FYI.

This story is over 5 years old.

Cultura

Sono stato stagista a Pornhub per un giorno

Alcuni stagisti fanno fotocopie, altri partecipano attivamente all'attività della compagnia. E poi ci sono le stagiste di Pornhub, che passano le giornate ad animare la community coi loro commenti fuori luogo.
21.12.13

Da sinistra: Madeline, l'autore e Amber. Foto dell'autore. Video per gentile concessione di Pornhub.

Questi sono tempi bui per i giovani, americani e non. Secondo la giornalista del Guardian Jana Kasperkevic, solo il 63 percento delle persone tra 20 e i 24 anni di età ha trovato lavoro in seguito alla Grande Recessione, e quelle dai 18 ai 25 anni costituiscono il 35,5 percento dei lavoratori con un salario annuo al di sotto della soglia di povertà.

Pubblicità

Quale ventiduenne sono passato attraverso la catena degli stage, e a dire il vero non ne sono uscito illeso. Eppure, in mezzo a questa negatività, qualcuno è accorso per portarmi un po' di luce: parlo di @Pornhubinterns, due stagiste del popolare sito porno (non credo di dover inserire un link) che hanno trasformato il loro tirocinio in un account Twitter molto seguito.

Anche se Pornhub riceve una media di 35 milioni di visite al giorno e un miliardo di visite al mese, Ambra e Madeline sono le prime tirocinanti della società. Pornhub ha lanciato il concorso un anno fa, quando un amico di Amber le ha passato il link con l'annuncio. Amber era reduce da diversi anni come spogliarellista, perciò lavorare per Pornhub le è sembrata un'ottima opportunità.

Madeline ci è arrivata da sola. Ricorda un po' Mercoledì della Famiglia Addams se a un certo punto qualcuno decidesse di girare un remake della serie nel tentativo di accattivarsi la generazione Y. Ha visto l'annuncio mentre era a letto, e le è apparsa una soluzione ai suoi problemi. Aveva lottato con l'ansia per tutta la vita. “Ero troppo figa per la scuola ma non avevo amici,” ricorda a proposito del periodo dalle suore. Poi, dopo il liceo, ha iniziato a uscire poco. “Sono sola. Preferisco giocare ai Sims.” Pensava che il tirocinio le avrebbe fatto bene.

Dopo una serie di colloqui le due ragazze si sono aggiudicate il posto. Poco dopo Pornhub le ha mandate ad assistere agli AVN Awards di Las Vegas, dove si sono incontrate per la prima volta. Sono finite alla festa di Ron Jeremy, ma si sono rifiutate di raccontarmi ciò che è accaduto.

Pubblicità

Oggi le ragazze passano la maggior parte del tempo a lavorare da casa. I loro compiti per Pornhub includono la gestione dell'account twitter, il monitoraggio dei commenti sui video porno e l'interazione con i fan della community di Pornhub.

Nei primi mesi le ragazze non avevano raggiunto molti fan, ma dopo l'autunno l'account twitter ha iniziato ad attirare sempre più l'attenzione. Molte aziende incaricano gli stagisti di occuparsi di twitter, ma solo Amber e Madeleine sono riuscite a trasformare questa mansione in un efficace sistema di PR per i loro personaggi.

Cosa rende le stagiste Pornhub diverse da me e i miei coetanei? Ho deciso di diventare uno stagista Pornhub per un giorno e scoprirlo.

Poiché le ragazze lavorano da casa, Pornhub le ha spedite a Brooklyn, dove ho trascorso una giornata con loro in un hotel.

Quando ho fatto il mio ingresso nella loro stanza, alle 11:30 di mattina, le ho trovate a letto in abiti neri. Amber ha immediatamente proposto di bere qualcosa.

“Non bevo perché da ubriaco ci provo coi ragazzi delle altre," ho risposto.

Le differenze tra le due ragazze mi sono immediatamente chiare—mentre Amber era la bionda che sorrideva molto, Madeline aveva i capelli nero corvino ed era imbronciata. Quando Amber mi ha mostrato la sua enorme valigia di Hello Kitty, Madeline le ha lanciato uno sguardo glaciale.

Ho approfittato di quel momento per nascondere la mia agenda di Snoopy, la stessa su cui stavo annotando gli appunti. Madeline ha cominciato a twittare cazzate sul mio conto:

Pubblicità

The vice weekend editor takes notes in not a moleskine LAME @mitchsunderland -m pic.twitter.com/Yf5a1DuKNR

— Pornhub Interns (@PornhubInterns) December 4, 2013

Poi mi ha detto che prima del mio arrivo avevano cercato qualche informazione su di me. “Scrivi solo di cose mainstream?” mi ha chiesto. “VENDUTO”. Amber ha insistito perché indossassi delle mutande e una canotta di Pornhub. "Devi dimostrarci di essere sicuro di te!" Protestare non è valso a nulla.

In bagno, il telefono mi segnalava che molti amici avevano retwittato e salvato le cazzate che le due stagiste stavano scrivendo su di me tramite l'account @Pornhubinterns.

Dopo abbiamo discusso di come avrei dovuto firmare i miei tweet. Le ragazze usano A (di Amber) e M (Madeline), ma in questo modo io non avrei potuto usare la mia iniziale.

"Dovrei firmarmi MS?”

"MS di malattia sessuale?” ha chiesto Madeline.

Così abbiamo deciso che avrei usato il mio nome, sfruttando la loro piattaforma social per farmi autopromozione. Per il primo tweet ho scherzosamente riproposto una delle mie fantasie sessuali e ho menzionato Harry Styles per invitarlo nella nostra camera d'albergo.

Hey, @Harry_Styles. We know you're a homo. Come to BK. We'll do a bukkake, and you can come on my face. Bring Niel, that bottom bitch-Mitch

— Pornhub Interns (@PornhubInterns) December 4, 2013

Sapevo benissimo che gli 1D non sarebbero mai saltati sul primo aereo per eiacularmi nell'occhio, ma al tempo stesso scrivere quelle cose dall'account di Pornhub dava un certo potere.

Pubblicità

Dopodiché, per celebrare il mio ingresso nell'azienda, Amber ha messo su “My Neck, My Back (Lick It),” e mi ha fatto questo braccialetto dell'amicizia.

Completata questa fase e una serie di tweet sul rim job, le ragazze mi hanno ricoperto di adesivi. Ero pronto per essere presentato al mondo.

Siamo usciti e ci siamo fermati da Subway, e un tizio in coda mi ha fermato per dirmi che credeva fossi un cartellone umano. Gli abbiamo spiegato che le mie accompagnatrici erano stagiste di Pornhub, e io ero un giornalista che stava scrivendo un pezzo su di loro. Ovviamente non ci ha creduto. Volevamo scattargli una foto, ma a quanto pare aveva troppa fretta di tornare a casa e cercare su Google le cose che gli avevamo detto. Come testimonia questo suo tweet, ha trovato ciò che cercava:

@PornhubInterns going to masterbate before bedtime to Amber LOL damn can't believe I froze up on the opportunity to take a pic with her :0(

— ωiℓℓie★Torres ®™ (@ICEMAN187) December 5, 2013

Tornati in albergo mi sono rimesso la divisa da stagista e abbiamo iniziato a esplorare la community di Pornhub. Come foto profilo Madeline aveva optato per la sobria foto di un cazzo, e decine di altri uomini le avevano inviato primi piani del loro. Ma, come mi ha fatto notare Amber, i frequentatori di Pornub non sono semplici segaioli.

"Ci sono un sacco di poeti,” mi ha spiegato.

“Persone che vogliono esprimersi,” ha aggiunto Madeline. "Come te, che hai scelto di indossare queste mutande.” Inutile ricordare che non fosse stata una mia scelta.

Pubblicità

Dopodiché ognuno di noi ha selezionato un video, sotto al quale avremmo dovuto lasciare dei commenti. Madeline ha optato per “DIRTY OLD MAN GETS SERVICE BY 18-YEAR-OLD SLUT IN WHITE PANTIES.”

“Il porno ormai l'abbiamo visto tutti, sono diventata insensibile,” ha detto. “E per eccitarmi devo cercare le cose più strane.”

We forced the Vice weekend editor to watch straight porn! -a http://t.co/1NpTczFDxY

— Pornhub Interns (@PornhubInterns) December 11, 2013

A mio avviso i peli della protagonista erano disgustosi, ma devo ammettere che mi occupo di peli solo quando sono collocati sul corpo di un qualche uomo dalle braccia muscolose, quindi forse non ero la persona migliore per giudicare. Poi abbiamo deciso di lanciare una sessione di Q&A, e tramite twitter abbiamo cercato di coinvolgere gli utenti per capire se avessero delle domande da rivolgerci.

Pornhub Interns Meet Vice! Part 1

Pornhub Interns Meet Vice! Part 2

Nel video abbiamo discusso di come Madeline goda nel vomitare sui cazzi dei ragazzi. “Pulisco immediatamente,” ha spiegato poi. “La maggior parte di loro non si ricorda perché gli do l'Ambien. Non li prendo in giro—c’è un tizio che ne è convinto, ma volevo solo fare il culo alla sua fidanzata femminista. Puoi scriverlo.”

Alcuni commenti di Madeline e Amber mi turbavano. Ma tolto il fatto che tante delle loro uscite fossero provocazioni, quelle osservazioni non erano molto diverse da quello che si può sentire in un ufficio o in uno spogliatoio. Dopo tutto, io passo parte del mio tempo online inviando foto dei miei genitali a sconosciuti su Grindr. Chi sono per giudicare?

Fate voi il confronto, insomma.

Dopo aver cenato a Williamsburg ci siamo stesi un po' sul letto in attesa di uscire per andare allo strip club. Dopo una giornata di tweeting e autocelebrazioni, hanno deciso di aprirsi un po' e raccontarmi delle loro vecchie vite.

Pubblicità

Madeline dice che c'è chi le spedisce continuamente bibbie, eppure per lei questa esperienza peccaminosa è una strada verso la salvezza. “Non sono felice,” spiega. “Vivo con i miei genitori. Non ho un lavoro. Il mio diploma è inutile. So che non viviamo nel mondo dei nostri genitori, ma è difficile adattarsi. Non volevo andare a scuola. Pensavo di perdere tempo ogni volta che ci mettevo piede.” Il suo tirocinio si è rivelato più utile del previsto e l’ha aiutata a iniziare un lavoro freelance online.

Anche Amber sembra soddisfatta. "Ho già avuto offerte," ha detto. "Sono assolutamente felice." Tuttavia, come Madeline, ha avuto una vita difficile. È scappata di casa a 17 anni, per via del rapporto difficile con la madre. Ha cominciato a lavorare come spogliarellista e accompagnatrice e a viaggiare. "Io faccio quello che voglio, ma ho sacrificato molto per questo".

Ho tirato fuori il computer e abbiamo fatto partire "Dear Diary" di Britney Spears. Mi sembrava il momento adatto.

Da “Dear Diary” si è passati a “Everytime”. Madeline è saltata su. “Oh mio Dio. Questa è la canzone di Spring Breakers? Guardiamolo.” Abbiamo trovato la scena in cui James Franco e le ragazze di Disney Channel vanno in giro a far guai mentre Britney canta. Un’ora più tardi eravamo nel retro di un taxi ad ascoltare “Kust Like a Pill” di P!nk.

Il tassista superava sul lato sbagliato e si infilava dappertutto. In quel momento ho pensato che non sarebbe stato un brutto modo di morire. Ero con due ragazze che erano state fottute più volte e avevano deciso di rischiare e fare quello che volevano. Era perfetto—ma non siamo morti. Siamo finiti a Pumps, lo strip club.

Pubblicità

Lì abbiamo incontrato diverse blogger e personaggi che seguono le stagiste di Pornhub e volevano incontrarle. Ci siamo seduti a un tavolo e ho tirato fuori il mio blocchetto degli appunti. A un certo punto una spogliarellista si è avvicinata e mi ha chiesto di infilarle una banconota tra le tette.

"Sono gay, e sono qui per lavoro," le ho risposto.

"Dicono tutti così."

Alla fine le ho dato un dollaro per farla allontanare. Mentre le stagiste distribuivano magliette di Pornhub ai presenti e chiedevano di mettersi in mostra per una foto, ho iniziato a parlare con un ragazzo etero. "Vieni anche tu a fare la foto," gli ho detto. "No, non posso. Voglio fare carriera in politica." Come se una foto con un gruppetto di ragazze avrebbe influito in qualche modo sulla cosa.

Gli impieghi del pre-recessione non esistono più, i laureati fanno lavori del cavolo e le stagiste di Pornhub ne hanno solo trovato uno che le fa sentire un po' più libere. Ho lasciato perdere il tizio e mi sono buttato in mezzo al gruppo in attesa dello scatto, quando Madeline ha urlato "millennial" invece di "cheese." E la cosa non poteva che far ridere—quelle due sembrano tutto fuorché ragazzine. Nel più buio dei momenti economici degli ultimi anni, queste ragazze e le loro foto sembrano quasi un segnale di speranza.

Altre esperienze edificanti:

Gita al bordello più famoso del Canton Ticino

Ascesa e declino di Beppu, la città termale più promiscua del Giappone