999 e Corso Vittorio Emanuele, a Milano, è foderato di gente. In mezzo alla folla c'è un quadrato vuoto e, al centro, c'è Marco Maccarini aka un tizio coi rastoni biondi che per lavoro deve fare il tramite tra la presa bene dei presenti e chiunque si stia guardando le immagini registrate dalla telecamera che lo riprende. In una vetrina qualche piano sopra la sua collega Giorgia Surina ha in testa una cuffia rossa—perché, appunto, è il 1999—e presenta la prima puntata di TRL Italia dicendo di essersi vestita "un po' favolistica oggi… favolesca". È l'inizio di una trasmissione che, tra spin-off e speciali, sarebbe andata avanti per undici anni: avrebbe ceduto agli ascolti troppo bassi solo nel 2010, ben due anni dopo la fine dell'originale Total Request Live americano. TRL Italia è stato l'ultimo baluardo di una televisione che aveva la musica—più o meno dal vivo—come fulcro e non come abbellimento. Nel 1999 i musicisti non erano account facilmente raggiungibili ma idee di cui ci si affezionava su CD, e si calavano nella realtà di chi li ascoltava solo tramite qualche video musicale. Averli , sullo schermo o dal vivo, nella cornice di un canale che rappresentava veramente un certo senso di gioventù pre-millennial, era un'esperienza del cui valore solo oggi possiamo renderci conto. Era una comunicazione mediata, certo—dalla Surina e Maccarini, da Cattelan, da Pastore, anche dalla Canalis—ma era il meglio a cui potevamo aspirare.

Pubblicità

Continua a leggere su Noisey: Quella volta che Dave Grohl ha detto ai Gemelli DiVersi che facevano schifo