FYI.

This story is over 5 years old.

Sai dire quali di queste scene di 'Twin Peaks' sono state dirette da David Lynch?

David Lynch ha annunciato che non dirigerà il sequel di 'Twin Peaks', e internet è impazzito. Tuttavia, anche della serie originale Lynch non aveva diretto molti episodi: ecco un semplice quiz per distinguere cosa è di Lynch e cosa no.
10.4.15

Twin Peaks

Quando questo martedì David Lynch ha annunciato di aver rinunciato a dirigere gli episodi del sequel di Twin Peaks prodotto da Showtime, su internet la gente è impazzita. "Ho rinunciato perché non mi sono stati offerti abbastanza soldi per farlo come sento vada fatto," ha scritto Lynch su Twitter. I membri del cast hanno addirittura realizzato un video per dire a Lynch che senza di lui Twin Peaks non sarebbe stato Twin Peaks.

Ma forse internet non si ricorda che dei 30 episodi originali, Lynch ne ha diretti solo sei, e ha collaborato a scriverne quattro. Ha diretto Fuoco cammina con me, il film del 1992 che all'epoca avrebbe dovuto fornire ai fan della serie tutte le risposte, di cui oggi la cosa migliore che possiamo dire è che c'è David Bowie.

Quindi, possiamo davvero dire che l'assenza di Lynch sia la cosa peggiore che possa capitare a Twin Peaks? Tenete a mente che Lynch ha già scritto, insieme a Mark Frost, tutti e nove i nuovi episodi.

Su YouTube, tra una folla di tizi che fanno cover della sigla alla chitarra o alla fisarmonica, gatti che si lavano sulle note della sigla e gente che ricrea Twin Peaks su Minecraft, si possono trovare anche alcune scene della serie. Qui sotto ne abbiamo messe un po': riuscite a capire quali sono state dirette da David Lynch? Le risposte sono in fondo alla pagina.

1) La scena della rissa durante l'autopsia di Laura Palmer

2) La scena in cui Ben e Jerry Horne impazziscono per dei panini

3) La scena in cui Mike, l'uomo con un solo braccio, parla in rima

4) La scena in cui Garland Briggs e la Signora Ceppo parlano di un artiglio d'orso

5) La scena in cui i fratelli Horne, in prigione, si raccontano le loro prime fantasie sessuali

6) La scena in cui Cooper si lamenta con Diane degli islandesi

7) La scena in cui Cooper sogna Laura Palmer e un nano in una stanza rossa


1. Risposta: stagione 1, episodio 3, "Riposa nel dolore", diretto da Tina Rathborne
Se vedere il burbero patologo forense Albert Rosenfield che chiama lo sceriffo Truman "un grosso imbecille" e poi si becca un pugno in faccia vi sembra una cosa lynchana, be', vi sbagliate. Questa scena non è nemmeno stata scritta da Lynch, ma da Harley Peyton.

2. Risposta: stagione 1, episodio 2, "Lo Zen, oppure l'abilità di catturare un killer", diretto da David Lynch
Se compare del cibo, ci sono buone probabilità che sia una scena di Lynch. Anche il fatto che Cooper esclami, "Qui dev'essere dove le torte vanno a morire," è una cosa da lui. Ma non dovreste provare le torte in questione, perché pare che il vero Double-R-Dine sia terribile. Forse c'era da aspettarselo, considerando che da quando la serie è stata interrotta il locale è stato venduto, derubato e dato alle fiamme.

3. Risposta: stagione 2, episodio 6, "Demoni", diretto da Lesli Linka Glatter
La scena in cui Mike parla in rima per poi mettersi a discorrere della natura dei parassiti si inserisce perfettamente nella filosofia della serie. Eppure, nemmeno questa scena è stata scritta da Lynch. Punti bonus se l'avevate capito e se vi eravate accorti del cameo di Lynch nel ruolo di Gordon Cole.

4. Risposta: stagione 2, episodio 2, "Coma", diretto da David Lynch
Qui troviamo la classica stranezza e il classico umorismo lynchano. Ma ho qualcosa da dirvi: anche se è stata diretta da Lynch, questa scena è stata scritta da Harley Peyton.

5. Risposta: stagione 2, episodio 8, "Guida con una ragazza morta", diretto da Caleb Deschanel
Mentre la scena in cui i fratelli mangiano panini è puro Lynch, questa in cui ridono guardando Louis Dubrowski che danza sul tappeto è opera di Caleb Deschanel e Scott Frost.

6. Risposta: stagione 1, episodio 6, "I sogni di Cooper", diretto da Lesli Linka Glatter
Questa era facile, ammesso che abbiate fatto caso ai titoli di coda. Altrimenti, vi informo che in questo caso Lynch non è minimamente coinvolto—il che dimostra come spesso non sia facile capire quali scene abbia diretto lui.

7. Risposta: stagione 1, episodio 2, "Lo Zen, oppure l'abilità di catturare un killer", diretto da David Lynch
D'accordo, anche questa era facile—la scena surreale del sogno è stata ovviamente scritta e diretta da Lynch. In effetti, la maggior parte dei momenti più iconici della serie avviene in quest'episodio.

Quante ne avete indovinate? È chiaro che nella realizzazione di Twin Peaks sono state coinvolte molte menti, non una sola. Dunque, se necessario Showtime potrebbe tranquillamente produrre la terza stagione senza Lynch. Ma, in realtà, dato che si tratta di una serie così amata, dovrebbero assecondarlo, aumentare l'offerta e consentirgli di produrla nel modo che ritiene più opportuno.

Per quanto mi riguarda, dal sequel di Twin Peaks vorrei le seguenti cose:

1. Ray Wise. Leland è morto, ma Ray Wise se la passa bene. Voglio dire, guardatelo cantare "Mairzy Doats ." Magari potrebbe comparire a un certo punto.

2. Nessuna menzione di Windom Earle. Parla da solo e ride in maniera ossessiva mentre gioca a scacchi. A questo punto, non potremmo semplicemente vietare ai cattivi di giocare a scacchi? Se non ti chiami Ingmar Bergman non dovresti avere il permesso di inserire in un film o in una serie un personaggio che gioca a scacchi.

3. Nessuna raffigurazione stereotipata di personaggi minori. Anche se trovo attraente David Duchovny, il ruolo dell'agente della DEA Denise è stato costruito per far ridere, quando invece essere trans non è uno scherzo. Inoltre, il fatto che Hawk spieghi che la Loggia Nera deriva da un mito degli indiani d'America solo per dare al tutto un'aura mistica così che Coop possa arrivare e risolvere il mistero è davvero sgradevole.

4. Niente Ben Horne che va fuori di testa e inscena le battaglie della guerra civile americana con le miniature di Warhammer.

5. Cooper che mangia un sacco di cose e fa commenti al riguardo.

6. Qualsiasi cosa. Tutte quelle cose che hanno fatto di Twin Peaks un capolavoro.

Segui Mary South su Twitter.