FYI.

This story is over 5 years old.

Foto

Cellulari di guerra

In Vietnam quasi tutti i soldati avevano uno Zippo, e molti ne incidevano la superficie con messaggi. Henry Hargreaves ha ricreato quelle frasi sulle cover dei telefoni cellulari per raccontare le esperienze di chi è stato in Afghanistan e Iraq.
07 luglio 2014, 9:16am

In Vietnam quasi tutti i soldati avevano uno Zippo. Per loro erano molto più che semplici accendini, e spesso diventavano veri e propri portafortuna. Non avendo il permesso di personalizzare le uniformi, a volte era proprio su questi che incidevano i loro messaggi di speranza e violenza.

Guardandoli ora, quasi quarant'anni dopo, sono rimasto colpito da quanto quei messaggi esprimessero sentimenti simili a ciò che provavano i soldati con cui avevo parlato e che avevano combattuto in Iraq e Afghanistan. In "War Phones" ho deciso di raccontare i temi ricorrenti nei pensieri di chi va in guerra sfruttando il progresso della tecnologia e ricreando quelle stesse frasi sulle cover di alcuni cellulari (con "Iraq" e "Afghanistan" al posto di "Vietnam").

Quando ho spiegato la mia idea al mio amico Connor in Afghanistan, lui si è detto entusiasta. Mi ha spiegato che in condizioni difficili l'arma segreta dei soldati è l'ironia. È stato lui a chiedermi di aggiungere un'altra scritta alle cover, lo slogan pubblicitario usato dall'esercito prima di invadere un nuovo paese: "Vinciamo i cuori e le menti." La realtà, ha aggiunto, è un po' diversa.

Foto: Henry Hargreaves

Prop: Nicole Heffron

Continua nella pagina successiva.

Dietro le quinte: