FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

Moda al minimarket

i
di it
31.5.10

Il novantasette percento dei designer di moda che popolano le fashion week in giro per il mondo realizza abiti da principessa futuristica solo per le figlie delle rockstar. Quindi un'etichetta di abbigliamento femminile come Minimarket che fa moda per la vita vera è decisamente degna di interesse. Ha cominciato come un piccolo concept store a Stoccolma, gestito dalle tre sorelle Elvestedt, i cui vestiti autoprodotti sono diventati così popolari che quando il piccolo negozio alla fine ha chiuso, l'etichetta è rimasta e ha anche prodotto una nuova linea più economica, la Mini For Many. Abbiamo fatto due chiacchiere con Sophie, la sorella maggiore.

Vice: Cominciamo con la domanda più ovvia; com'è lavorare con le tue sorelle più piccole?

Sophie Elvestedt: I vantaggi e gli svantaggi più o meno si bilanciano. È impossibile separare il lavoro dalla vita privata e a volte le cene di famiglia si trasformano in riunioni di lavoro. Allo stesso tempo è bellissimo avere l'opportunità di essere così personali in un ambiente lavorativo.

Pubblicità

Quindi niente tirate di capelli o cose così?
Be', ovviamente qualche volta ci diamo sui nervi, ma per lo più ci complementiamo a vicenda. Abbiamo gusti diversi - Jennifer ama lo stile street e oversize, a Pernilla piace tutto ciò che è drappeggiato e carino, io sono fissata con il taglio e il femminile - e questo risulta nella produzione di vestiti che possono essere portati più o meno con ogni stile.

Come fate a mettere tutte queste cose in una collezione?

Scegliamo temi diversi per ogni stagione e poi ci lavoriamo intorno. Ad esempio, la collezione P/E 2010 ha come tema l'acquario e invece quella A/I ha si ispira ai totem.

Ai totem?

Gli animali dei totem fungono da spiriti guardiani e li abbiamo messi insieme, usando il linguaggio grafico degli indiani Seminole. È la nostra collezione più colorata. Abbiamo mixato viola scuro, mango, pesca e bianco crema con un sacco di dettagli: perline di ottone, palline di legno e disegni grafici. La moda deve essere divertente!

Sono d'accordo. E com'è nata la marca Mini For Many?

Si potrebbe dire che abbiamo diviso la collezione Minimarket in due, separando i capi più semplici e meno costosi e proponendoli sotto il brand Mini For Many. È una collezione molto svedese.

Il che vuol dire…

Che ora, con Minimarket, non dobbiamo adattarci a quello che vuole il noioso mercato svedese. Comunque facciamo tuttora la versione nera di ogni capo. Agli svedesi piace il nero e il lavabile in lavatrice.

Perché avete collaborato con Save the Blue per la collezione sull'acquario?

Dopo aver scelto il tema, abbiamo visto un mucchio di film di vita in fondo al mare, tra i quali questo documentario chiamato Shark Water. Racconta di come gli squali vengano brutalmente uccisi per le loro pinne, perché la gente crede che le pinne di squalo aumentino la potenza sessuale e ti rendano immune al cancro. Stronzate! Era tempo che volevamo fare un progetto impegnato quindi dopo aver visto il film, il resto è venuto da sé.

LINN STIGSSON STERN