Un esorcista ha detto che nei testi di Sfera Ebbasta "c'è il demonio"

Il dibattito sulla strage di Corinaldo è diventato così desolante che Radio RAI ha fatto parlare ai suoi microfoni un esorcista.
11 dicembre 2018, 1:40pm
sfera ebbasta
Fotografia promozionale

Prima di pubblicare questa news ci siamo chiesti se avesse senso farlo data la desolazione del dibattito creatosi attorno alla strage di Corinaldo, dove sei persone sono morte schiacciate mentre fuggivano da una discoteca dove si sarebbe dovuto esibire Sfera Ebbasta. Quello che abbiamo scritto il giorno della tragedia resta valido oggi e sempre: "La verità è che sarebbe potuto accadere a qualsiasi concerto di un artista di successo, a qualsiasi concerto affollato in un club".

Insomma: l'artista non è responsabile delle condizioni e della clientela dei luoghi in cui si esibisce e "servirebbe una riflessione sull’uso e sulla diffusione dello spray al peperoncino, che in Italia viene venduto anche in edicola dal quotidiano Libero, allegato come fosse un DVD. Insomma, è assolutamente legittimo che non piaccia la musica di Sfera Ebbasta, ma non è esattamente questo il punto".

Detto questo: come riporta Il Fatto Quotidiano, una trasmissione notturna di Rai Radio 2 ha invitato a parlare ai suoi microfoni un prete esorcista, don Antonio Mattatelli, e gli ha chiesto un'opinione su Sfera Ebbasta. Le sue parole sono deliranti, quasi quanto quelle del capo del gabinetto del ministro Fontana, che ha citato il demonio per spiegare il riscaldamento globale. Le riportiamo qua sotto.

"Ho letto il testo di una sua canzone e mi sono messo le mani nei capelli. Dietro messaggi simili c’è il demonio". E ancora: "La musica ha una potenza evocativa straordinaria. Si può pregare o evocare Satana con la musica. Questi rapper hanno una funzione anticristica, instillano nei ragazzi dei valori sbagliati. Non voglio colpevolizzare il singolo o i genitori. Servirebbe una svolta a livello di società e di Stato. Si dovrebbe capire che non è più democrazia un regime in cui tutto è permesso e non c’è più nessun fondamento etico. Certe canzoni andrebbero anche vietate, censurate per legge. E le discoteche non dovrebbero essere luoghi non tenebrosi come sono attualmente, luoghi in cui c’è droga, sesso, promiscuità, luoghi in cui il demonio può piazzare tutto ciò che può pensare per un giovane".

Sappiate quindi che se ascoltate Sfera Ebbasta state contribuendo alla fine della democrazia e che se andate a ballare dovete stare attenti alle tentazioni del demonio. Se volete ascoltare le parole dell'esorcista le potete ascoltare nel podcast del programma.

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.