FYI.

This story is over 5 years old.

A8N2: Il sesto numero di vice dedicato alla moda

Le mise del messia

Ai cattolici messicani piace travestire il Bambin Gesù.
13.3.12

NIÑO FUTBOLISTA (BIMBO CALCIATORE)—La maggior parte dei messicani hanno due passioni: il calcio e la religione. Ovviamente, molti innalzano preghiere al Niño Futbolista durante i rigori, i calci d’angolo, e in ogni altra occasione in cui ci sia bisogno di un miracolo in campo. È così popolare che fa bella mostra di sé tutto l’anno nella Chiesa di San Miguel a Tacuba, Città del Messico. I cattolici messicani trovano il Bambin Gesù così adorabile da non poter fare a meno di vestirlo con abitini carini di ogni tipo e costumini di ogni foggia. Soprattutto nel mese di dicembre, quando la venerazione del Niño Dios (Dio Bambino) è al culmine. La Vigilia di Natale, le famiglie si riuniscono intorno ai presepi per porre delicatamente una statuina di Cristo appena nato nella sua mangiatoia, dove rimarrà fino al 2 febbraio, giorno della festa di Candelaria, in cui si celebra la Purificazione della Vergine Maria. Ufficialmente, la Chiesa Cattolica approva solo un ristretto numero di look, tra i quali il Niño Divino (Bimbo Divino), il Buon Pastore, e il Bambin Gesù di Nazareth. Tutte raffigurano lo stesso Cristo in fasce, ma vestito in modo diverso, a seconda del tipo di preghiera o di virtù associata a ogni look. Ma l’usanza è andata oltre il suo senso originario, diventando una vera attività produttiva. Oggi si possono trovare statuine elaborate del Cristo di varie dimensioni, pose, e incarnati; è piuttosto facile trovarne con indosso pigiami, camice da chirurgo, abiti regali, e persino vestiti da antico guerriero azteco. Introdotte dagli europei più di 400 anni fa, queste statuette sono tradizionalmente recate in dono, e il donatore si fa carico del ruolo di padrino del Gesù Bambino per i successivi tre anni, durante i quali dovrà provvedere agli abiti del piccolino, seguendo delle direttive ben specifiche. Il primo anno il pupo indossa un abito bianco fatto a maglia, il secondo anno è vestito come un angelo (compreso di ali dorate), e il terzo anno è adornato di una candida veste bianca. Una volta passati i tre anni, chi ha fatto il regalo è sollevato dal suo incarico, e i vestiti della statuina si adattano alle preghiere del nuovo proprietario—anche se questo significherà vestire Gesù come un calciatore della propria squadra del cuore. Doña Lupe gestisce un’azienda che produce abiti per statuette di Gesù a Città del Messico, e ci ha detto che il mercato è in espansione. Nel giro di soli sette anni, la sua azienda è cresciuta, passando da una piccola bancarella al commercio all’ingrosso. “Lavoriamo tutto l’anno ai costumi, mentre tra dicembre e gennaio ci occupiamo solamente delle vendite,” ci ha detto. “Spedisco i nostri prodotti in tutto il paese, in posti come Matehuala, Monterrey, e Oaxaca. Ho anche un nuovo cliente a Denver.” Nonostante alcuni membri del clero condannino l’usanza, sostenendo che Gesù non dovrebbe essere agghindato come un bambolotto, molti preti si sono arresi al successo di questa pratica. Nella chiesa di San Bartolomé abbiamo incontrato Fra Pedro, un prete sull’ottantina che ha preso i voti a 13 anni. “Non è l’immagine che conta, è l’amore che mostriamo a tenere tutto in piedi,” ci ha detto. “Dato che Dio è tutto e Dio è amore, tutti, allora, preghiamo lo stesso vecchio amico. La Vergine Maria è vestita e chiamata in modi diversi in diversi Paesi e anche l’effigie di Cristo in croce varia. È stato crocifisso nudo! Noi gli mettiamo quel pezzo di stoffa bianco in vita come puro segno di rispetto.”

NIÑO ANGEL (BIMBO ANGELO)—Il Bambin Gesù nel suo costume del secondo anno, approvata dall’alto dei cieli.

Pubblicità

NIÑO CIRUJANO (BIMBO CHIRURGO)—Tutto bardato e pronto a entrare in sala operatoria, al Niño Cirujano sono indirizzate le preghiere dei pazienti che stanno per sottoporsi a interventi chirurgici.

NIÑO DE LA FE Y EL TRABAJO (BIMBO DEL LAVORO E DELLA FEDE)—Il Bambin Gesù più pregato in questo periodo di dissesti finanziari è questo piccolo vestito di blu, alto come una pinta di birra. È particolarmente venerato da chi cerca lavoro o una vita più stabile. Da non confondersi con il Niño de la Abundancia (Bimbo dell’Abbondanza)..

NIÑO BEBÉ TEJIDO (BAMBINO CON IL VESTITO RICAMATO)—Il Bambin Gesù con il suo morbido abitino del primo anno.

NIÑO DE LAS SUERTES (BAMBINO DELLE FORTUNE)—I genitori di bambini scomparsi pregano questa incarnazione del Bambin Gesù nella speranza che si svegli nel mezzo della notte e pattugli le strade alla ricerca dei loro figli. È esposto tutto l’anno al Convento di San Bernardo di Xochimilco, Città del Messico. Doña Lupe posa fuori dal suo negozio, Trajes Tejidos y Bordados Lupe, situato nel centro di Città del Messico. Tiene in braccio il suo Bambin Gesù preferito.