Gay o Ragazze?

Nessuno sa come rendere felice un pene meglio di chi ne possiede uno. Sarà vero?

|
13 aprile 2012, 11:00am


Foto di James Stafford
 




Gli uomini hanno bisogni sessuali molto semplici: vogliono eiaculare. Tutto qui. A volte capita che vengano in modi da loro ritenuti creativi, ad esempio sulla vostra faccia o sulle tette, ma la sostanza è sempre la stessa: uno schizzo di appiccicume biancastro seguito da un breve momento d’estasi. Così, dopo circa 20.000 orgasmi, molti uomini iniziano a chiedersi: “Ma è tutto qui?” L’orgasmo comincia ad annoiarli.

Una delle piaghe sociali che colpisce gli uomini occidentali è rappresentata dai pompini svogliati che le fidanzate gli somministrano ogni giorno. Non c’è da stupirsi, dunque, se sempre più ragazzi pensano che forse il modo migliore per risvegliarsi da questo torpore carnale sia ricevere del sesso orale da un omosessuale. Del resto, tutti i gay che hanno conosciuto si sono prodigati nel descrivere quanto un pompino fatto da un omosessuale sia cento volte più eccitante e godibile di uno fatto da una donna. “Nessuno sa come rendere felice un pene come chi ne possiede uno!” (Questo è quello che i gay dicono per beccare cazzi come se piovesse.)

Ora, notate un particolare: la maggior parte degli uomini “bi-curious” non pensa affatto a quanto sarebbe delizioso avere l’arnese di un altro uomo infilato nel didietro, bensì a quanto la bocca di un ragazzo sia tecnicamente uguale a quella di una donna, specialmente se si è ubriachi. E ancora di più se si è ubriachi, brutti e soli. La bisessualità, in sostanza, raddoppia le possibilità. È l’ancora di salvezza degli arrapati più patetici.

Recenti statistiche realizzate in Italia mostrano che in una settimana un gay succhia più cazzi di 12.7 donne. Ma chi è che si becca tutti questi pompini? Facendo un rapido calcolo, è ovvio che non si tratti solo di altri gay—specialmente in Italia, dove le ragazze succhiano cazzi con la stessa disinvoltura con cui le americane buttano giù martini. La risposta è una sola: i ragazzi etero si stanno arrendendo all’idea di farselo gingillare dai gay.

A questo punto, rimane solo un dubbio da sciogliere: “Chi lo fa meglio?” Dobbiamo diventare gay per ricevere il pompino del secolo? Per scoprirlo, abbiamo preso un gay e un etero e gli abbiamo fatto ricevere del sesso orale da un gay e da una donna etero. Abbiamo bendato entrambe le cavie e costruito un glory hole. Poi ci siamo seduti, preparandoci all’esaltante spettacolo dell’esperimento più erotico e rivelatore mai condotto prima nel nome della verità sessuale.
 

Passivo numero 1
Rich è di Londra, ha 24 anni e un cazzo lungo 21 cm. Lavora come gigolò per uomini.

“Il miglior pompino di sempre l’ho ricevuto da un cliente qualche settimana fa,” ci ha detto nervosamente.

“È durato circa 15 minuti ed è stato incredibile. Non avevo mai partecipato a nulla che comprendesse un glory hole, ma non vedo l’ora.” Passivo numero 2
Sam è un modello di Londra. Ha 20 anni ed è etero. Questa sarà la prima volta che un altro uomo gli toccherà l’arnese. Attivo numero 1
Avalon ha 26 anni e lavora nell'industria dei film per adulti da quando si è trasferita a Londra dalla Malesia, da adolescente.

Si è preparata al sesso orale succhiando una pastiglia al mentolo, che porta sempre con sé quando deve girare scene di sesso orale perché anestetizzano la gola e il mentolo stimola il glande del ricevente, aumentando il piacere. (Le crediamo sulla parola) Attivo numero 2
Daniel è un poeta francese che era sicurissimo di vincere la sfida. Ha anche ripetuto il solito mantra del “ solo gli uomini sanno cosa vogliono gli altri uomini.” Gli abbiamo fatto notare che se questo ragionamento fosse vero, non ci sarebbero guerre, politica o conflitti, e nessuna gravidanza indesiderata, ma Daniel ha mantenuto il suo aplomb.

REGOLE

Ci siamo assicurati che i riceventi non potessero capire in nessun modo il sesso dell’altro.

Ad Avalon è stato ordinato di non emettere gemiti erotici e di tener lontane  dal buco le sue lunghissime unghie costosamente laccate.

Daniel si era appena rasato e gli è stato proibito di sussurrare cose del tipo: “Oh, il tuo cazzo è divino” con la sua voce francese e mascolina.
Primo Round

Il primo è stato Rick, coi suoi pantaloni grigi macchiati. Non appena si è infilato nel buco, Daniel si è fiondato sul suo aggeggio leccandolo con eccitazione, come se la reputazione di ogni gay sulla faccia della terra dipendesse dalla sua performance.

Dopo dieci insipidi minuti in cui Daniel ha dato il meglio di sé, l'uccello di Rick era ancora piuttosto intimidito, lontano dai promessi 21 cm.

Un attimo prima di tirarlo fuori dal glory hole, ci ha confessato: “Ad essere sincero non è stato il pompino migliore che mi abbiano mai fatto, ma nemmeno il peggiore. “

Era ovvio che le sue fossero solo parole di gentilezza e incoraggiamento per il povero Daniel, che sembrava sinceramente confuso dalla sua incapacità nel risvegliare il pitone di Rick.

Ma vediamo cosa è successo con la bocca numero due.

Dopo aver lottato per posizionare il preservativo sul suo membro flaccido, abbiamo convinto Rick a infilarlo nel buco al naturale. Avalon è passata all’azione, pronta a srotolare un preservativo con la bocca. Dopo essere scomparso nella sua bocca, il cazzo di Rick ha cominciato a crescere a una velocità allarmante. La naturalità della sua tecnica ha impressionato tutti i presenti, e soprattutto Rick che, mugolando ad occhi chiusi, ha detto ai giudici: “Posso dire soltanto una cosa? Questo dev’essere l’uomo. È mille volte meglio del primo.”

Un minuto dopo, ha riempito il preservativo con getti di caldo sperma omosessuale e Avalon è saltata in piedi, agitando il pugno come se avesse vinto alla lotteria.

Risultato: Donne 1, Gay 0

Secondo Round

Sam si è preparato masturbandosi con una copia di Maxim. “A volte mi ci vuole un’ora per finire, ma bastano pochi minuti perché mi venga duro,” ci ha detto.

Daniel si è inginocchiato mentre Sam, bendato, ha infilato la sua spada tremolante nel glory hole. Il nostro scoraggiato amico gay si è messo immediatamente al lavoro, stavolta servendosi di denti, sputi, strusciate e la tecnica di “leccate profonde” che ha imparato nei “cessi dei nightclub di Brighton.”

Non ci è voluto molto per capire che questa tecnica non stava funzionando, perché Sam ha cominciato ad afflosciarsi. Si guardava in giro per la stanza come se stesse disperatamente cercando una via d’uscita.

“Penso che sia ora del numero due, per favore,” ci ha pregati. “Questo non mi piace per niente.”

Temendo che la gara fosse già finita, abbiamo deciso di complicare un po' le cose e detto ad Avalon di fare a Sam il peggior pompino di cui fosse capace. Si è gingillata con il suo cazzo come un prigioniero di guerra iracheno costretto a succhiarlo al suo migliore amico per intrattenere i soldati americani. Ma anche così, il membro di Sam ha risposto immediatamente. Le cose hanno cominciato a mettersi davvero male per Daniel.

Inebriata dal successo e ottenuto il via libera a dare il meglio di sé, Avalon si è inginocchiata e ha ripetuto la tecnica di deep-throat gentile e al tempo stesso decisa che aveva lasciato Rick così estasiato. Nel giro di pochi minuti, i tratti di Sam si sono rilassati, e lui guardava il soffitto dicendoci: “Questo è molto più sensuale. È molto... importante, quando stai facendo... uh... una cosa come questa.“

Per essere sicuri al 100 percento, abbiamo dato a Daniel un’ultima opportunità per difendere la sua reputazione, ma Sam continuava a non apprezzare i suoi sforzi.

“No,” ha sospirato. “Mi piace la forza che ci mette, ma preferisco di gran lunga l’altro.” A questo punto, Avalon ha ricominciato e gli ha regalato un orgasmo incredibilmente intenso.

Risultato: Donne 2, Gay 0

Quindi, questo è quanto: le ragazze fanno pompini migliori dei ragazzi. Il che, dopotutto, è una cosa positiva, perché se gli uomini avessero continuato a sprecare il loro prezioso seme dentro ad altri uomini, a questo punto la razza umana si sarebbe già estinta.
 
Altro da VICE
Vice Channels