FYI.

This story is over 5 years old.

Μόδα

La Trousse: la cura dei capelli

Per chi non vuole perdere la vita dietro a quei peli lunghissimi anche conosciuti come capelli, ammesso li possediate ancora.
25.1.12

Partiamo da una semplice ma fondamentale considerazione: i capelli altro non sono che lunghissimi peli. Passare ore e ore del proprio tempo a curare e trattare dei peli per renderli più belli non sembra una cosa del tutto logica. Ma è così che va il mondo, e dato che, facendo un rapido calcolo, sono circa 25 anni che sperimento liste infinite di prodotti, metodi e intrugli per provare a semplificarmi l'esistenza, cercherò di condividere i punti fondamentali di quanto imparato sulla mia pelle (della testa), in modo che non commettiate i miei stessi errori.

Pubblicità

Con questo spirito dunque, qualche giorno fa ho passato un'intera nottata a fare ricerche incrociate tra forum di bellezza e canali YouTube, cercando capire se esistesse una scappatoia a quella galera di illusioni, menzogne e siliconi anche conosciuta come "shampoo". Il silicone in particolare: è lui il nemico da combattere, l'ingrediente neanche troppo segreto che fa sembrare i prodotti miracolosi e che poi, quando smetti di usarli, ti fa sprofondare nel baratro assoluto del capello sfibrato. Gli shampoo senza siliconi esistono, ma o sono nascosti da qualche parte, in sezioni del supermercato senza alcuna dignità, oppure costano intorno ai 30 euro (che, se ci pensate, è l'equivalente all'abbonamento mensile ai mezzi pubblici). Così, mossa da una sana voglia di giustizia, sono andata alla ricerca del prodotto e del metodo definitivo:

LO SPLEND'OR

Lo Splend'or si presenta come un classico prodotto per pezzenti. Il packaging è mortificante, al supermercato sta sempre in basso e il prezzo oscilla tra gli 0,95 euro e 1,20. L'unico posto dove lo Splend'or ritrova una dignità è sui nostri capelli, sui quali fa un buonissimo lavoro. Non si tratta di uno shampoo, bensì di un balsamo, ed è quasi completamente bio—vale a dire no siliconi, no schifezze, veri ingredienti naturali. Solo qualche conservante, ma ci mancherebbe altro. Immaginerete dunque la mia felicità quando ho scoperto che la maggior parte delle spignattatrici di YouTube lo usava per…

IL COWASH (Conditioner Only WASHing)

Pubblicità

Il Cowash consiste nel lavarsi i capelli con il balsamo, in questo caso lo Splendor da due lire. Devo ammettere che avevo dei pregiudizi, ma una volta provato e capito che posso spendere i soldi dello shampoo in altre mille cose non credo che lo abbandonerò così facilmente. Il funzionamento del cowash ve lo spiega lei, perché è brava:

Ultimamente, tra uno shampoo e l'altro uso

LO SHAMPOO SECCO

Purtroppo, a differenza degli Stati Uniti, l'Italia non regala una grande quantità di shampoo secchi. Esiste tuttavia un ottimo alleato presente più o meno ovunque, lo shampoo secco di Klorane.

Oltre ad aiutarci nelle questioni di unto infra-shampoo, durante il suo utilizzo possiamo vedere con i nostri occhi come saranno i nostri capelli tra vent’anni. Cioè, bianchi.

Così come per le ascelle, il semplice lavaggio dei capelli non basta. Attenzione, però: il nemico silicone è sempre dietro l'angolo, ma soprattutto dentro quelle boccette con su scritto "cristalli di semi di lino". Non usateli, sono una truffa tremenda. Se anche voi ora morite dalla voglia di "spignattare", potete prepararvi un validissimo

GEL AI SEMI DI LINO

Anche conosciuto come mucillagine di semi di lino, è un prodotto portentoso che somiglia al catarro e che potete fare con le vostre mani. Si usa come impacco pre-shampoo (da lasciare tutta la notte) oppure come vero e proprio gel per lo styling dei capelli. Io ci sono rimasta sotto e ho obbligato tutte le mie amiche a farlo, diffondendo questo video (in pratica, ora sono la PR di carlitadolce).

Ad alcune mie amiche dopo l’uso sono persino cresciuti i capelli.

Credetemi, con questi pochi prodotti a costo (quasi) zero potrete davvero migliorare la vostra esistenza. Se invece volete continuare ad usare Pantehhjhkhkhn o Fruhjhjhjhkk di Garnjofihjoiuer sappiate che se vi incontrerò all'Esselunga cercherò in tutti i modi di fermarvi. Alla prossima puntata!

Segui Elisa su Twitter: @lucindacasual

Nei post precedenti:

Maschere di bellezza

Il deodorante