FYI.

This story is over 5 years old.

colpo di stato

Cosa è successo di preciso in Turchia

Nella notte di venerdì, una frangia dell'esercito ha tentato un colpo di stato militare per "ristabilire il controllo" del paese. Ad ora, il golpe sarebbe sostanzialmente fallito.
16.7.16
Foto via EPA

In breve: nella notte di venerdì, una frangia dell'esercito ha tentato un colpo di stato militare per "ristabilire il controllo" del paese. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan - che governa il paese dal 2003 - ha risposto chiedendo ai cittadini di scendere in strada a protestare e mostrare il loro supporto in favore del governo eletto. Ad oggi, sabato 16 luglio, tutti gli elementi finora emersi fanno ritenere che il colpo di stato sia sostanzialmente fallito.

Pubblicità

Ecco tutto quello che sappiamo finora:

- La situazione è sfuggita di mano attorno alle 10.00, quando soldati e veicoli militari hanno occupato le strade di Istanbul e della capitale Ankara: si sono sentiti jet ed elicotteri sorvolare sorvolare le città, insieme a rumori di colpi d'arma da fuoco ed esplosioni.

Explosion seen in — Michael Horowitz (@michaelh992)July 15, 2016

- La fazione ribelle ha poi rilasciato un comunicato in cui riferiva che "le forze armate turche hanno preso il pieno controllo del paese con l'obiettivo di ristabilire l'ordine costituzionale, la democrazia, i diritti umani e la libertà. I concordati internazionali restaeranno in piedi, così come le promesse resteranno valide. Confidiamo nel fatto che i buoni rapporti coi nostri amici internazionali restino tali."

- La frangia dei militari ha annunciato l'estensione del coprifuoco e della legge marziale su tutto il paese. Stando a Reuters, dopo la presa della tv di stato TRT, i militari avrebbero fatto trasmettere la lettura di un comunicato in cui veniva spiegato che il paese sarebbe stato governato, adesso, da un "consiglio di pace" che avrebbe garantito la sicurezza della cittadinanza.

- In un'intervista televisiva concessa via FaceTime, Erdogan - da quello che ha definito un luogo sicuro - ha parlato del golpe come di "un tentativo di rivolta da parte di una parte minoritaria dell'esercito." "Invito la mia gente a prendere le piazze," ha continuato, "riunitevi in piazze e aeroporti."

Pubblicità

Cumhurba?kan? Erdo?an CNN TÜRK'e aç?klama yapt?https://t.co/C0EYdmeAz6 https://t.co/IHVrhCBVEB
— CNN Türk (@cnnturk) July 15, 2016

- Ci sarebbero stati addirittura scontri tra polizia e soldati: i procuratore di Ankara parla di 42 vittime.

HUGE: Turkish soldiers and Turkish policemen clash in Istanbul, near military officers' facility. pic.twitter.com/SE8GFMVtUE
— Gilgo (@agirecudi) July 15, 2016

- La gente, in preda al panico, si è riversata in strada e ha affollato gli sportelli bancomat.

Millet ayakta, ak?n ak?n geliyoruz.. pic.twitter.com/VhM1CfmIXx
— Yusuf Co?kuner (@ysfcsknr) July 15, 2016

- A Istanbul, il ponte sul Bosforo e il ponte Fatih Sultan Mehmet - che collegano la parte asiatica da quella europea della città - sono stati bloccati. Nella nottata sono emersi video nei quali si vede l'esercito aprire il fuoco contro i manifestanti in corteo sul ponte del Bosforo.

Bo?aziçi Köprüsü'nde askerin ate? etti?i görüntüler payla??ld?. @yavuzselimgunes pic.twitter.com/L18OFQ4J8S
— 140journos (@140journos) July 15, 2016

- I soldati hanno bloccato l'aeroporto Ataturk di Istanbul con carrarmati e altri mezzi militari. Secondo l'agenzia turca Dogan, dei membri dell'esercito avrebbero preso possesso della torretta di controllo e bloccato dei voli.

- Si è parlato di esplosioni presso il parlamento: un parlamentare d'opposizione ha postato una foto su Twitter del bunker sotterraneo nel quale si era rifugiato.

Pubblicità

TBMM s???na??nday?z; 10 dakika oldu bomba sesi yok… — Mehmet Bekaro?lu (@MBekaroglu)July 16, 2016

- Le strade sono state percorse dalle proteste: in video e foto online si vede la polizia arrestare membri dell'esercito, e a Istanbul alcuni soldati essere addirittura malmenati e percossi da civili.

Game over ????????— Carol Malouf (@carolmalouf)July 15, 2016

These people heeded Erdogan's call to protest. In Taksim Square Istanbul pic.twitter.com/dNFMc8xbyz
— Jared Malsin (@jmalsin) July 15, 2016

- Ore dopo il collegamento su FaceTime, Erdogan - che ha ammesso di aver riparato in un resort di Marmaris, nel Mediterraneo - è atterrato presso l'aeroporto Ataturk, accolto da ali di supporter festanti. Attorno alle 4, ha dichiarato alla televisione che "il colpo è un atto di tradimento… Un movimento di ribellione: tradire la patria non può non avere un costo altissimo. Lo dico subito: questo governo è salito al potere grazie al voto democratico dei cittadini, e un colpo metterebbe fine a tutto questo. Quello che è successo stasera è un dono di dio: sarà l'occasione - finalmente - per fare piazza pulita nell'esercito turco."

- Alle 6.30, Erdogan ha aggiunto che i soldati che hanno bloccato i ponti sono stati arrestati, e che gli aeroporti verranno riaperti presto.

- Gli USA hanno espresso il loro supporto in favore del governo eletto

Leggi anche: Il colpo di stato dell'esercito in Turchia sarebbe sostanzialmente fallito


Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook